Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Sezione principale

Vogliamo il PD anche in Trentino

Comitato PD subito

Fra poche settimane il Partito Democratico nazionale voterà lo statuto che normerà anche in materia di PD trentino. Il dibattito di queste ultime settimane si sta dunque concentrando su tempi e modalità di costituzione di una rappresentanza locale del Partito Democratico.

Sono note le posizioni di esponenti dei partiti che a livello nazionale sono fra i soci fondatori del nuovo soggetto. Vi è da parte di alcuni il tentativo di posticipare l’avvio del processo costituente locale a dopo la consultazione elettorale provinciale di novembre 2008 fino ad addirittura a dopo febbraio 2010.

 I sostenitori del PD in Trentino hanno gli stessi diritti degli altri sostenitori del PD nazionale di avere una propria rappresentanza politica anche a livello locale e provinciale . Hanno diritto di vedere i propri valori rappresentati nelle istituzioni locali da proposte e persone che si muovano in conformità ai principi del PD e quindi sulla base di programmi elaborati e di candidati selezionati sulla base dei criteri che reggono lo Statuto e il Codice Etico (ad esempio attraverso le primarie e rispettando il limite dei mandati elettorali). Hanno diritto di partecipare alla vita politica provinciale e nazionale. Uno slittamento di uno, due o tre anni provocherebbe una discriminazione ingiustificata. Non potrebbero esercitare correttamente la loro funzione in occasione delle elezioni provinciali o comunali, ma nemmeno – in caso di elezioni anticipate – in occasione delle elezioni nazionali o di quelle europee.

Nello stesso tempo il PD nazionale ha diritto a vedere tutelato il proprio interesse ad essere rappresentato – in maniera diretta o indiretta - su tutto il territorio nazionale.

 La mancata nascita della rappresentanza provinciale del PD nella provincia di Trento  sta producendo sconcerto e disagio in molti sostenitori del PD. Pazientemente hanno accettato lo slittamento della nascita di un soggetto politico locale rispetto alla data del 14 ottobre 2007 perché fosse prevista dallo Statuto del PD nazionale la possibilità di accordi confederali. Una volta approvato lo Statuto, non sussistono motivi per giustificare l’ulteriore ritardo.

 E’ per tutto questo che un gruppo di cittadini si sono organizzati per dare vita al comitato "PD subito" che, come prima iniziativa, propone una raccolta di firme a sostegno della proposta di inserire nello statuto del Partito Democratico nazionale la norma transitoria proposta da Michele Nicoletti che fissa tempi certi e ravvicinati per l’avvio del processo costituente anche in Trentino. Il testo prevede che, passati 60 giorni dall’approvazione dello Statuto Nazionale, un soggetto locale si confederi con il Partito Democratico Nazionale o in alternativa, i trentini possano essere consultati per la formazione della costituente trentina e la nomina del segretario provinciale, come già avvenuto nel resto di Italia il 14 ottobre scorso:  "Articolo 51 (Partito Democratico in Provincia di Trento)

 1. Al fine di garantire la propria rappresentanza nella Provincia Autonoma di Trento, il Partito Democratico, entro sessanta giorni dall’entrata in vigore del presente Statuto, provvede a stipulare un rapporto confederativo con un partito locale ai sensi dell’art. 13, ovvero a fare eleggere il segretario provinciale e l’organismo costituente secondo le procedure previste dal Regolamento quadro per l’elezione delle Assemblee Costituenti dell’Ulivo Partito Democratico, approvato l’11 luglio 2007".

Tutti coloro che intendono affermare con chiarezza la propria voglia di "PD subito" possono sottoscrivere questa norma transitoria elaborata da Michele Nicoletti, che fissa vincoli chiari e tempi certi per la costituzione del Partito Democratico in Trentino. È sufficiente inviare una mail all’indirizzo PDsubito@gmail.com riportando il proprio nome, cognome, residenza,

luogo e data di nascita o inviare una lettera di adesione al Comitato "PD subito" presso la sede di via SS. Trinità 14, a Trento.