Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Sezione principale

Dellai-Beha: W la democrazia

Marzo 2003. Telefona "Beha a colori", la famosa trasmissione che avvicina i problemi dei cittadini alle pigrizie e furbizie delle pubbliche amministrazioni.

Riferiscono a me e al Comitato che a Moena sta lavorando per contrastare l’orrendo polo scolastico in pieno centro che stanno per organizzare una trasmissione sullo scandalo "Navalge" (il centro polifunzionale mostro bloccato da anni per mancanza di fondi) e sul polo scolastico.

A Oliviero Beha forniamo tutte le notizie utili, viene decisa la data della trasmissione, e per corettezza gli forniamo i riferimenti telefonici dell’assessorato ai lavori pubblici (Grisenti). Due ore dopo telefona una gionalista della testata, dicendo che la trasmissione è rinviata per sopraggiunte ugenze, e che verremmo richiamati in tempi brevissimi.

Non è accaduto più nulla. Se non che Beha, sabato 27 settembre, è venuto a Trento a presentare il candidato governatore Lorenzo Dellai. Ricordiamo tutti la violenta reazione del presidente alla trasmissione televisiva di "Ambiente Italia" (Rai 3) nell’aprile di quest’anno. Un presidente allergico alle critiche, evidentemente.

Ma questi giornalisti del servizio pubblico sono proprio liberi? O non succede che qualcuno sia asservito a Berlusconi, e che anche altri si lascino sottomettere dal futuro governatore trentino?