Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Sezione principale

25 anni di denunce: cronologia

Ottobre ‘81: Contestato dalle opposizioni, il presidente Mengoni acquista le costruende 3 Torri di Gardolo con un esborso di 21,4 miliardi, notevolmente superiore ai prezzi di mercato.

Maggio ‘82: Questotrentino denuncia (Tempi difficili per l’impero) la prassi della Volani Spa di non pagare fornitori e subappaltatori.

Novembre ’82: Il pretore Corrado Pascucci invia comunicazione giudiziaria a Mengoni e affida a quattro periti l’incarico di stabilire il valore dell’immobile.

Febbraio ‘84: Il procuratore della Repubblica Francesco Simeoni, alla vigilia delle elezioni provinciali, proclama che il prezzo pagato per le Torri è congruo. Ma (La perizia sulla perizia) nega la pubblicizzazione della perizia.

Autunno ’84: Questotrentino rende note parti dell’inchiesta sulla droga del giudice Francesco Palermo, in cui si parla dei rapporti tra i grandi spacciatori d’eroina e il finanziere socialista Mach di Palmestein, e dei tentativi di Craxi di bloccare l’inchiesta. Il vice di Craxi, Claudio Martelli, invita la Procura di Trento a perseguire Questotrentino, per violazione del segreto istruttorio. La sede del giornale, le abitazioni di Zacchi e Pellegrini vengono perquisite, il giornale condannato, la "pista politica" dell’inchiesta Palermo insabbiata.

Febbraio ’85: Questotrentino e Vita Trentina denunciano il progetto speculativo dell’Arcoporto. Il suo amministratore, Domenichelli, contrattacca chiedendo un risarcimento di 800 milioni.

19 Luglio ’85: Crollano le dighe di Prestavel, cancellando il paese di Stava e stroncando 270 vite.

Ottobre ’85: Azzoppato dall’inchiesta sulle Torri e screditato dalla pessima gestione del dopo-Stava, cade Mengoni.

Gennaio ’86: Sollecitato da Questotrentino,il nuovo assessore all’ambiente Walter Micheli si impegna a bloccare la speculazione dell’Arcoporto.

Aprile ’87: lo speculatore Pietro Tosolini cerca di vendere alla Pat il Centro Europa, con procedure e prezzi analoghi a quelli delle Torri.

Maggio ’87: Il Procuratore Simeoni chiede il proscioglimento di Mengoni e degli altri imputati per il caso 3 Torri.

Giugno ’88: Il processo su Stava si conclude con una sentenza molto mite: "Meno di tre mesi a morto" - titola Questotrentino.

Giugno ’88: Disattendendo le indicazioni del Procuratore Simeoni, il Giudice Istruttore Carlo Ancona rinvia a giudizio Mengoni per le 3 Torri (La caduta degli intoccabili).

Ottobre ’89: Il processo a Mengoni si conclude con un’assoluzione: il prezzo è effettivamente eccessivo, ma l’imputato innocente.

Gennaio ‘90: Mengoni querela Questotrentino per diffamazione sulle Torri. Il giornale viene assolto.

Primavera ’90: Tosolini cerca di vendere al Comune di Trento (sindaco Goio) un Centro per anziani da costruirsi all’ex-Sordomuti.

Maggio ’90: Approvata una nuova legge che regolamenta gli acquisti pubblici di immobili.

Settembre ’91: L’Adige fa scoppiare lo scandalo della metropolitana: Malossini è alle corde.

17 febbraio ’92: A Milano viene arrestato Mario Chiesa: si scopre Tangentopoli.

Giugno ’92: Cade Malossini, che passa a semplice consigliere.

Gennaio ’93: Malossini viene arrestato; reato contestato: concussione (vedi Evviva lo scandalo).

Maggio ’93: Premuto da più parti, il Procuratore Simeoni va in pensione .

Giugno ’93: Si allarga la Tangentopoli trentina: in carcere gli imprenditori Lino Gentilini e Marcello Zorzi e il presidente dell’A22 nonché grande tesoriere della Dc Enrico Pancheri.

Primavera ’94: Malossini è condannato per concussione; che alla fine dell’iter giudiziario verrà derubricata a corruzione.

Maggio ’94: Arriva a Trento il nuovo Procuratore, Francantonio Granero. Aprirà molteplici inchieste, ma dimostrerà scarsa capacità di concluderle.

Estate ’94: Il presidente moralizzatore Carlo Andreotti (Patt) compra il Centro Europa da Tosolini.

Primavera ’96: Il sindaco Dellai, ripercorrendo le orme del predecessore Goio, compera l’ex-Sordomuti da Tosolini. Le polemiche impediscono l’affare.

Febbraio ’97: La Procura della Repubblica apre un’inchiesta sulle tessere false nel Patt. Approderà in un nulla di fatto: la legge non impedisce ai partiti di essere antidemocratici al loro interno.

Primavera ’98: Proposta indecente (La farsa del nuovo ospedale) dell’assessore comunale Nicolini (dellaiano): nuovo ospedale a Trento Nord, in un’area inquinata, congestionata e troppo piccola. Il proprietario? Tosolini...

Dicembre ’98: Franco Tretter, in procinto di essere rinominato presidente della Regione, ruba un orologio in gioielleria. E’ la fine di un boss.

Novembre 2003: Malossini torna in Consiglio Provinciale con una valanga di preferenze ("Mario Malossini" biografia non autorizzata).