Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Sezione principale

Web per disabili

Si inaugura Abilene, primo tratto di Internet2, la rete ad altissima velocità. Questa - finalmente - sarà la vera autostrada dell’ informazione.

Roberto Loro

La nuova generazione di reti in grado di dare un’ulteriore spinta tecnologica allo sviluppo e la diffusione di Internet è ai blocchi di partenza. Si inaugura in questi giorni infatti il primo segmento di "Internet2", denominato "Rete Abilene", una rete di ricerca e di prova per lo sviluppo delle nuove tecnologie che saranno probabilmente integrate in futuro nell’Internet che conosciamo.

Il progetto Internet2, promosso nel 1996 negli Stati Uniti come test operativo di nuove tecnologie di rete, è sviluppato da un consorzio di università ed enti governativi e da aziende private quali Cisco, Nortel e Qwest. Nell’ambito del progetto saranno sviluppate e messe alla prova nuove tecnologie per il trasporto di dati a larghissima banda, saranno realizzati quindi alcuni tratti di rete con capacità e velocità di trasmissione centinaia di volte superiori a quelle attuali.

La rete Abilene, primo passo del progetto e in fase di inaugurazione in questi giorni, consentirà il collegamento di alcune università (inizialmente 37, in rapida crescita fino a 60 durante quest’anno) fornendo il supporto di base per la realizzazione e la sperimentazione di applicazioni evolute che riguarderanno laboratori virtuali, biblioteche digitali, sistemi di teleformazione in tempo reale, lavoro a distanza, progetti di realtà virtuale.

Le altissime prestazioni di questa rete renderanno possibile un’evoluzione tecnologica paragonabile al passaggio dai calcolatori con video alfanumerici a fosfori verdi a quelli di oggi, con grafica tridimensionale, immagini in movimento, altissima definizione.

Per fare un parallelo con la realtà più vicina a noi, se paragoniamo l’attuale capacità dei trasporti della connessione ad Internet utilizzata nelle nostre case con il numero di corsie dell’Autostrada del Brennero, allora Abilene avrà linee di collegamento che passano da 2 a oltre 70.000 corsie (per iniziare).

Tra le innovazioni introdotte nei sistemi di comunicazione che gestiranno questa super-rete, abbiamo il concetto di Qualità di Servizio (QoS), ovvero delle funzionalità che consentiranno, a chi sarà disposto a pagare per questo privilegio, di avere "la precedenza" nel caso di congestioni di traffico. Una sorta di corsia preferenziale che consentirà di avere la garanzia tecnologica per le prestazioni della propria connessione alla rete.

In attesa che tutto questo abbia qualche ricaduta effettiva sulla rete che conosciamo, dovremo però adattarci a quanto abbiamo oggi, continuando a lavorare da casa con il modem e sperando di evitare le congestioni di traffico. Ma in fondo lo facciamo quotidianamente con l’automobile, e sappiamo che lamentarsi è inutile...

Commenti (0)

Nessun commento....

Scrivi un commento

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Gli utenti registrati non devono inserire il codice e possono modificare il proprio commento dopo averlo inserito.

Riporta il codice di 5 lettere minuscole scritto nell'immagine. Puoi generare un nuovo codice cliccando qui .

Attenzione: Questotrentino si riserva la facoltà di cancellare commenti inopportuni.