Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Sezione principale

Casa-alloggio di Gardolo: si chiude o si cambia?

Secondo un censimento risalente al giugno dell’anno scorso, in Italia le case-alloggio per malati di Aids sono 104 ed ospitano oltre 500 persone; le regioni più attrezzate, da questo punto di vista, sono la Lombardia, il Piemonte e il Veneto.

Prima esperienza del genere nella nostra regione, la casa-alloggio per malati di Aids di Lamar di Gardolo è sorta sei anni fa, e può ospitare una decina di persone. Attualmente vi sono un paio di posti liberi, ma non per mancanza di richieste. Ci sono infatti cinque malati in lista di attesa ed altri quattro che per trovare una sistemazione hanno dovuto trasferirsi in strutture extra-provinciali. Il fatto è che da qualche tempo circola la voce che la Provincia intenda chiudere questa esperienza, e gli operatori della casa non se la sentono, con tale prospettiva, di accogliere nuovi ospiti.

Intervenuto al convegno di Trento, un funzionario della Provincia ha ridimensionato la vicenda: la casa - ha detto - non verrà chiusa, ma semplicemente ricalibrata secondo le nuove necessità di malati che ormai hanno una prospettiva futura meno drammatica di qualche anno fa.

Quali saranno questi cambiamenti? Ancora non si sa: entro marzo una apposita commissione dovrebbe decidere.

Articoli attinenti

Nello stesso numero:
L’Aids 20 anni dopo: meno tremendo, più complicato

Commenti (0)

Nessun commento....

Scrivi un commento

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Gli utenti registrati non devono inserire il codice e possono modificare il proprio commento dopo averlo inserito.

Riporta il codice di 5 lettere minuscole scritto nell'immagine. Puoi generare un nuovo codice cliccando qui .

Attenzione: Questotrentino si riserva la facoltà di cancellare commenti inopportuni.