Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Sezione principale

Un re sciatto

Invecchiando, sempre più spesso mi capita d’esser ripetitivo. S’assottiglia la lista di tavole alle quali mi siedo volentieri e cresce invece l’affetto per minestre consuete. È quindi con tutta la bonarietà - ma anche la serietà - che si adopra per rimproverare gli amici d’un errore che mi occupo oggi, in striminzita colonna, del Forst. Per un locale l’identità è tutto. Per questo lancio occhiate in tralice alle grandi catene di ristorazione, prive d’anima, “non luoghi”, come direbbe l’amico Marc Augé.

Ma le persone sanno essere più forti della targhetta ch’hanno appuntata al petto e del cappellino che ne svela l’impiego. E proprio attraverso le persone il Forst di Trento, che comunque conta(va) sorelle da Merano, a Roma, a Palermo, è diventato negli anni un punto di riferimento genuinamente autentico. Quasi duecento coperti in un bel palazzo nel cuore pedonale del centro storico. Luci basse, legni scuri, tavolini fitti, tovaglie gialle. Così, e se chiudo gli occhi mi sembra da sempre. Un bancone centrale dove spillano birra con scienza, la simpatica sapienza del proprietario, gli habitué chinati preteschi sul bancone e poi... e poi purtroppo la cucina non fa il suo. Un menù con troppe voci e pochi pezzi forti, piatti della tradizione per turisti e una pizza dalle alterne fortune. Vive comunque bene, di posizione, d’affezionati e d’impiegati e politici in riunione. Costa 20 - 25 euro, ma son soldi che si spendon più volentieri in piedi, al banco.

Ristorante pizzeria birreria Forst, Via Oss Mazzurana, 38 - 38122 Trento, Tel. 0461-235590, Chiuso il lunedì.