Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Sezione principale

Calendario Luglio 2008

Sabato 12 luglio

Gigi Rock

Cabaret

Gigi Rock

Rovereto, P.za della Pace, ore 21.

Gigi Rock, al secolo Gigi Rossetti, è un esile, gentile cabarettista che si presenta al pubblico nelle vesti, appunto, di un ingenuo cantante rock. E’ divenuto (relativamente) famoso grazie a numerose esibizioni al "Maurizio Costanzo Show". Simpatico, se non strepitoso.

Cinema

"Francisco Sanchez - Paco de Lucia"
di Daniel Hernandez. Per "Itinerari Folk - Film Etnomusicali".

Trento, Piazza Battisti, ore 21.30.

Ritratto di un grande chitarrista: Francisco Sanchez, in arte Paco de Lucia, che per la prima volta apre a una troupe la porta della sua casa messicana e si lascia raccontare durante una giornata come le altre. Ma questo documentario è al tempo stesso un film musicale, che riprende la sua ultima tournée europea.

Alex Britti

Musica

Alex Britti

Riva, P.za Tre Novembre, ore 22.

Sessantottino (nel senso di nato nel ’68), comincia a esibirsi a Roma a 17 anni e nel ’92 esce il suo primo album. Il successo presso il grande pubblico arriva nell’estate del 1998, quando il suo singolo "Solo una volta (o tutta la vita)" balza al primo posto delle classifiche italiane. Da allora è sempre rimasto sulla cresta dell’onda, ripetutamente presente a Sanremo e giungendo, quest’anno, al suo sesto album.

Concerto
del Laboratorio Lirico di "Pergine Spettacolo Aperto".

Caldonazzo, Corte Trapp, ore 17.

Marco Ambrosini e Jean-Louis Matinier
Per "I suoni delle Dolomiti".

Monte di Mezzocorona, Malga Kraun, ore 14.

Due virtuosi che spesso si esibiscono insieme. Marco Ambrosini, formatosi classicamente al violino, suona la nychelharpa, uno strumento a corda tipico della tradizione svedese, simile al violino ma che permette, mediante una sorta di tastiera, di ampliare l’estensione dei suoni. Jean-Louis Matinier è un esperto suonatore di fisarmonica jazz. 

"Le giovani promesse dell’Accademia"
con Maria Bisi, Alice Baccalini e Greta Insardi al pianoforte. Musiche di Scarlatti, Mendelssohn, Liszt, Chopin, Skriabin, Beethoven, Liapunov. Per "Pinè Musica".

Baselga di Pinè, Centro Congressi, ore 21.

"Festival Trentino Mondial Folk"

Coredo, fino al 20 luglio.

Per un’intera settimana, grazie a numerosi appuntamenti quotidiani, si potrà assistere alle esibizioni (musiche, canti e danze) di artisti provenienti da ogni angolo del pianeta: dall’Europa, dall’Africa, dall’Asia, dalle Americhe

Gegè Telesforo & The Groovinators
Per "Valsugana Jazz Tour".

Levico, Scalinata della Chiesa, ore 21.

Teatro/Lirica

"La traviata"
progetto drammaturgico e regia di Alessio Pizzech, con l’Orchestra Rossini di Pesaro diretta da Daniele Agiman e i cantanti del laboratorio di Pergine Spettacolo Aperto e con Francesco Wolf nel ruolo di Alfredo Narrante. Per "Pergine Spettacolo Aperto"

Pergine, Teatro Tenda, ore 21.30.

Si tratta di una originale rilettura dell’opera. Questa "Traviata" infatti non è un melodramma e neppure una pièce teatrale, ma un progetto che intreccia frammenti de "La signora delle Camelie" di Dumas, all’opera di Verdi. E’ dunque un concatenarsi di monologhi, di duetti e arie, il tutto visto con gli occhi di Alfredo, che rivive i momenti più importanti della trama.

"Il piacere"
riduzione e adattamento di Barbara Baroni dal romanzo di Gabriele D’Annunzio, con Massimiliano Davoli, Gianluca Pezzino, Elena Muti, Giovanna Scardoni. Regia di Antonio Salines.

"Nanà".
riduzione e adattamento di Roberto Lerici dal romanzo di Emile Zola, con Cristina Sarti, Antonio Salines, Roberto Rolla, Carla Stella, Antonio Fazio. Per "Seduzioni in villa"

Villazzano, Villa Balduini-Tambosi, ore 20.30 e 22. Si replica domani.

Dopo Don Giovanni, Nanà e Lady Chatterly, quest’anno la rassegna "Seduzioni in villa" ripresenta la zoliana Nanà, e poi il dannunziano Andrea Sperelli, protagonista del romanzo "Il piacere".
La prima è una sfrontata giovane che usa la propria bellezza per imporsi sugli uomini, dei quali dilapida le ricchezze in un lusso sfrenato. L’altro è un giovane intellettuale prigioniero di un ideale estetizzante che va verso l’autodistruzione.

"Coe spose no sta métarte"
di Roberto Cuppone, da "Le allegre comari di Windsor" di Shakespeare. Regia di Claudio Manuzzato.

Trento, Giardino S. Chiara, ore 21.

La storia shakespeariana (più o meno) traslocata in Veneto.

"Le stanze del vino"
percorso eno-emozional-culturale per luoghi preziosi e spettatori curiosi, di Maria Cristina Giambruno, con Barbara Esposito, Giorgio Secoli, Leonardo Cecchi e Marianna de Pinto.

Ala, Palazzo Scherer Malfatti, ore 19 e 22. Domani si replica.

Il vino mitologico di Dioniso, quello goliardico dei Carmina Burana, il Marzemino di Mozart, il brindisi della "Traviata" di Verdi, sino al vino poetico di Baudelaire, Pablo Neruda, Alda Merini, ecc.: un inebriante percorso accompagnato da musiche, luci, danze, citazioni filmiche.

Domenica 13 luglio

Cinema/Folk

"Nusrat, a voice from Heaven"
di Giuseppe Asaro. Per "Itinerari Folk - Film Etnomusicali".

Trento, Piazza Battisti, ore 21.30.

Documentario dedicato a Nusrat Fateh Ali Khan, il cantante che ha fatto conoscere a livello mondiale la musica devozionale Sufi, dell’India del nord e del Pakistan, una musica che ha un significato religioso e una tradizione di 600 anni. Il documentario segue la vita di Nusrat dalla nascita nel 1949 in Pakistan fino alla sua prematura morte nel ’97 e presenta immagini di concerti ed interviste, concludendosi con l’apparizione di Rahat Fateh Ali Khan, il nipote di Nusrat, continuatore della tradizione.

Musica

"Il flauto nella musica francese"
Recital di flauto e pianoforte con Alessandro Longhi e Matteo Carminati. Musiche di Poulenc, Messien, Franck

Lagolo, Chiesa, ore 20.45.

Enrique Adrados Maestre e Fernando Araujo
Rovereto, Chiostro di S. Rocco, ore 21.

Arie d’opera, canti popolari spagnoli e canzoni napoletane.

Lunedì 14 luglio

Cinema

"Caos calmo"
di Antonello Grimaldi, con Nanni Moretti, Valeria Golino e Isabella Ferrari.

Rovereto, Terrazze del Mart, ore 21.30.

Il film è diventato un caso per via di un sedere morettiano e di una scena di sesso. Durante la quale, scrive efficacemente Lietta Tornabuoni, Nanni approccia un capezzolo "come se suonasse il campanello dell’interno 6". Sopito il clamore, resta un film discreto, tratto da una storia (ben) scritta da Sandro Veronesi.  

Musica

Juan Carlos Caceres & Tango Negro Trio
Per "Itinerari Folk".

Trento, Piazza Battisti, ore 21.30.

Nato a Buenos Aires nel 1936, Juan Carlos Caceres è musicista e pittore, un personaggio difficile da classificare: c’è chi lo ritiene una specie di Paolo Conte sudamericano. Ama particolarmente il tango, e la sua ricerca tende soprattutto a evidenziare le influenze africane nella musica sudamericana. Ad accompagnare Caceres (voce e pianoforte) in questo concerto, il connazionale Carlos Buschini al contrabbasso e il percussionista uruguayano Marcelo Russillo.

Teatro

"Il piacere"
riduzione e adattamento di Barbara Baroni dal romanzo di Gabriele D’Annunzio, con Massimiliano Davoli, Gianluca Pezzino, Elena Muti, Giovanna Scardoni. Regia di Antonio Salines.

"Nanà".
riduzione e adattamento di Roberto Lerici dal romanzo di Emile Zola, con Cristina Sarti, Antonio Salines, Roberto Rolla, Carla Stella, Antonio Fazio. Per "Seduzioni in villa"

Ravina, Villa Margon, ore 20.30 e 22. Si replica domani e dopodomani.

Vedi presentazione al 12 luglio.

Martedì 15 L u g l i o

Habib Koitè

Musica

Habib Koitè & Bamada
Per "Itinerari Folk".

Trento, Piazza Battisti, ore 21.30.

Il chitarrista del Mali Habib Koité è uno dei più noti musicisti africani, rappresentativo di una generazione che si evolve mantenendo un forte legame col folklore, la mitologia e la storia del proprio popolo. Il suo stile è frutto di una elaborata trasposizione sulla chitarra dei modi musicali e delle sonorità dell’arpa tradizionale Kamale N’goni. Nel 1988 Habib ha formato con altri 5 musicisti il gruppo Bamada, affermandosi in Africa ma anche in Europa, in importanti festival.

Orchestra J. Futura
Diretta da Luisa Russo, con André Gallo (pianoforte). Musiche di Haydn e Mozart. Per "Pinè Musica".

Baselga di Pinè, Centro Congressi, ore 21.

Il gruppo Inis Fail.

Inis Fail

Rovereto, Piazza Loreto, ore 21.

Formazione che si esibisce da oltre dieci anni suonando musica tradizionale irlandese, a volte riveduta e innovata.

"Concertando"
Musiche di Mahler, Lalo, Foote, Saint Säens, Granados.

Lagolo, Chiesa, ore 20.45.

"Nel bosco che suona"
trekking musicale con Mario Brunello e altri. Per "I suoni delle Dolomiti".

Mario Brunello

Lagorai, Valmaggiore, Lago di Moregna, ore 6. Si replica domani, alle 6, a Paluat di Valmaggiore.

Marco Rizzi, Natsumi Tamai, Danilo Rossi, Mario Brunello, Yasuo Maruyama Brunello & C. propongono una passeggiata musicale. Ascolteremo la prima esecuzione di due composizioni appositamente scritte da Nicola Campogrande e da Atsuhiko Gondai. 

"Effetto cinema"
musiche da film. Con l’associazione Gruppo Caronte.

Meano di Trento, Piazzetta S. Lazzaro, ore 21.

Strumenti e voce per colonne sonore di film: da "Il laureato" a "Casablanca", da "Titanic" a "Ultimo tango a Parigi".

Teatro

"Il sacro segno dei mostri"
con Simona Colombo, Cristian Conti, Afra Crudo, Vincenzo Del Prete, Danio Manfredini. Per "Pergine Spettacolo Aperto". Regia di Danio Manfredini.

Da "Il sacro segno dei mostri".

Pergine, Teatro Tenda, ore 21.30.

Un’indagine sul mondo del disagio psichico curato da Danio Manfredini, che per anni ha insegnato pittura in una casa di cura di Milano.

"Le stanze del vino"
di Maria Cristina Giambruno, con Barbara Esposito, Giorgio Secoli, Leonardo Cecchi e Marianna de Pinto.

Villazzano, Villa Balduini Tambosi, ore 20,30 e 22. Si replica fino al 18 luglio.

Vedi presentazione al 12 luglio.

Mercoledì  16  L u g l i o

Cinema

"Lezioni di cioccolato"
di Claudio Cupellini, con Hassani Shapi, Neri Marcorè e Monica Scattini.

Rovereto, Terrazze del Mart, ore 21.30.

C’è qualcosa che suona operazione di marketing più che mettere "cioccolato" nel titolo di un film? Questo filmino italiano non sarebbe neanche male, butta un occhio sulle tematiche dell’immigrazione, degli incidenti nel lavoro… Ma quel "cioccolato" nel titolo… 

Danza

Atelier Rudra Béjart Lausanne
Per "Musica Riva".

Riva, Palameeting, ore 21.30.

Il festival si apre con l’esibizione degli allievi dell’École-Atelier Rudra Béjart, storica scuola di danza fondata a Losanna, nel 1992, da Maurice Béjart. Intitolata al dio indiano della danza, Rudra, la scuola promuove una ricerca multidisciplinare che attraverso le modalità dell’atelier stimola la crescita e la ricerca personale di ogni ballerino, tesa verso lo sviluppo di una danza che riunisce tutte le arti, dalla musica al teatro, dall’espressione corporea alle arti marziali. 

Musica

"Cafè Aman"
con i Pérgamos Project. Per "Itinerari Folk".

Trento, Piazza Battisti, ore 21.30.

"Cafè Aman" è il prodotto dalla collaborazione tra i musicisti del "Pérgamos Project", guidati da Takis Kunelis, e la danzatrice e coreografa Yvonne Gorrara, spettacolo che rievoca l’atmosfera che a cavallo fra ‘800 e ‘900 si viveva fra Smirne, Costantinopoli ed Atene, quando si diffuse il Rebètiko, un genere musicale urbano creato dalle comunità dei profughi greci dell’Asia minore. Una musica dolente, e una danza languida ed elegante che furono espressione viva di una comunità. Il programma comprende anche brani contemporanei di ispirazione levantina.

Angeli Azzurri e Barbara Casini Quartet.
Per "Valsugana Jazz Tour".

S. Cristoforo, Parco della Darsena, ore 21.

Inis Fail
in concerto

Folgaria, Piazza Marconi, ore 21.

Vedi presentazione al 15 luglio.

Giovedì  17  L u g l i o

Cinema

"Il cacciatore di aquiloni"
di Marc Forster, con Khalid Abdalla e Atossa Leoni.

Villa Lagarina, Cortile del Palazzo Comunale, ore 21.

Un libro amatissimo che, nella trasposizione cinematografica, precipita nella retorica e nei buoni sentimenti. Il film non riesce bene, nonostante (o forse è proprio questo il motivo) la regia proponga un "disegno affabile e disteso" – come scrive sul "Tempo" il redivivo Gian Luigi Rondi. Di bello, rimangono i volti dei piccoli interpreti.

Danza

"Instruments 1"
coreografia di Roberto Zappalà con la Compagnia Zappalà Danza. Per "Pergine Spettacolo Aperto"

Pergine, Teatro Tenda, ore 21.30.

"Instruments" 1 è la nuova creazione del coreografo catanese Roberto Zappalà, prima tappa di un progetto più amplio che porta il titolo di Remapping Sicily e si ispira ad un’affermazione del noto cineasta Werner Herzog: "Camminare è una virtù, il turismo è un peccato mortale". L’intento è quello di  rileggere la Sicilia attraverso il linguaggio scenico e la pregnanza del movimento nelle sue relazioni con il suono, il rumore e la musica, eseguita dal vivo tramite l’uso di strumenti inconsueti quali l’hang, il didgeridoo e il siciliano marranzano.

Musica

Orchestra Haydn
diretta da Arthur Fagen. Musiche di Rossini e Mendelssohn.

Trento, Via Belenzani, ore 21.

Romain Descharmes (pianoforte)
Gionghi di Lavarone, Centro Congressi, ore 21.

Beatrice Magnani (pianoforte)
Musiche di Chopin e Liszt. Per "Pinè Musica".

Baselga di Pinè, Centro Congressi, ore 21.

About us – Monni Scagno Duo
Per "Valsugana Jazz Tour".

Calceranica, Spiaggia del Pescatore, ore 21.

Detials Duo
con Kajta Marun (voce) e Chris Kaufmann (chitarra).

Rovereto, Parco Ferrari di via Benacense, ore 21.

Musica pop e soul, fra cover e brani inediti.

Cinzia Bartoli (pianoforte)
Musiche di Chopin, Liszt e Ravel.

Dimaro, Teatro Comunale, ore 21.

Recital
di oboe e chitarra con Marika Lombardi e Sergio Cantella. Musiche di Ibert, Ravel, Costantino, Fauré, Coste.

Lasino, Chiesetta di S. Siro, ore 20.45.

Teatro

"Il piacere"
riduzione e adattamento di Barbara Baroni dal romanzo di Gabriele D’Annunzio, con Massimiliano Davoli, Gianluca Pezzino, Elena Muti, Giovanna Scardoni. Regia di Antonio Salines.

"Nanà"
riduzione e adattamento di Roberto Lerici dal romanzo di Emile Zola, con Cristina Sarti, Antonio Salines, Roberto Rolla, Carla Stella, Antonio Fazio. Per "Seduzioni in villa"

Mattarello, Villa Bortolazzi, ore 20.30 e 22. Si replica domani.

Vedi presentazione al 12 luglio.

Venerdì 18 luglio

Alessandro Bergonzoni

Cabaret

Alessandro Bergonzoni
Per "I suoni delle Dolomiti"

Val Rendena, M. Spinale, ore 19.

Giocoliere di parole e concetti, Bergonzoni può essere irritante (parla troppo veloce, a volte non si riesce a seguirlo) ma è sempre un’esperienza travolgente. Avventuratevi nella "Bergon-zone", la zona di Bergonzoni. 

Cinema

"Luther"
di Eric Till. con Joseph Fiennes, Peter Ustinov, Claire Cox. Per "Il gioco dei castelli – La storia al cinema.

Besenello, Castel Beseno, ore 21.

Il tormentato monaco agostiniano constata, durante un viaggio a Roma quanto sia corrotta la Chiesa e dà il via alla Riforma che segnerà la storia europea e non solo degli anni successivi.


"L’altra donna del re"
di Justin Chadwick, con Natalie Portman, Scarlet Johansson ed Eric Bana.

Rovereto, Terrazze del Mart, ore 21.30.

Il re è Enrico VIII, la donna Anna Bolena. La sceneggiatura è di Peter Morgan, che ha scritto l’ottimo "The Queen". Nel cast – addobbate con costumi all’altezza del caso – Natalie Portman e Scarlett Johansson. La somma algebrica di tutti questi elementi non regala però troppe emozioni. 

"Iron Man"
di Jean Favreau, con Robert Downey Jr, Terence Howard, Gwineth Paltrow.

Mattarello, Centro S. Vigilio.

E’ l’ennesimo film supereroico/fumettaro. Ma funziona meglio di "Hulk": la trama vagamente geopolitica è interessante e il personaggio dell’uomo d’acciaio ha indubbiamente un suo fascino. "Pace significa possedere una clava più grossa del mio nemico".

Danza

"Normale. Anche la follia merita i suoi applausi"
coreografia di Francesco Ventriglia. Per "Pergine Spettacolo Aperto".

Pergine - Padiglione Perusini, ex Ospedale Psichiatrico, ore 21.

Lo spettacolo, ideato dal giovane coreografo Francesco Ventrigliavuole indagare la normalità della follia, o meglio quel concetto di normalità fatta di regole e consuetudini al di fuori delle quali si viene accusati di anormalità. "Normale" si articola in due momenti distinti, all’interno e all’esterno delle ex strutture manicomiali di Pergine: nella zona dei bagni saranno realizzate le performance coi ragazzi dei laboratori di PSA, mentre in uno spazio scenico di fronte alla facciata e alle grate di sicurezza, si svolgerà lo spettacolo con la Compagnia Eliopoli di Milano. 

Musica

Musica da camera di Paul Hindemith
con Alessandro Longhi (flauto), Marika Lombardi (oboe e corno),
Nicola Zuccalà (clarinetto), Matteo Carminati e Dora Cantella (pianoforte).

Lasino, Sala Consiliare del Comune, ore 20.45.

Gospel & Spirituals Coral
diretta da André J. Thomas.

Trento, Chiesa di S. Francesco Saverio, ore 21.

Kekko Fornarelli Quartet
Per "Valsugana Jazz Tour".

Calceranica, Spiaggia del Pescatore, ore 21.

"Concentratissimo Rock – Tributo a Vasco Rossi"

Trento, Parco delle Coste

Musica & Poesia

Mario Brunello e Giuseppe Cederna.
Per "I suoni delle Dolomiti"

Terme di Comano, Rifugio Agostini, ore 6.

Sarà all’insegna della poesia contemporanea (Paul Auster, Tom Waits, Raymond Carver, Rilke, Pasolini, Erri De Luca, Bob Dylan) il recital proposto da Cederna, punteggiato dagli interventi musicali di Mario Brunello. 

Rassegne

"Entrata libera alla città dei matti: Ad occhi aperti"
Percorsi di Outsider Art a cura di Daniela Rosi. Per "Pergine Spettacolo Aperto".

Pergine, Ex Ospedale Psichiatrico, Padiglione Perusini, ore 16-21. Si replica domani.

Opere di artisti "marginali" in esposizione, mostre fotografiche, videoinstallazioni, "La torre", spettacolo in 5 quadri a cura di Nazario Zambaldi, e proiezione dei documentari "Code di lucertola" di Valentina Giovanardi (2008), sui metodi e gli abusi della psichiatria di oggi), "Matti da slegare" di Silvano Agosti e Marco Bellocchio (1975) e "Scemi di guerra" di Enrico Verra (2008), sulla Grande Guerra vista dai medici dei manicomi che accoglievano i soldati).

Rievocazioni

"L’abito nel cuore"
Testo e regia di Michele Pandini, costumi di Chiara Defant.

Rovereto, Palazzo Fedrigotti (corso Bettini 31), ore 21.

Una suggestiva passeggiata attraverso la moda del Settecento roveretano nel suggestivo scenario di Palazzo Fedrigotti, fra musica e danza.

Sabato 19 luglio

Danza

"Normale. Anche la follia merita i suoi applausi"
coreografia di Francesco Ventriglia. Per "Pergine spettacolo aperto".

Pergine - Padiglione Perusini, ex Ospedale Psichiatrico, ore 21.

Vedi presentazione al 18 luglio.

Musica

"Risonanze dal Mondo"
Musiche di Foote, Ciaikowsky, Kachaturian, Boccherini, Granados, Saint Säens.

Trento, Castello del Buonconsiglio, ore 20.45

"Rue Pigalle"
concerto-omaggio a Edith Piaf.

Trento, Piazza Battisti, ore 21.

"Presto con fuoco"
concerto conclusivo di "Pinè Musica".

Baselga di Pinè, Centro Congressi, ore 21.

Uri Caine

Uri Caine

Per "I suoni delle Dolomiti".

Primiero, Val Canali, Villa Welsperg, ore 14.

La parola d’ordine di questo concerto è cocktail: sorprendenti miscele di musica classica, elettronica, klezmer e rock ben shakerati con tanto jazz. Uri Caine, pianista e compositore, non teme i mostri sacri e usa spesso brani di Mahler, Bach, Schumann, Wagner e Berio in combinazioni stravaganti. 

"Fra classico e romantico"
col Quartetto Capela e Miguel Carvalhinho (chitarra). Musiche di Boccherini e Mendelsshon. Per "Musica nei castelli".

Stenico, Castello, ore 21.

Stefano Madona Trio
Per "Valsugana Jazz Tour".

Tenna, Pineta di Alberè, ore 21.

Rievocazioni

"Maledetta guerra"
con la Compagnia delle Arti e il Gruppo Musicale Vermei. Per "La memoria dei luoghi".

Bezzecca, Colle di S. Stefano, ore 21.

Nella ricorrenza del 90° anniversario della fine della Prima Guerra Mondiale, che tanto ha segnato il territorio trentino, la rassegna "La Memoria dei luoghi" ricorda quelle vicende: dalla vita in trincea alle lettere dei soldati al fronte e a quelle che ricevevano da casa, dalle proteste contro la guerra alla dura repressione dei tribunali militari. Il tutto con drammatizzazioni, letture e musica, e ambientato in luoghi che furono testimoni di quegli eventi.

"Scolta l’eco del cor"
con il coro Monte Zugna di Lizzana.

Località Vasconi, Coni Zugna, ore 18.30.

Canti e poesie per ricordare il 90° anniversario della fine della Grande Guerra.


Teatro

"Godimondo e Fortunato"
dramma storico religioso. Regia di Celestino Tavernaro.

Canal S. Bovo, Prade, Area Polivalente, ore 20.30.

La tradizione vuole che il dramma religioso di Godimondo e Fortunato (una di quelle opere con scopi moralizzatori e catechetici auspicati e promossi dal concilio di Trento) venga rappresentato ogni dieci anni e così è stato certamente, almeno dal 1878, da che cioè si hanno notizie certe. Con qualche inciampo, naturalmente: lo spopolamento del paese nel dopoguerra, l’alluvione del 1966 e altre situazioni sfavorevoli avevano quasi compromesso il proseguimento della tradizione, ma gli abitanti del piccolo paese di Prade sono riusciti negli ultimi anni a "restaurare" questo loro patrimonio, grazie all’impegno appassionato di attori non professionisti. Sembra che nel passato accorressero alle rappresentazioni centinaia di persone anche dal Primiero, dal Tesino, dalla Valsugana, da Fiemme e Fassa e perfino dal bellunese; una partecipazione che diventava una festa. L’opera narra di due cavalieri che conducono una vita sregolata e peccaminosa, ma alla fine Fortunato si ravvede, mentre Godimondo finisce all’inferno.

Domenica 20 luglio

Paul Simon

Musica

Paul Simon
in concerto. Per "Musica Riva".

Riva, Ex stazione, via Filzi, ore 21.

Tanto per capirci, Paul Simon è quello che ha scritto (e interpretato) canzoni come "Mrs. Robinson", "The Sound of Silence", "Bridge over troubled Water", "My little Town"… Una storia cominciata sul finire degli anni ’50 con un compagno di scuola, Art Garfunkel. Il sodalizio durò fino al 1970, poi la separazione, ma per Simon, la mente del duo, la carriera da solista è proseguita trionfalmente fino ad oggi.

Concerto
per quartetto d’archi. Musiche di Haydn, Mozart, Boccherini.

Vezzano, Auditorium, ore 20.45.

"Al ritmo della fisarmonica"
con l’ensemble Victoria.

Argentario di Trento, Piazza Argentario, ore 21.

Spettacolo di musiche classiche e contemporanee accompagnate da coreografie di danza.

Lunedì 21 luglio

Cinema

"Il cacciatore di aquiloni"
di Marc Forster, con Khalid Abdalla e Atossa Leoni.

Rovereto, Terrazze del Mart, ore 21.30.

Vedi presentazione al 17 luglio.

Mikis Theodorakis

Danza

"Cantare, suonare, ballare!"
con il coro femminile "La Gagliarda" di Calavino, l’ensemble della Scuola Musicale "Jan Novak" e "I Musicanti".

Rovereto, piazza Loreto, ore 21.

Canti e balli della tradizione popolare europea e mediorientale in cui verrà coinvolto anche il pubblico.

Musica

"Omaggio a Mikis Theodorakis"
con l’Ensemble Duomo. Per "Musica Riva".

Campi di Riva, Area Archeologica di San Martino, ore 21.30.

L’Ensemble Duomo rende omaggio a Mikis Theodorakis, un compositore greco, famoso anche per il suo impegno nella vita politica del suo paese e per la composizione della colonna sonora del film "Zorba il greco".

 
Jolanda Ngjela (soprano) e Giuseppe Di Nucci (pianoforte)
Musiche di Verdi e Puccini e arie napoletane.

Tione, Scuola Musicale, ore 21.

Martedì 22 luglio

Mario Cagol

Cabaret

"Siamo fatti così"
di e con Mario Cagol.

Trento, Giardino S. Chiara, ore 21.

Alcuni momenti topici del nostro quotidiano più fastidioso (dalla festa di matrimonio allo shopping del sabato al seguito della consorte) raccontati dal divertente Supermario.

Musica

"Vivaldi e l’Europa"
con l’Orchestra da Camera Venezia Concerto. Musiche di Bach, Vivaldi e Corelli. Per "Musica Riva".

Riva, Cortile della Rocca, ore 21.30.

Musica barocca eseguita dall’Orchestra da Camera Venezia Concerto, una formazione recente che ha ottenuto un notevole successo di pubblico e critica con tournée in Istria e in Cina. 

Destrani Taràf e Gruppo Vocale "Feininger"

Trento, Via Belenzani, ore 21.

I Destrani Taràf sono un sestetto che propone un itinerario ragionato di musica popolare trentina attraverso le sue relazioni col contesto alpino e più in generale europeo, con particolare attenzione alle culture centro-orientali. Il Gruppo vocale Laurence Feininger è nato per valorizzare il grande repertorio di antica musica sacra della Biblioteca Musicale Feininger, presso il Castello del Buonconsiglio..

Simphiwe Dana.
Per "I suoni delle Dolomiti".

Altopiano di Folgaria, Forte Sommo Alto, ore 14.

Una delle nuove voci provenienti dall’Africa, salutata come "la cosa migliore dopo Miriam Makeba nella Afro-Soul Music": canta sia canzoni d’impegno sociale che d’amore. 

Mishkalè

Rovereto, Palazzo Bossi Fedrigotti, via Bronzetti, ore 21.

Quintetto che esegue musiche di origine balcanica, klezmer e zingara, ma anche brani popolari italiani.

Sergio Cantella (chitarra)
suona musiche di Sanz, Rodrigo, Soz, Albeniz.

Drena, Castello, ore 20.45.

Teatro

"Le stanze del vino"
di Maria Cristina Giambruno, con Barbara Esposito, Giorgio Secoli, Leonardo Cecchi e Marianna de Pinto.

Mori, Teatro Modena, ore 20.30 e 22. Domani si replica.

Vedi presentazione al 12 luglio.

Mercoledì 23 luglio

Cinema

"Juno"
di Jason Reitman, con Ellen Page, Michael Cera, Jennifer Garner.

Rovereto, Terrazze del Mart, ore 21.30.

Un ragazzina va ad abortire ma poi ci ripensa: la sala d’attesa era piena di "orrende vecchie riviste stra-usate". La scelta di Juno rimane fresca, spontanea, semplice, adolescenziale. Nel modo con cui regista e sceneggiatrice la guardano si legge onestà e partecipazione.

Domenico Nordio

Musica

Domenico Nordio (violino)
accompagnato al pianoforte da Annalisa Londero suona musiche di Brahms, Beethoven Dvorak e Paganini. Per "Musica Riva.

Riva, Cortile della Rocca, ore 21.30.

David Jackson, Michele Rabbia, Martin Mayes.
Per "I suoni delle Dolomiti".

Val di Fassa, Rifugio Contrin, ore 14.

Un sassofonista inglese, David Jackson, un percussionista italiano, Michele Rabbia e un cornista di origini scozzesi, Martin Mayes formano un trio che aspira a dipingere musica jazz. da celebrarsi con un balletto, la declamazione di un’ode o un monologo... Ma a questo dovrà (se lo riterrà opportuno) provvedere il pubblico. 

Cecilia Chailly (arpa)
Rovereto, Chiostro di S. Rocco, ore 21.

Grande musicista: prima arpa alla Scala di Milano a soli 17 anni, ha spesso collaborato anche con famosi interpreti della musica leggera, da Mina a Paolo Conte. In questo concerto presenterà alcuni brani di un suo CD ispirato ai paesaggi delle nostre montagne.

Roberta Alessandrini (arpa) e Stefano Coles (violino)
Musiche di Rossini, Massenet, Saint-Saens, Alessandrini, Salzedo, Andres. Per "Pinè Musica".

Miola di Pinè, Chiesa, ore 11.

Pieter Dirksen (organo)
Smarano, Parrocchiale, ore 21

Giovedì 24 luglio

Cinema

"Del Concilio e delle vie d’Europa"
di Lia Giovanazzi Beltrami, con Massimo Girotti e Lucio Dalla. Per "Il gioco dei castelli – La storia al cinema.

Besenello, Castel Beseno, ore 21.

Film girato (con pochi mezzi, e si vede) nel ‘95 che ripercorre tutte le fasi del Concilio di Trento.

"Il divo"
di Paolo Sorrentino, con Toni Servillo e Anna Bonaiuto.

Pergine, Teatro Tenda, ore 21.30.

Paolo Sorrentino era l’uomo giusto per raccontare la biografia di Giulio Andreotti. Riesce a camminare sulla lama sottile che separa un discorso serio, l’invettiva, dalla presa in giro, la commedia. Lo fa con un virtuosismo di regia che non vuole solo mostrare la bravura dell’autore: dietro alle sue scelte formali si percepisce un rabbia che dà forza al racconto, un ghigno distorto perfettamente adatto ai contenuti.

"Gomorra"
di Matteo Garrone, con Toni Servillo e Gianfelice Imparato.

Mezzolombardo, Cortile del Cinema S. Pietro, ore 21.

Andalo, Cinema, ore 21.

Matteo Garrone non spiega: mostra. Riprende luoghi, facce. Non ci presenta didascalie su quelli che sono i clan rivali, su chi siano gli scissionisti o dove si schieri questo o quest’altro personaggio. La potenza del film è nella capacità di andare a filmare Scampia riuscendo a far entrare anche lo spettatore in un gorgo, un vortice spaesante. Grande cinema.

Musica

Moviebrass
con la Gomalan Brass Band. Per "Musica Riva".

Riva, Cortile della Rocca, ore 21.30.

La Gomalan Brass Band è un pluripremiato quintetto di ottoni che fa di ogni concerto un evento che sorprende. Andateli a vedere su you tube nella loro "Aida": spassosi. 

"Le grandi sonate romantiche"
concerto di Luca Romagnoli (pianoforte). Musiche di Liszt e Chopin.

Rovereto, Casa Mozart, via Mercerie, ore 21.

Concerto
degli Allievi dell’Orchestra e del Coro dell’Accademia Internazionale di Musica di Lasino. Direttore Alessandro Longhi. Musiche di Charpentier, Mozart, Haydn, Dvorak, Prokofie’v.
 

Trento, Castello del Buonconsiglio, ore 20.

Luciano Biondini (fisarmonica)
Per "I suoni delle Dolomiti".

Altopiano della Paganella, Rifugio Roda, ore 14.

Musicista umbro con un debole per la musica argentina, ha iniziato a studiare la fisarmonica quando aveva 10 anni. L’ultima incisione, "Prima del cuore" del 2007, è un lavoro che unisce "cover" e produzioni proprie in cui Biondini dimostra grande maestria tecnica e passionalità d’espressione. 

Gerald Clayton Trio
Per "Valsugana Jazz Tour".

Pergine, Piazza Municipio, ore 21.

Teatro

"Sono mani buone le tue"
spettacolo-installazione per 2 spettatori a cura dei Teatri Soffiati.

Trento, Parco di Gocciadoro, ore 17.30-20.30.

Un grande cubo ricoperto da un telo: cosa ci sarà dentro? Entrare – non più di due per volta - per vedere: lo "spettacolo", del resto, dura un paio di minuti.

Teatro/Musica

"Balkanicaos R-umore di-vino"
di e con Andrea Kaemmerle e la Raskornika Orkestra.

Trento, Giardino S. Chiara, ore 21.

Viaggio musical-teatrale attraverso l’Europa, dalla Grecia fino a Vienna, passando per bettole, locande e osterie e incontrando beoni in vena di raccontare.

Venerdì 25 luglio

Cinema

"Non pensarci"
di Gianni Zanasi, con Valerio Mastandrea e Anita Caprioli.

Rovereto, Terrazze del Mart, ore 21.30.

Uno dei film (non solo italiani) più divertenti dell’anno. Mastandrea è un rocker che torna in famiglia, in provincia, ed è costretto a interessarsi agli affari dell’impresa di casa al limite del fallimento. Ma non c’è solo Mastandrea: gli attori fanno a gara a chi è più bravo. E la sceneggiatura scorre, scorre… E fa ridere.

"Notte brava a Las Vegas"
di Tom Vaughan, con Cameron Diaz, Ashton Kutcher, Queen Latifah.

Mattarello, Centro Civico S. Vigilio.

Forse l’intenzione è di rifare la screwball comedy, quelle pellicole in cui i protagonisti dovevano aspettare 90 minuti per capire di essere innamorati: qui, due ragazzi in crisi si incontrano a Las Vegas, si sposano tanto per fare, vincono una somma, vorrebbero separarsi ma per non perdere la vincita son costretti a convivere. Si può riproporre oggi una trama del genere senza cadere nel patetico? No.

"Into the Wild"
di Sean Penn, con Emile Hirsch, Marcia Gay Harden, William Hurt.

Pergine, Teatro Tenda, ore 21.30.

Bei paesaggi, bellissima musica di Eddie Vedder. Ma tra il nostro sentire e lo sguardo del regista c’è una fondamentale incomprensione di fondo: a lui le imprese di Supertramp sembrano (salvo pentimenti finali) libertarie e liberanti; a noi (sin dall’inizio) gesta piccolo-borghesi di un ragazzotto ingenuo. La morale? Non ammazzare un alce se non sai come cucinarlo. 

"Torbole Filmfestival"

Torbole, luoghi vari, fino al 27 luglio.

Rassegna organizzata in collaborazione con il "Filmfestival della montagna" di Trento. I film in concorso nell`ultima edizione verranno proiettati all`ora del tramonto in più punti del paese, avvicinando il grande pubblico al fascino degli sport estremi e dell’esplorazione.

Danza

"Nuova pelle"
spettacolo di danza contemporanea a cura della compagnia Controra. Per la rassegna "Madre Terra".

Trento, Parco di Gocciadoro, ore 20.

The Acappella Swingers

Musica

"The Acappella Swingers Show"
Per "Musica Riva".

Riva, Cortile della Rocca, ore 21.30.

Molto più interessante della velenosa saga di "Amici", la produzione RAI del format X-Factor ci ha fatto scoprire, fra gli altri, anche questo gruppo. Intanto alla BBC mandano in onda in prima serata un programma interamente dedicato alla musica a cappella. 

Ensemble Frescobaldi

Trento, Chiesa di S. Francesco Saverio, ore 21.

"Vijidaes – Visioni"
di Giorgio Battistelli, con I Virtuosi Italiani, l’Ensemble Continuum, il Coro Sass Maor, il Coro Castelbarco.

San Martino di Castrozza, Val Venegia, Malga Venegiota, ore 14.

Diretti da Erasmo Gaudiomonte e coordinati da Luigi Azzolini, un numeroso gruppo di artisti guiderà il pubblico attraverso un’opera creata appositamente da Giorgo Battistelli in cui si amalgamano suoni antichi e moderni, hip hop e campanacci appesi al collo di una mandria di mucche: le visioni ladine dell’alpeggio.

Concerto dell’Orchestra Haydn

Folgaria, Teatro Paradiso, ore 21.

Francesco Cera (organo)

Coredo, Parrocchiale, ore 21.

Coro "Bianche Zime"

Rovereto, Cortesela Bontadi, ore 21.

Verona Improvisers Jazz Orchestra
diretta da Renzo De Rossi. Per "NonSole Jazz Festival".

Malè, Piazza Regina Elena, ore 21.

Avantgarden Jazz Quartet
Per "Valsugana Jazz Tour".

Pergine, Piazza Municipio, ore 21.

"Concentratissimo Rock – Tributo a Vasco Rossi"

Trento, Parco delle Coste.

Rievocazioni

"Lingére"
con la Compagnia delle Arti e il Gruppo Musicale I Lingéra. Per "La memoria dei luoghi".

Pejo, Centrale idroelettrica di Cogolo, ore 21.

Testimonianze di lavoro nei cantieri idroelettrici della Val di Peio.

"Sissi a Rovereto"
di Roberto Marafante.

Sacco di Rovereto, Palazzo Bossi Fedrigotti, ore 21.

E’ dichiaratamente un falso storico: Sissi a Rovereto non c’è mai venuta. Ma facciamo finta che da Madonna di Campiglio sia scesa a valle per incontrare il cugino Ludwig, in viaggio sul Garda e magari anche Wagner, in vacanza a Caldonazzo…

"Il compleanno dell’Imperatore"

Madonna di Campiglio, ore 21.

Madonna di Campiglio ricorda il suo passato asburgico, celebrando con sfilate in costume e valzer di Strauss il compleanno di Francesco Giuseppe, che in realtà nacque il 18 agosto (1830); e in quella data, in effetti, la manifestazione verrà replicata.

Teatro

"Paesaggio con fratello rotto. Fango che diventa luce/Canto di ferro/A chi resta"
presentazione libro e film con ospiti. A cura del Teatro Valdoca. Per "Drodesera"

Dro, Centrale di Fies, Parco, Galleria Trasformatori, ore 17.

Da "Voilà" dell'Officina Valdoca.

Un film (135’) sulla trilogia di spettacoli che hanno reso famoso il Teatro Valdoca. Noi che non siamo tra i fan di Valdoca, dubitiamo che il mezzo filmico riesca a ricreare alcuni dei punti forti delle messe in scena (soprattutto la forte carica emotiva di alcune scene, tutte basate sulla fisicità degli interpreti), mentre invece ne sconti i punti deboli (la mera sovrapposizione tra azione scenica e ottimi testi poetici, con conseguente fragilità di significato dell’insieme del lavoro).

"Voilà"
con Vincenzo Schino/Officina Valdoca. Per "Drodesera"

Dro, Centrale di Fies, Sala Turbina 2, ore 21.

Il Teatro Valdoca si scioglie, e Drodesera dedica una serata al percorso della compagnia di Cesare Ronconi e Mariangela Gualtieri: dopo il film delle ore 18 (sui suoi spettacoli più celebrati) e prima della messa in scena (ore 22.30) dell’ultima produzione, rievocativa ("A memoria") , viene qui presentata la prima produzione dell’Officina Valdoca, la nuova compagnia germinata dalla precedente. L’impronta è più strettamente teatrale, con costumi meno fantasmagorici e ancorati invece alla tradizione delle maschere meridionali, anche se l’ispirazione è sempre quella della ricerca contemporanea.

Da "A memoria, dunque a memoria ci siamo tutti" performance/installazione del Teatro Valdoca.

"A memoria, dunque a memoria ci siamo tutti"

performance/installazione con il Teatro Valdoca. Per "Drodesera"

Dro, Centrale di Fies, Sala Mezzelune, ore 22.30

Ultimo lavoro, di commiato, del Teatro Valdoca che si scioglie: una performance di due ore, con proiezioni e riprese in scena di brani di vecchi lavori e saluto finale. La compagnia di Cesare Ronconi e Mariangela Gualtieri, senza più i due mostri sacri si rigenera nell’Officina Valdoca, il cui primo lavoro va in scena a Fies nello stesso giorno, alle 21 e sabato 26 alle 23.

"Le voci del bosco"
narrazione e musica itinerante a cura di Finisterrae Teatri. Per la rassegna "Madre Terra".

Trento, Parco di Gocciadoro, ore 18.

"Le stanze del vino"
di Maria Cristina Giambruno, con Barbara Esposito, Giorgio Secoli, Leonardo Cecchi e Marianna de Pinto.

Caldes, Castello, ore 18 e 21. Domani si replica con gli stessi orari. Il 27 luglio 3 spettacoli: ore 11, 18, 21.

Vedi presentazione al 12 luglio.

Sabato 26 luglio

Cabaret

Gianluca De Angelis e Gianmarco Pozzoli.

Rovereto, piazza Malfatti, ore 21.

Due comici, non famosissimi, che si sono visti, in TV, a "Colorado Cafè".

Cinema

"Caos calmo"
di Antonello Grimaldi, con Nanni Moretti, Valeria Golino e Isabella Ferrari.

Pergine, Teatro Tenda, ore 21.30.

Vedi presentazione al 14 luglio.

Musica

Junge Philarmonie Salzburg
diretta da Isaac Karabatchevsky. In programma musiche di Haydn, Mozart e Bartok. Per "Musica Riva".

Riva, Cortile della Rocca, ore 21.30.

La Junge Philarmonie Salzburg, fondata nel 1998 da Elisabeth Fuchs, che ne è tuttora direttrice artistica, è composta dai migliori studenti o laureati che si siano formati all’Università Mozarteum di Salisburgo.

Francesco Venerucci (pianoforte) e Gianni Iorio (bandoneon).
suonano musiche di Piazzolla, Taylor, Venerucci, Rodriguez, Villoldo.

Trento, Castello del Buonconsiglio, ore 20.45.

Dmitry Sitkovetsky, Yuri Zhislin, Alexander Chaushian.
suonano le "Variazioni Goldberg" di Bach. Per "I suoni delle Dolomiti".

Tremalzo, Passo Dil, ore 14.

Il trascrittore si espone al giudizio del pubblico. Questi tre affermati virtuosi interpreteranno infatti le "Variazioni Goldberg" di Bach trascritte per trio d’archi dal violinista Dmitry Sitkovetsky. 

Il Gruppo Caronte.

"Il cavalletto del Dürer"

con il Gruppo Caronte. Per "Pinè Musica"

Segonzano, Castello, ore 18.

Spettacolo musical-letterario che intende ricreare l’atmosfera cinquecentesca di quando il celebre pittore, viaggiando da Norimberga a Venezia, passò per Segonzano, dipingendovi dei famosi acquerelli.

"La voce nelle viole"
con Graciela Susana Gibelli (soprano), Cristiano Contadin (viola da gamba) e Vittorio Ghielmi (viola da gamba). musiche di Locke, Rossi, Simpson, Hume, Rosseter, Ghielmi, Anonimo inglese, Eccles, Ferrari, de Sainte-Colombe, Abel, Ferrari Per "Musica nei castelli".

Stenico, Castello, ore 21.

Stefania Tallini

Stefania Tallini Quartet

Per "Valsugana Jazz Tour".

Pergine, Piazza Municipio, ore 21.

Bourbon Street Dixie Band
Per "NonSole Jazz Festival".

Lago di Tovel, ore 15.

The Bugs
in concerto.

Gardolo, Parco Canova, ore 21.

Band nata nel 2000 che si dedica soprattutto alla musica di Mark Knopfler, dei Dire Straits e dei Pink Floyd.

Teatro

"East"
con la compagnia Fanny e Alexander. Per "Drodesera"

Dro, Centrale di Fies, Forgia, ore 19.

Del progetto multifestival di sei spettacoli che prendono lo spunto dal Mago di Oz (vedi "HIM" alle ore 21) "East" è quello coprodotto con Drodesera, qui in prima assoluta. Come dice la parola, si parla dell’Est, dei rapporti con la cultura orientale (su uno schermo l’esibizione, nei locali della Centrale, di una danzatrice cambogiana) secondo gli schemi e la multimedialità spiazzante (e variamente apprezzata) tipici di Fanny e Alexander.

"HIM if the wizard is a wizard you will see"
con la compagnia Fanny e Alexander. Per "Drodesera"

Dro, Centrale di Fies, Sala Turbina 1, ore 21.

Dallo spunto del "Meraviglioso Mago di Oz", sull’adolescente Dorothy scaraventata da un ciclone ai quattro punti cardinali, Fanny e Alexander ha ricavato un progetto di sei spettacoli – coprodotti, tra il 2007 e il 2009 con altrettanti festival internazionali - per ricercare i punti cardinali del mondo d’oggi. Lo spettacolo di questa sera (75 minuti) è incentrato sulla figura del mago di Oz, raffigurato con le sembianze di Hitler come rappresentato da Cattelan, in un’allegoria sul rapporto tra immagine, finzione e potere.

"La terza conversazione, un dialogo tra il rumore e il corpo"
performance di Francesca Grilli. Per "Drodesera"

Dro, Centrale di Fies, Foyer, ore 22.30, 22.45 e 0.30.

Francesca Grilli fa parte della Fies Factory, giovani autori supportati per tre anni dal Festival, che mette loro a disposizione gli spazi della Centrale di Fies. Della Grilli ricordiamo lo scorso anno, l’entusiasmante "Enduring Midnight" la proposizione del canto di una soprano ottantenne, un’esperienza toccante. Autore della performance odierna è invece un quindicenne sordo, in piedi su una cassa acustica di cui percepisce le vibrazioni, interpretandole.

"Voilà"
con Vincenzo Schino/Officina Valdoca. Per "Drodesera"

Dro, Centrale di Fies, Sala Turbina 2, ore 23.

Vedi la presentazione, al 25 luglio.

"Santa Sangre"
primo studio concerto per voce e musiche sintetiche. Per "Drodesera"

Dro, Centrale di Fies, Sala Comando, ore 24.

Mix di musica sintetica, immagini virtuali, danza rielaborata al computer: è la nuova frontiera della multimedialità, della quale si sono visti risultati finalmente convincenti al recente Festival "Futuro-Presente".

"OZ I– ci tocca a volte"
performance per 12 attori e uno spettatore con Nazario Zambaldi e i pazienti di Casa Basaglia di Sinigo (BZ). Per la rassegna "Madre Terra".

Trento, Parco di Gocciadoro, ore 16.30.

Domenica 27 luglio

Musica

The Children’s Chorus of Washington.
Per "Musica Riva".

Riva, Cortile della Rocca, ore 21.30.

Il Children’s Chorus interpreterà brani della tradizione musicale americana e, in omaggio all’Italia, alcuni cori della grande tradizione operistica italiana. 

Cimbaliband Balkan Project
Trento, Piazza Battisti, ore 21.

Viaggio musicale dai Balcani alla Grecia, dal suono del salterio a quello della fisarmonica.

Mario Biondi
in concerto. Per "Pergine Spettacolo Aperto".

Pergine, Teatro Tenda, ore 21.30.

Da corista in chiesa a 12 anni a tanta gavetta in giro per l’Italia, il 37enne Mario Ranno, in arte Mario Biondi, ha percorso un cammino professionale che sembra quello di un cantante d’oltreoceano, con esperienze variegate: incisioni ed anche un’apparizione a Sanremo, ma soprattutto collaborazioni con dj e gruppi stranieri, cover di brani famosi e colonne sonore cinematografiche. Riconoscibilissimo per il suo timbro vocale che ricorda quello dei più noti Barry White e Lou Rawls, Biondi dà vita ad un soul-jazz caldo e passionale, con accenti ironici e arrangiamenti della tradizione acid, per rendere il prodotto più appetibile sul mercato.

Concerto
del Quintetto di ottoni "Jupiter Brass Quintet". Musiche di Rossini, Offembach, Bernstein
Lasino, Teatro, ore 20.45.

Concerto d’organo
di Tsugo Hirono
Smarano, Chiesa Parrocchiale, ore 18.

Concerto di clavicordo e cembalo
di Joel Speerstra.
Smarano, Auditorium, ore 20.

Concerto d’organo
di Hans Davidsson.
Smarano, Chiesa Parrocchiale, ore 21.30.

Concerto per organo e tromba
con Leonardo Carrieri e Augusto Righi.
S. Sebastiano di Folgaria, Chiesa Parrocchiale, ore 21.

Maremma – Raffaello Pareti Quartet
Per "Valsugana Jazz Tour".
Roncegno, Centro, ore 21.

The Bugs
Sardagna, Campetto Oratorio, ore 21.

Vedi presentazione al 26 luglio.

Rievocazioni

"Charta della Regola della Villa di Cavareno"

Cavareno, fino al 3 agosto.

Rievocazione storica degli antichi ordinamenti del paese di Cavareno, Ci sarà una "disfida rustica", la sfilata in costume e la lettura del documento, assaggi di pietanze tipiche e visita delle case più antiche dove rivivranno scene di vita contadina.

Teatro

"East"
con la compagnia Fanny e Alexander. Per "Drodesera"

Dro, Centrale di Fies, Forgia, ore 19.

Per la presentazione, vedi venerdì 25.

"La seconda conversazione, un dialogo tra il paesaggio e il corpo"
performance di Francesca Grilli. Per "Drodesera"

Dro, Bosco Lago Bagatoli, ore 19.

Francesca Grilli fa parte della Fies Factory, giovani autori supportati per tre anni dal Festival, che mette loro a disposizione gli spazi della Centrale di Fies. Della Grilli ricordiamo lo scorso anno, l’entusiasmante "Enduring Midnight", la proposizione del canto di una soprano ottantenne, un’esperienza toccante, sul rapporto tra arte, corpo ed età avanzata. Qui invece (come nella "Terza conversazione" di sabato 26) è di scena il rapporto con chi ha linguaggi altri, i sordi: sarà un coro di sordi a cantare in mezzo a un bosco, rapportandosi con gli spettatori e la natura.

Da "How do you like my landscape".

"How do you like my Landscape"

con Manah Depauw e Bernard Van Eeghem. Per "Drodesera"

Dro, Centrale di Fies, Sala Mezzelune, ore 20 e 23.

Performance ironica e crudele sul corpo umano, i suoi desideri, le sue mutazioni. Per due interpreti e quattro episodi.

"Kansas"
con la compagnia Fanny e Alexander. Per "Drodesera"

Dro, Centrale di Fies, Sala Turbina 1, ore 21.

Del progetto multifestival di sei spettacoli che prendono lo spunto dal viaggio di Dorothy, l’adolescente del "Mago di Oz" scaraventata nei quattro punti cardinali da un ciclone (vedi "HIM" sempre a Fies sabato 26), "Kansas", è il punto di partenza, la casetta appunto del Kansas. Ed è incentrato sulla figura di Dorothy, qui ritratta attraverso cinque possibili versioni, dall’attrice alla donna delle pulizie.

"Santa Sangre"
primo studio concerto per voce e musiche sintetiche. Per "Drodesera"

Dro, Centrale di Fies, Sala Comando, ore 22.30.

Vedi presentazione al 26 luglio.

"Sono mani buone le tue"
spettacolo-installazione per due spettatori a cura de I Teatri Soffiati.

Trento, Parco di Gocciadoro, ore 17.30-20.30.

Vedi presentazione al 24 luglio.

Lunedì 28 luglio

Cinema

"Il divo"
di Paolo Sorrentino, con Toni Servillo e Anna Bonaiuto.
Rovereto, Terrazze del Mart, ore 21.30.

Vedi presentazione al 24 luglio.

Musica

"Concerto aperitivo"
con gli allievi dei corsi di violino, flauto e fagotto. Per "Musica Riva".

Riva, Cortile della Rocca, ore 18.

"Hollywood Party"
con la Gomalan Brass Band. Per "Musica Riva".

Campi di Riva, Area Archeologica di San Martino, ore 21.30.

Reinvenzioni ispirate alle colonne musicali dei film? Musiche dal programma di Radio RAI TRE? Scopritelo: andate a sentire i Gomalan!

 
"Affinità Elettive"
con Tino Tracanna & Corrado Guarino. Per "NonSole Jazz Festival".
Santuario di San Romedio, ore 20.30.

Teatro

"East"
con la compagnia Fanny e Alexander. Per "Drodesera"
Dro, Centrale di Fies, Forgia, ore 19.

Vedi presentazione al 25 luglio.

"La seconda conversazione, un dialogo tra il paesaggio e il corpo"
performance di Francesca Grilli. Per "Drodesera"
Dro, Bosco Lago Bagatoli, ore 19.

Vedi presentazione al 27 luglio.

"How do you like my Landscape"
con Manah Depauw e Bernard Van Eeghem. Per "Drodesera"
Dro, Centrale di Fies, Sala Mezzelune, ore 20 e 24.

Vedi presentazione al 27 luglio.

"La Cosa 1"
con il Teatro sotterraneo. Per "Drodesera"

Dro, Centrale di Fies, Sala Turbina 2, ore 21.

I giovani di Teatro Sotterraneo erano stati tra le presenze più fresche e innovative del festival dello scorso anno, e fanno parte della Fies Factory. Questa ironica e amara performance rappresenta la vita come una continua, sfiancante corsa, riproposta ossessivamente dagli attori in scena; corsa verso dove?

"Kansas"
con la compagnia Fanny e Alexander. Per "Drodesera"
Dro, Centrale di Fies, Sala Turbina 1, ore 22.30.

Per la presentazione, vedi domenica 27.

"Alta fedeltà"
allestimento teatrale pop di Gabriele Penner e Riccardo Miori.

Romagnano, Cortile Poli, ore 21.

Tratto dal romanzo omonimo dello scrittore inglese Nick Hornby (da cui fu anche tratto nel 2000 un film), "Alta fedeltà" racconta gli amori e i sogni di un giovane appassionato di musica.

Martedì 29 luglio

Da "A NNN A".

Danza

"A NNN A"
con la compagnia di Sonia Brunelli. Per "Drodesera"

Dro, Centrale di Fies, Sala Comando, ore 24.

Della Fies Factory, Sonia Brunelli con altre due danzatrici propone una danza rigida e rigorosa, con i movimenti ossessivamente ripetuti, a interpretare una condizione di disperazione.

"Bolò"
musica e danza con l’associazione Kolon Kandyà.

Rovereto, piazza Malfatti, ore 21.

Spettacolo di danza e percussioni, a metà fra tradizione e ricerca, interpretato da artisti provenienti da Burkina Faso, Camerun, Senegal, Brasile e Italia.

Musica

Junge Philarmonie Salzburg
diretta dagli allievi del corso di perfezionamento. Per "Musica Riva".
Riva, Cortile della Rocca, ore 21.30.

Vedi presentazione al 26 luglio.

La Banda Osiris.

Banda Osiris

con Sergio Bini Bustric, Drummeria, Lucilla Giagnoni, Le Core, Banda Sociale di Ala, Coro Città di Ala. Trekking musicale per "I suoni delle Dolomiti".

Sega di Ala e malghe della Lessinia, dalle ore 14.

Amalgamiamoci è la nuova proposta della Banda Osiris, esuberante ensemble capace di creare una lumaca da un trombone. Non si rifiuta un così gentile invito, siamo di fronte a musicisti versatili e comédiens dal grande talento.  

Daniele D´Agaro, Enrico Merlin & Mauro Ottolini Trio
Per "NonSole Jazz Festival".
Cles, Piazzetta Battisti, ore 21.

Rievocazioni

"Trincee"
con la Compagnia delle Arti e il Coro Stella Alpina di Lavarone. Per "La memoria dei luoghi".
Lavarone, Forte Belvedere, ore 21.

Vedi presentazione al 19 luglio.


 

Da "La quiescenza del seme".

Teatro

"La quiescenza del seme"
con la compagnia Plumes dans la tête. Per "Drodesera"

Dro, Centrale di Fies, Forgia, ore 20.

Performance per una persona sola (Silvia Costa) imprigionata in una teca trasparente, che si riempie d’acqua. Angoscia.

"Made in Italy"
con la compagnia Babilonia Teatri. Per "Drodesera"

Dro, Centrale di Fies, Sala Turbina 2, ore 21.

E’ un lavoro sulle contraddizioni dell’oggi, un teatro che racconta per accumulo: di parole, di scene interrotte, soprattutto di musiche.

"Candide (o il bastardo)"
con il Teatrino Clandestino. Per "Drodesera"

Dro, Centrale di Fies, Cortile Forgia, ore 22.30.

Mario Rigoni Stern

Pur tra alti e bassi, il Teatrino Clandestino è stato una delle esperienze giovani più interessanti degli ultimi anni. Questo lavoro prende lo spunto da un’osservazione sulle dinamiche di gioco tra i bambini, che riprende narrando la storia del "Candido" di Voltaire.

"Con il cielo e le selve"
di Mario Rigoni Stern, con Pino Petruzzelli.

Trento, Giardino S. Chiara, ore 21.

Lo spettacolo segue le orme del compianto Mario Rigoni Stern lungo valli e monti ancora selvaggi, con Pino Petruzzelli che interpreta i protagonisti di "Uomini, boschi e api"

Mercoledì 30 luglio

Cinema

"Grande Grosso e Verdone"
di e con Carlo Verdone e con Claudia Gerini e Geppi Cucciari.

Rovereto, Terrazze del Mart, ore 21.30.

Carlo Verdone ripropone lo schema che ha fatto la fortuna del suo cinema: un film diviso a episodi, con personaggi macchiettistici che caricaturano vizi e virtù dell’italiano medio. L’operazione può piacere, sa far ridere. Anche se forse, come ammette l’autore stesso, "è arrivato il momento di rimettere i miei burattini nell’armadio".

"Il divo"
di Paolo Sorrentino, con Toni Servillo e Anna Bonaiuto.
Andalo, Cinema Comunale, ore 21.

Vedi presentazione al 24 luglio.

Cultura

"Libri in colore: il rosa"

Rovereto, Biblioteca Civica, ore 20.

In questo appuntamento, organizzato dall’associazione "Il furore dei libri", si parla appunto di letteratura rosa: dai romanzi di Delly e Liala alle più recenti romanticherie finite pure sugli schermi cinematografici e/o televisii, come "Il diario di Bridget Jones" di Helen Fielding o "Sex and the City" di Candace Bushnell.

Danza

"Tregua intorno ai corpi"
con la compagnia Virgilio Sieni. Per "Drodesera"

Dro, Centrale di Fies, Sala Turbina 1, ore 21.

Il lavoro prende spunto da una celebre fotografia, "Veglia funebre in Kossovo", raffigurante un militante ucciso durante una manifestazione per l’indipendenza kossovara. A parte le simpatie, nulle in chi scrive, per le sempre tragiche smanie secessioniste, la pièce vuole rappresentare le tragedie dell’Europa moderna. In scena, con altri tre interpreti, lo stesso Virgilio Sieni, che apprezziamo soprattutto come eccezionale danzatore in prima persona.

Musica

Birkin Tree
in concerto. Per "Musica Riva".

Riva, Cortile della Rocca, ore 21.30.

Un concerto dedicato alla più pura tradizione musicale irlandese. In programma, vivace musica da danza e romantiche ballate. Ordinate una Guinness e sognate la pentola d’oro alla fine dell’arcobaleno, poi fate guidare l’amico che ha bevuto solo un’acqua frizzante. 

Concerto
di Agata Szymczewska (violino) e Matsumi Ohno (pianoforte).
Gionghi di Lavarone, Centro Congressi, ore 21.

Walter Favero (pianoforte) e Enrico Maria Bassan (clarinetto)
Musiche di Saint Saëns, von Weber, Poulenc.
Dimaro, Teatro Comunale, ore 21.

Concerto d’ organo e cembalo
di Pamela Ruiter Feenstra e Ulrike Davidsson.
Smarano, Auditorium, ore 18.30.

Teatro

"Inventario"
di Cosimo Terlizzi. Performance di Damien Modolo, Manoel Morelli, Cosimo Terlizzi, Irena Radmanovic. Per "Drodesera"
Dro, Centrale di Fies, Galleria Trasformatori, ore 20.

"Candide (o il bastardo)"
con il Teatrino Clandestino. Per "Drodesera"
Dro, Centrale di Fies, Cortile Forgia, ore 22.30.

Vedi presentazione al 29 luglio.

"La quiescenza del seme"
con la compagnia Plumes dans la tête. Per "Drodesera"
Dro, Centrale di Fies, Forgia, ore 24.

Vedi presentazione al 29 luglio.

"Sulla conoscenza irrazionale dell’oggetto"
con il Gruppo Nanou, di e con Marco Valerio Amico e Rhuena Bacci. Per "Drodesera"

Dro, Centrale di Fies, Sala Mezzelune 2, ore 24.

Performance su erotismo e bestialità, con gli interpreti che evocano esseri animaleschi e primordiali.

Giovedì 31 luglio

Cinema

"Il mestiere delle armi"
di Ermanno Olmi, con Hristo Jivkov e Sergio Grammatico. Per "Il gioco dei castelli – La storia al cinema.

Besenello, Castel Beseno, ore 21.

Giovanni de Medici, detto dalle Bande Nere, al soldo di papa Clemente VII cerca di fermare le truppe di Carlo V in marcia verso Roma, ma, ferito, muore dopo quattro giorni di agonia. Film bello e struggente per la compassione del regista Olmi verso il suo personaggio morente, ma anche verso i poveri soldati che bruciano un crocifisso per riscaldarsi. Per descrivere la guerra non c’è bisogno del sangue: il mestiere delle armi è il freddo, la fame, il peso delle armi e delle armature trascinate sulla neve della pianura padana. E’ ormai una guerra degradata, dove le prime armi da fuoco tolgono valore al coraggio individuale e all’abilità dello stratega: la morte ora viene da lontano e non lascia scampo.

Cultura

"Libri in colore: il rosa"
Rovereto, Biblioteca Civica, ore 20.

Vedi presentazione al 30 luglio.

Musica

Junge Philarmonie Salzburg
In programma brani da musical di Gershwin e Bernstein. Per "Musica Riva".
Riva, Cortile della Rocca, ore 21.30.

Quintetto Veneto
Trento, Piazza Dante, ore 21.

Formazione di fisarmoniche che esegue brani del repertorio classico (Mozart, Verdi, Mascagni) e di compositori moderni.

"Musiche al tempo di Massimiliano"
con Rossella Pozzer (flauti), Andrea Albertani (viola da braccio), Pietro Prosser (liuto) e Giuliano Eccher (viola da gamba). In programma musiche da Harmonice Musices Odhecaton e Glogauer Liederbuch. A cura dell’ Accademia Musica Antica.
Rovereto, Filarmonica, ore 21.

Walter Favero (pianoforte) e Enrico Maria Bassan (clarinetto)
Musiche di Saint Saëns, von Weber, Poulenc.
Cavalese, Palacongressi, ore 21.

Concerto
dei vincitori del concorso lirico "Zandonai".
Riva, Palacongressi, ore 21.30.

Mauro Ottolini & Beppe Calamosca
Per il "NonSole Jazz Festival".
Denno, Piazza Vittorio Emanuele, ore 21.

Teatro

"Inventario"
di Cosimo Terlizzi. Performance di Damien Modolo, Manoel Morelli, Cosimo Terlizzi, Irena Radmanovic. Per "Drodesera"
Dro, Centrale di Fies, Galleria Trasformatori, ore 20.

Da "Just Linda".

"Just Linda"

con Stef Lernous e Linda Adami.Per "Drodesera"

Dro, Centrale di Fies, Forgia, ore 20.30 e 24.

Linda Adami, performer e coreografa svedese, e Stef Lernous, direttore dei fiamminghi Abattoir Fermé (vedi in "Tourniquet" alle 21), messi insieme per l’occasione, hanno creato questa sperimentale performance, di cui si sa poco.

"Tourniquet"
con la compagnia Abattoir Fermé. Per "Drodes

Parole chiave:

Articoli attinenti

In altri numeri:
Appuntamenti luglio-settembre 2010

Commenti (0)

Nessun commento....

Scrivi un commento

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Gli utenti registrati non devono inserire il codice e possono modificare il proprio commento dopo averlo inserito.

Riporta il codice di 5 lettere minuscole scritto nell'immagine. Puoi generare un nuovo codice cliccando qui .

Attenzione: Questotrentino si riserva la facoltà di cancellare commenti inopportuni.