Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Sezione principale

Bruno Dorigatti (Cgil)

Abbiamo chiesto ad alcuni esponenti delle associazioni già spesisi per le riforme un giudizio sulla norma transitoria; e una motivazione della loro assenza dal dibattito.

L'obiettivo delle organizzazioni sindacali è sempre stato avere un governo stabile. Certo, nell’attuale dibattito ci troviamo di fronte a situazioni complesse su cui non è facile esprimere giudizi. Posso dire una cosa: è opportuno che le forze politiche su questo trovino intese.

Bruno Dorigatti (segretario provinciale della Cgil) tradizionalmente tra i più decisi sostenitori della riforma elettorale.

Ma se la società civile non interviene nel dibattito politico "perchè è troppo complesso" è inutile che poi si lamenti. E’ il solito principio, ognuno ha i politici che si merita...

Mi sembra che dopo un primo momento di scontro, si cerchi di arrivare a un momento di mediazione, per salvaguardare sia le prerogative dell’autonomia, che per consentire delle norme elettorali che consentano di avere un governo che possa governare. Noi il nostro contributo lo abbiamo dato, formando con le altre associazioni il comitato per la riforma elettorale coordinato dal prof. Arena..

Questi comitati sono tanto belli; però sono altrettanto effimeri, quando la discussione politica entra nel vivo, latitano.

Non si può esagerare nell’interventismo del sindacato in campo politico. Anche se abbiamo fatto e continueremo a fare iniziative di supplenza della politica perchè si arrivi a riforme adeguate.