Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Sezione principale

LaVis, il Tribunale, la PAT

La Cantina tra soci creduloni ed ex-soci amareggiati: le fantasie (elettorali) su impossibili finanziamenti e la cruda realtà giudiziaria

Sulla Cantina LaVis ci sono state novità anzitutto giudiziarie. In Tribunale si sono fronteggiati gli amministratori di LaVis e gli ex soci che, stomacati dalla disastrosa amministrazione della triade Giacomoni-Peratoner-Andermarcher e dalla successiva connivenza del commissario Marco Zanoni, erano fuoriusciti e ne avevano denunciato in un esposto le malefatte. L’ex presidente Dellai (sponsor di LaVis e in particolare di Peratoner prima e Zanoni dopo, a evidenziare quanto l’uomo sappia giudicare, oltre alla fedeltà, la competenza) aveva paragonato gli ex soci al comandante Schettino, dando loro dei vigliacchi, mentre Zanoni aveva pensato di rincuorare i soci rimasti assicurando che sia QT come gli ex soci avrebbero pagato per le calunniose e malevoli insinuazioni contenute rispettivamente negli articoli e nell’esposto.

A distanza di un anno si può trarre un primo bilancio di tali affermazioni: 1) la querela di Zanoni contro QT è finita con una sentenza del giudice Ancona che spiega tutte le ragioni per cui quanto scritto da QT corrisponde al vero, così che la denuncia del commissario-Ad è stata archiviata, mentre le spese le sosterranno i soci; 2) la denuncia degli ex soci ha costretto la Cantina a patteggiare una pena di 25.000 euro (che pagheranno i soci unitamente alle spese legali) per “aver ostacolato l’esercizio delle funzioni delle autorità pubbliche di Vigilanza” (cioè la PAT e la Federazione); 3) gli ex amministratori Peratoner, Andermarcher e Giacomoni, per lo stesso reato e per quello di false o inesistenti fatturazioni, si ritroveranno davanti al giudice penale il 6 giugno; 4) l’Ufficio di revisione della Federazione delle Cooperative non ha concesso la positiva revisione del bilancio, consolidato e non, della Lavis.

È da sottolineare che se Zanoni, invece di avviare avventurose iniziative giudiziarie contro chi denunciava i precedenti amministratori, avesse invece avviato azioni legali contro gli stessi, com’era suo dovere di commissario, avrebbe potuto recuperare parte dei milioni svaniti nel nulla, invece di perdere altri soldi. I soldi appunto: dopo tre anni di gestione Zanoni, il problema della Cantina è sempre quello economico, dei conti in rosso. Aggravato ora dall’imminente perdita della mutualità prevalente (all’emorragia di soci si è in qualche maniera rimediato comperando vino da fuori, fino a costituire la maggioranza del giro d’affari) e dalla conseguente perdita delle sostanziose agevolazioni delle coop agricole.

Zanoni si difende a due livelli, intrecciati tra loro: le chiacchiere e gli appoggi politici. Si sondano gli assessori provinciali, specie quelli più vicini a Dellai, e in paese si fa circolare la voce che dalla Provincia stanno per arrivare 25 milioni di leasing.

“Leasing” è una parola magica: si può far credere agli sprovveduti che siano soldi gratis. In realtà si tratta di soldi concessi dalla PAT in cambio di immobili, in genere capannoni, che poi vengono affittati all’impresa e da essa riacquistati una volta passata la crisi. Dunque, niente è gratis, l’affitto è oneroso; ma soprattutto discutibile è il valore reale di un capannone, soprattutto se, come alla LaVis, oberato da ipoteche. In pratica negli ultimi 6 mesi ci sono state solo 6 operazioni di lease back per un totale di 11 milioni, come ha risposto in un’interrogazione in Consiglio l’assessore Olivi: l’operatività è affidata a Trentino Sviluppo, che deve trovare il denaro necessario sul mercato, il che non è semplice; e in ogni caso il leasing viene “sempre concluso con imprese in equilibrio economico”. Insomma, non può essere che la PAT finanzi un’impresa decotta e poi si ritrovi sul groppone capannoni che valgono un quinto di quanto sborsato.

E soprattutto non esiste che l’ente pubblico avvii un rapporto del genere per un importo così elevato (25 milioni) con un’impresa che non ha i conti a posto. Nessun funzionario pubblico e nessun assessore provinciale, senza incorrere nel rischio del danno erariale, può finanziare una società privata i cui bilanci non hanno superato la revisione e che ha appena patteggiato in sede penale per aver ostacolato proprio gli organi di Vigilanza della Provincia stessa.

Ed ecco quindi come la politica risponde alle pressioni lavisane. L’assessore all’agricoltura Tiziano Mellarini (Upt), in vista dell’imminente campagna elettorale, assicura convinto: “Senz’altro assicureremo alla Cantina il nostro appoggio”, ma poi aggiunge: “Non appena i conti saranno a posto”. Si ritorna quindi alla casella di partenza: coi bilanci non approvati e le cifre comunque in rosso, soldi non ne arrivano.

Stessa cosa per la promessa di spostare entro giugno la produzione di Casa Girelli da Trento a Lavis (per incassare una dozzina di milioni dalla cessione del terreno all’Opera Universitaria, che dovrebbe costruirvi un collegio universitario): non è stata mantenuta, il Comune non ha concesso le variazioni urbanistiche e ora si parla di un trasloco a settembre, e a settembre si farà slittare tutto a dicembre e a dicembre, a elezioni archiviate, si scoprirà che di un ulteriore studentato, a Trento, soprattutto di questi tempi, non c’è bisogno.

Quando la politica si intreccia troppo con l’impresa, non nasce niente di buono. In tempi di dura contrazione di risorse, meno che meno.

Parole chiave:

Articoli attinenti

In altri numeri:
LaVis, da cooperativa a signoria
LaVis, lo scandalo è ufficiale
LaVis: il contagio
Zanoni, la querela boomerang
LaVis, verso il baratro
La LaVis e la cooperazione
Mirco Cattani
LaVis, perdite e minacce
LaVis: Pacher e Olivi in campo?
LaVis, la lieta novella
Soldi alla Cantina?

Commenti (334)

@39 OPERAIO

ecco.. mi sembrava strano tanto coraggio dai soci cooperatori trentini : quando mai !?! quando sei stato assistito per generazioni il DNA si modifica e il coraggio viene trasformato in sudditanza...
chi rimarrà con il cerino in mano ? e ve lo chiedete ancora ? IL GIUDICE FALLIMENTARE e grazie alle indagini SERIE ... scopriremo tante altre scomode verità !
.. E TUTTI AVREMO PERSO QUALCOSA ...
ma il Diego dice che IL POPOLO LO VUOLE ... e questo è il vero problema dei Trentini che hanno dato tanto poteri a questi incapaci ! (la triade che ride alle spalle di tutti voi e si gode i soldini ... MELLARINI ...DELLAI, FRANCESCHI )

domanda operaio

perchè Zanoni invece di ipotercare i 5 comuni... non ha ipotecato Casa Girelli ?
perchè sapeva che il 01/07/14 la proprietà avrebbe dovuto essere libera da ipoteche visto che verrà ceduta.
Avete ancora dubbi sul fatto che la fine di Casa Girelli in viale Verona è una certezza ?
in questi 3 anni di mala gestione, nessuna ipoteca su Viale Verona ? non vi pare strano ?!?! è dal 2005 che i soci di LA VIS sanno che in terreno sarà venduto .. SVEGLIA !!!
oggi sono ancora più affamati di allora, pensate che facciano la differenza 60 dissoccupati in più in Trentino ?
Non ci sono più disoccupati di serie A e di serie B, la fame è fame !

Intanto LAVIS

Intanto la LaVis fa incetta di premi continua la sua attività e il referente politico più forte in Provincia, Tiziano Mellarini, sembra voler lasciare l'assessorato all'agricoltura per spiagge più tranquille dove le promesse di soldi e finanaziamenti andranno a infrangersi.
Un bene per la LaVis e i soci LaVis che finalmente potranno andare avanti nell'attività economica senza questo continuo e deleterio tira e molla che da tempo illude e deprime con alternanza quasi sospetta i più di 1000 soci con i più che 250 dipendenti e l'indotto.
CHIAREZZA per una continuità è la parola d'ordine... forse qualcosa anche se impercettibilmente cambierà.

Elezioni Scommettiamo

queste elezioni non cambieranno nulla. La polita è troppo compromessa. E la situazione non è per nulla facile. Le casse rurali continueranno a finanziare la LAvis (e le altre cantine indbitate...) perché non possono chiedere il fallimento. sono troppo esposte e metterebbero in difficoltà i soci (delle cantine) che sono anche correntisti delle casse rurali (i casi di Lavis e Mezzacorona sono emblematici...andate a verificare quanti soci della cantina lo sono della rispettiva cassa rurale ... si sono autoprestati i soldi!!).
Il problema è serio in quanto non si può continuare a foraggiare e non chiedere conto. Non si sta più investendo nella scuola e nella sanità... se va avanti così faremo una brutta fine...

??? x Quiz Votante

non capisco che centrino i cinesi. Quello che posso dire è che solo la Lega Nord ha fatto delle domande scomode in consiglio provinciale. Tutti gli altri succubi di Govrnatore che non voleva si affrontasse pubblicamente la faccenda LAvis. Poi si sa che il principe è ammico personale della Triade e che ha personalmente scelto Zanoni.Inoltre il principe andava altrettanto d'accordo con Feder coop e il suo presidente.
Purtroppo la faccenda Lavis fa parte del malcostume tutto italiano (nemmeno Trentino e Alto Adige ne sono immuni) di farsi gli affari propri con i soldi degli altri.
Ho dubbi molto seri che si riesca a fare chiarezza e chi ha "sbagliato" paghi!! In Italia è pressoché impossibile… ne abbiamo un sacco di evidenze… figuriamoci poi in Trentino dove sono tutti amici e in qualche modo collegati...

Quiz Lunedì

Si la vita è tutto un quiz !!!!! E dopo le crocette di domani , lunedì avremo molte risposte,certo è che in questi anni i soldi del Trentino sono andati tutti "fuori " provincia, vedi Muse,appalti universitari, strade....ed i Trentini alla finestra a perdere il treno , svegliatevi va là tra un po' i cinesi i ve compra la piazza del Dom e dopo per visitarla paghereo el bigliett :)

Solo bugie! Roquefort

Sono un chiaroveggente che prevede il futuro:debito Lavis(in crescita)assorbito da Cavit;ritorno di Lavis come fornitrice Cavit;fine a breve di tutto il nuovo management che sta vendendo tutto sotto costo probabilmente per far vedere aumento di bottiglie vendute;Cesarini Sforza in Cavit gratis e fine dei sogni di gloria.

x Mueller invidioso

E aggiungo: ma dove è finita la "TERRITORIALETA'" della cantina ? Cioè, vi TENGONO IN PIEDI con i soldi pubblici per promuovere i vini toscani ? Complimenti,proprio un bell'esempio, roba da esser proprio invidiosi.

x Mueller invidioso

Madonna che ragionamenti idioti.......E' come essere invidiosi di prendere "NA CARGA DE LEGNADE" Sono tutti li che non aspettano altro, o forse volava dire che vi invidiano il "MANEGIAMENT" ossia la mente veneta che sta intimorendo il mondo vitivinicolo italiano con le sue 300.000 bottiglie di vino toscano.......Che tristezza, farsi grandi per aver venduto (probabilmente in perdita, visto che devono pagare l'affitto al Vescovo, Villa Cafaggio NON è più di proprietà della La-vis) 300.000 bottiglie, UNA goccia nel mare di vino TOSCANO, con i soldi della PAT.!!!!!!!!!!Bravi, siate orgogliosi, ma state pur certi di una cosa, che NESSUNO vi invidia, tantomeno i trentini ONESTI che con sacrifici VI SOVVENZIONANO.Ma sicuramente penso che lei sia sia sbagliato a scrivere vero ?Perchè la parola INVIDIA va cambiata con PENA, di IVIDIA da ste parti neanche l'ombra......

Buon lavoro x Mueller

l'unica cosa vera in tutto quanto sta avvenendo alla lavis .... è una gran brutta cosa.
le procedure non corrette sono sotto gli occhi di tutti e a quanto pare le hanno certificate , forse malvolentieri, gli addetti alla revisione...nel silenzio assordante sia del nuovo collegio sindacale sia da parte di chi deve controllare banche per i finanziamenti, provincia per i contributi, Guardia di Finanza per i dovuti accertamenti e forse anche la Magistratura per l'ipotetico falso in bilancio e false comunicazioni sociali e naturalmente i soci che debbono sapere se chi amministra la cooeprativa sappia fare il proprio lavoro.
non è una questione di pancia...ma di rendiconti attendibili con dati certi e non inventati.
risulta dai bilanci che successivamente alla messa in liquidazione sono stati depositati (pertanto resi pubblici) i bilanci della lavis ... oltre quelli della cooperativa anche il consolidato.
tutti i bilanci firmati prima dal commissario straordinario e successivamente (quello del 2012) dal presidente della cooperativa evidenziano dati inattendibili, pertanto stando a quanto asserisce, prove di procedure non corrette.
nessuna invidia, ne sia certo, a nessuno fa piacere che i soci vengano "presi in giro "e che perda il lavoro di un anno di sacrifici.
quando si leggono "castronerie" anche l'ultima della vendita in america di circa 300.000 bottiglie e che con quello risanerete la lavis.... fa ridere i polli per l'ingenuità di chi lo ha scritto, forse necessità torni a scuola e impari la matematica.

UFFA.... Mueller

a me sembra che si parli troppo. La situazione è nota ed è abbastanza chiara. Dopo il rischio tracollo del 2010 la PAT è intervenuta e ha imposto una nuova direzione e un nuovo CDA. Questo nuovo management ha intrapreso una strada che pare dare i suoi frutti. Quindi a meno di sconvolgimenti imminenti (cosa che non mi pare proprio!) si sta andando nella direzione corretta per risollevare la cantina. Non si capisce questo accanimento. O ci sono le prove di procedure non corrette o è meglio stare zitti. L'invidia oltre ad essere un peccato capitale è ... una gran brutta cosa.

x 321 x numeri senza senso

n. 300.000 bottiglie per 10 euro cadaunoa fanno un totale di 3 milioni
n. 300.000 bottiglie per minimo 5 euro di costi fanno un totale di 1,5 milioni
difficile che 1,5 milioni di presunto utile risollevi la situazione della lavis
cmq dai conti sin ora visti, se vende a 10 euro a bottiglia, alla lavis costa 12 euro alla bottiglia.
fatevi un pò i conti cari soci della lavis... controllateli i vostri amministratori.

Per 313 Ora et labora

Domanda ma con tutti sti numeri che volano , non è che poi ci troviamo troppi asini che volano ? Qualcuno ha forse verificato o parliamo di frottole ? Chi conosce il mercato Americano sà benissimo come è difficile entrarci , ma soprattutto a che prezzo , il vino cileno è ottimo ed ha un ottimo prezzo, il ricarico poi di spese che partono dalla produzione e finiscono con la commercializzazione e la vendita non son bruscolini. Provate e chiedete quanto costa l'invio di merce e le tasse d'importazione....cari soci gli incapaci rimangono incapaci ,perché non bisogna solo saper vendere bisogna anche saper far conti!!!! Ed in questi momenti aziende solide ne vediamo ogni giorno sui giornali, anche contadini che tornano a fare i dipendenti !!! Ora et labora !!!

Invidiosi Fate i conti

Zanoni parla di 300.000 bottiglie in america. A 10 euro l'una risanerà i nostri conti senza aiuti PAT. Forza ERcolino che gli dei sono con gli audaci.

disastro Tam-tam

Ormai la La-vis è lo zimbello di tutto il mondo vitivinicolo.
E' diventata lo specchio dell'imbroglio e dello sperpero di denaro pubblico e privato(soci).
Con la sua politica commerciale fallimentare mette in difficoltà tutto il mondo enologico trentino(costringendo anche gli altri a prezzi di vendita ridicoli).se quattro anni fà invece di mettere incapaci al timone fosse fallita, sistemando i soci in altre cantine,tutti sarebbero felici e contenti.

zanoni 777

nell'ennesimo comunicato stampa che i giornali trentini hanno fedelmente trasmesso al momento giusto, Zanoni ... mentre vi spiega, cari soci che, i vini di Cafaggio volano, (confermo che parliamo di un numero di bottiglie insignificante rispetto a quello che potrebbe essere il solo mercato di NY, figuriamoci di tutti gli USA), Zanoni vi butta li che "che stanno facendo investimenti per rilanciare Villa Cafaggio" . E' un pò come quando vi ha detto, svalutando in un colpo solo 6 mil di magazzino a LA VIS che RI-valutava il magazzino. Cafaggio è stata ceduta a ISA, il 01/07/13, quindi saprete quanto ci avete perso solo fra un anno circa... e gli investimenti di cui parla ZANONI son quelli per pagare il mega affitto a ISA per la famosa tenuta nel Chianti ... gli affari si fanno cosi: si svendono le proprietà e poi per lavorare le si riaffitta: GRANDE MAGO !!!
comunque, come scrive ancora qualche socio, l'importante è che arrivino i soldi. Cari soci, perchè non inziate a spacciare droga... anche con quella "arrivano soldi", se il fine ultimo del vostro lavoro di fedeli soci COOP è solo questo!

x 317 dominque

Se il tuo ottimismo ti viene da quei 2 articoletti comparsi sui giornali ti ricordo che si parla dei vini di Villa Cafaggio... che produce qualche bottiglia buona ma con la vendita della quale non pagate neanche lo stipendio di Ercolino !!! Il caro Olivi poi il suo leaseback ( si scrive così) non ve lo da comunque visto che soldi non ne ha più neanche mamma provincia e in caso sono ben altre le aziende che ne hanno bisogno.
Infine il caro Paris ti ricordo che ha vinto la causa intentata da Zanoni e aspetta solo il risarcimento che naturalmente pagherete voi soci . Perfetto ? ah,ah,ah !

Il bilancio sarà perfetto.

Con le vendite e gli incassi americani i problemi sono finiti. FINITI. Ho sentito che arriveranno anche gli arretrati tanto sono contenti del nuovo vino. E così Paris finisrà di scrivere stupidaggini. Grazie ai dollari degli arretrati anche Olivi potrà tenersi il suo lease bak. Grazie America. Grazie Zanoni, Viva la LAVIS!

uffa Avisio

10.000 euro ce li metto io! Socio Lavis da 2 generazioni!
A parte gli scherzi. Non si sa ancora nulla del bilancio. Le voci sono controverse ... c'è chi dice che ci saranno svalutazioni altri dicono invece che il bilancio sarà buono. Altri ancora dicono che il bilancio sarà buono solo grazie alle alchimie contabili dello stuolo di commercialisti arruolati ...
Io credo che non si saprà nulla. Speriamo solo che arrivino i soldi !!

Per 314 svalutazione

La "famosa svalutazione" non fa nemmeno più storia Preparati alla prossima svalutazione che è già in arrivo con il prossimo bilancio. Pare che supera i 10.000 EURI

per 310 777

le vendite VOLANO !!!
lo diceva anche Giacomoni, ... prima che VOLASSERO VIA anche 6 milioni di euro nella famosa svalutazione crediti del 30/06/2010 .. .o ve li siete già dimenticati ? chiedete a Zanoni che vi faccia vedere un VERO bilancio della FWI ... anzi sperate che Ettore Paris ne pubblichi uno VERO... così capirete perchè il bilancio della FWI non è mai stato "Consolidato" (leggi = inserito nel bilancio LA VIS) con il silenzio/assendo del caro dott.COZZIO e della COOP ...lo stessp dott. COZZIO che ha scritto nel 2008 che c'erano dubbi sui crediti FWI .. ma quando lo stesso anno la FWI è stata SILENZIOSAMENTE CEDUTA.. si è ben guardato di fare anche solo una domanda su questa cessione, che finalmente la GUARDIA DI FINANZA ha definito FITTIZIA... intanto LUI, il Cozzio, gira con il mercedes .. e voi siete li con le pezze al culo !

tranquilli tranquilli

In america si vende tantissimo. Non si incassa nulla ma la tradizione e' salva e scusate se e' poco.......

x roncola e pan al pan assurdi

Ma che caspita state blaterando studiate e imparate, allora potrete controllare e dire opinioni sensate; se conoscete qualcuno che è in grado di fare questo tra voi blateroni pro LaVis allora se ne può discutere.
Cosa ca..o vuol dire in america si sta vendendo bene (NUMERI non CHIACCHERE) altrimenti tutte le vostre opinioni sono opinabili.
Rispiamate a noi soci discorsi che ci fanno odiare ancor più, roncole e amanti delle carte bollate state zitti per voi e per noi.

x 308 pan al pan e vin al

In realtà non v'è democrazia!!!! Se la roncola abbatte 10 vigne viene perseguita, se su questo blog vengono riportate falsità nessuno viene perseguito, è questa la democrazia che volete ??? Abbiamo tutti il diritto di dire la nostra opinione, ci mancherebbe !!! Il problema sono le tante falsità che si raccontano in questo blog. Accuse infondate che minano la stabilità e il futuro della la Vis, questo è quello che fate con la vostra " RONCOLA", tagliate le gambe a chi vuole andare avanti, allora che differenza c'è tra le due roncole ? Nessuna , la prima taglia le viti, 10, 20 ,100 e crea un danno al socio, la seconda , ben più affilata, crea un danno a 1000 soci in un sol colpo !!! Da questo blog emergono anche verità, scomode, che fanno male, ma che è giusto dire !!! Ora dobbiamo solo capire cosa si vuol fare, non ci sono molte strade percorribili, se siamo arrivati a questo punto è anche per colpa dei soci che non hanno vigilato. E' colpa degli ex soci che hanno fatto una protesta impostata in modo errato, non destituisco un regime se non ne ho uno pronto da insediare subito dopo, non ammazzo Saddam se non ho pronto un sostituto altrimenti è peggio, senza guida regna il caos, qualunque essa . !! Voi avete destituito e in questo modo avete spianato la via ai poteri forti della politica, avete fatto il loro gioco, ora non demolite ciò che ne rimane, se riusciamo ad uscirne è un bene per tutti, anche per voi ex soci. Il monopolio della vostra Mezza potrebbe essere un suicidio per tutto il comparto, altro che 50 euro al quintale, 30 e zitti, altro che vino di qualità !!! Aprite gli occhi fin che siete in tempo !!

letto adige e trentino

In america lavis va alla grande vendendo moltissimo. Speriamo questa volta paghino il vino che comperano. . . .

resurrezione socio

caro In Vino Veritas, la Lavis sta risorgendo. Ne sono prova i vari riconoscimenti internazionali (vedi l'Adige di oggi) e l'aumento delle vendite e del fatturato. Quello che si voleva fare per risistemare i conti è stato compiuto. Certo non si poteva fare subito. Entro il 2015 tutto sarà a posto.
Vedrai. Lunga vita alla LAvis!!

Al roncola In vino veritas

Caro Roncola ,
Sembri proprio figlio del sistema ! Tu , mi permetto di darti del tu, quando dici che i soci e i dipendenti sono vittime...parla sottovoce perché chi si è alzato in piedi e ha detto le cose come stanno è stato palesemente cacciato , e se era un dipendente mandato a far qualcos'altro .
I soci ora ex , dal suo amico ora AD durante le riunioni alla richiesta di informazioni e notizie , diceva ....se non vi sta bene andatevene ! Non vorrei dire il modo, o l'epiteti ogni tanto chegli sfuggivano, ma mi pare che gli ex se ne sono andati ma i furbetti ve li siete tenuti in casa per un bel po' di tempo ,ciò che non volete fare e dire é che purtroppo gli ex avevano ragione. Ma in quel momento bisognava disfarla e ricostituirla , non certo con certa gente , ma gli ex erano pronti a mettere in gioco la propria azienda per un risultato trasparente,le dimissioni erano un atto forte per dire la contrarietà a quel tipo di gestione , che poi divennero definitive a causa del clima di astio che si era creato, era un atto di rivolta , si voleva la verità ma non è mai stato capito. Al contrario a qualcuno è risultato migliore star li è continuare con la magnadora....
Trovo assurdo che tu parli di aver subito, credo che è chi se ne va che è incavolato,lascia tutto e vi ha lasciato pure una vendemmia, ma che dire io spero che la Lavis risorga , lo speravo prima come ora ,certo è che la cooperazione non ha dato un grand' esempio di onestà e correttezza, se la funzione primaria di una cooperativa è soddisfare i soci a minor costi possibili ,perché sono i soci in prima fila a pagare ,beh in questi ultimi anni la Lavis credo non riuscirebbe a dimostrarlo ,forse con i soliti raccomandati a progetto qualità . Comunque auguri...

smaltimento reflui mastro lindo

Non condivido quasi niente di quello che fanno alla LAVIS ma per correttezza bisogna dire che :
1. se ci sono problemi con lo smaltimento reflui sono stati ereditati dalla precedente gestione , anche se credo siano in regola.
2. c'è sicuramente il progetto per un depuratore , magari è già iniziata la costruzione, in quanto mesi fa sui giornali c'era notizia che è stato concesso il finanziamento per questa operazione . Quindi si sta sicuramente lavorando per mettersi a posto.
3. comunque i reflui vengono da sempre portate via dalle cisterne di una nota ditta specializzata . Queste cisterne si vedono da anni che girano nei piazzali della cantina . Questo mi fa dire che sicuramente sia in passato che adesso si sono rispettate le norme . Il traffico di camion dei reflui è notevole e ci saranno sicuramente anche tutti i relativi documenti di accampagnamento e relativi pagamenti, considerando che questa ditta di smaltimento non lavora certo gratis .
La cantina sarà attaccabile su mille altre cose , ma trovo sbagliato che si insista su questo argomento depuratore .

x 303 Mahh.....

Mi convinco sempre di più perchè da quella cantina scappano tutti,fino a che in giro ci sono soci che scrivono che ci vorrebbe la roncola......Onestamente fossi un socio di quella cantina mi vergognerei come un verme di aver come"COLLEGA" chi scrive certe cose !!! Tra il resto occhio......le prime viti che trovano tagliate la polizia postale ci mette un'attimo a risalire a chi scrive certe stronzate, e non è certo così che si rilancia una cantina.

x 303 no omerta'

L'omerta' non e' mai una bella cosa , non si puo' sempre far finta di non vedere. Se negli anni scorsi qualcuno avesse denunciato per tempo il vero stato delle cose non si sarebbe arrivati al tracollo. Se veramente Lei vuole lasciare un mondo migliore ai suoi figli forse dovrebbe ragionare diversamente. Quindi non si arrabbi con chi denuncia i misfatti passati ed attuali. Parlare di ritorsioni a roncolate mi sembra poi inopportuno , se il concetto di giustizia che avete a Lavis e' questo siete fuori strada... Poi veda un po' Lei...

x roncola selvaggia TREMO TUTTO

che paura!!!
Un po' di questa foga avresti dovuto metterla quando c'erano le manifestazioni contro la triade. Invece a parte pochi dipendenti di casa girelli tutti zitti (quelli di lavis) in ossequio a Peratoner e soci ... e tuti ... "sperente che el Delai el ghe meta na peza!""
voi dovete vergognarvi non noi!

pan al pan e vina al vin Roncola selvaggia

Ficcatevi bene in quelle menti bacate quanto segue.
I soci e i dipendenti della La Vis sono vittime del disastro compiuto dalla triade, il tutto avvallato dalla politica e dalla Federazione !!! Trovo sconcertante che su questo blog scrivano indisturbatamente degli individui, probabilmente ex soci , che a tutti i costi vogliono infangare e mettere in cattiva luce quanto stiamo faticosamente facendo per risollevare la nostra AZIENDA. Noi incolpevoli, cazziati e mazziati, teniamo alla nostra azienda come teniamo alla nostra famiglia , siamo stufi di sentirci offesi da ex soci che sono scappati dopo aver goduto !!! Nessuno vi ha obbligati ad andarvene !!!! Potevate rimanere per contribuire a costruire una nuova La Vis, con fatica, rimettendoci, combattendo contro le ingiustizie che ancora ci sono e che dovremmo azzerare, ma principalmente per costruire un futuro migliore per i nostri figli !! Voi siete scappati pensando al profitto immediato, fregandovene del futuro e preferendo il guadagno immediato fin che dura. Cazzi vostri e cazzi nostri, ognuno si affidi al proprio destino. Se volete rifarvi del denaro perduto rompete i coglioni alla triade , rompete i coglioni al nostro AD perché faccia causa alla triade. La triade è responsabile di tutto, prendetevela con loro e non rompete più i coglioni a chi vuole lavorare. Omeni avvisati ...mezzi salvati , se dalle parole passiamo ai fatti.... so cazzi per tutti!!!!

x zorro sergente garcia

Chiuderle tutte , sono solo dei pozzi di debiti senza fondo. Costa meno dare un sussidio a contadini e dipendenti. Ai dirigenti di questi carrozzoni invece neanche un centesimo, nemmeno la liquidazione , anzi un calcio nel sedere e una bella richiesta danni per il modo sciagurato con il quale hanno lavorato. Ma gia' dire che hanno lavorato e' una offesa per chi lavora veramente.

parliamone zorro

purtroppo... nonostante tutto e tutti Lavis andrà avanti in quanto c'è una volontà politica di farla andare avanti. Certo hanno iniziato le dismissioni ... forse cederanno Cesarini a CAvit (magari non è un caso che l'AD di Cesarini sia stato x 11 anni in Cavit). Sicuramente non uscirà niente perché altrimenti dovrebbero giustificare l'inadeguatezza del sistema COOP/PAT dove sono stati messi al vertice gli amici degli amici e sono stati foraggiati nei loro assurdi sogni di magnificenza con denari pubblici. Sovente questi denari sono stati spesi male e a volte fatti sparire... se i revisori di FederCoop dicono che a LAvis "mancano" 21 milioni... possibile che nessuno in Provincia dica: "Ehi ma dove sono finiti i NOSTRI soldi?". Forse lo sanno ... e forse non vogliono scoperchiare un sistema malato dove non esce il migliore ma solo chi ha più agganci...
Sarei curioso di vedere come saprebbero stare sul mercato le nostre cantine sociali se dovessero pagare le tasse che paga un'azienda normale e se non fossero costantemente aiutate dalla PAT o da chi per essa.
Purtroppo ciò non avverrà. Anzi si cercherà, per quanto concerne LAvis, di buttare fumo negli occhi... spostando Girelli... mi sembra di rivedere quello che è successo nel mondo del latte. Investimenti, accorpamenti, milioni di euro pubblici per poi chiudere il tutto!!!

x 297 x297

E cosa dovrebbero fare o dire i soci che aprono gli occhi ??????Vedendo cosa stà facendo il "Messia" con i soldi di tutti gli gireranno le palle, e hanno ragione.

per291 789

Meglio mettere in chiaro alcune cose, visto come scrivono alcuni COOPERATORI TRENTINI su questo blog.
Non sono socio di Mezzocorona, non sono socio di nessuna Cassa Rurale e non ho neanche la tessera del supermercato COOP.
Quello che lei scrive sul depuratore dimostra tutta la sua/vostra ignoranza.
Non potete trattare i reflui perché non avete il depuratore, come previsto da normativa, visto che nella sua risposta la cita. Quindi per essere CHIARI: non avendo il depuratore l’unico modo di smaltire “come da normativa” i reflui è affidarli alle ditte autorizzate. Quindi a me non serve fare un giro per la cantina, mi basterebbe vedere le fatture emesse da chi “dovrebbe smaltire” per conto vostro, oltre ai formulari dei rifiuti . Preciso : il formulario dei rifiuti non è, come lei potrebbe pensare, LA VOSTRA FORMULA MAGICA per FAR SPARIRE IN QUALCHE TOMBINO I REFLUI TOSSICI DEL TRATTAMENTO DELL’UVA e della LAVORAZIONE DEL VIINO, ma è un documento richiesto dalla normativa per il monitoraggio della produzione e smaltimento dei rifiuti.
In quanto al fatto che avete ripreso a correre … è vero : CORRETE SEMPRE DIETRO AI VOTRI DEBITI … ma sono sempre più veloci di voi !

Uffa... SocioRealista

sono stufo di sentire le solite cose! Tutti contro la Lavis... anche dei soci che continuano a lamentarsi per le vie del paese.
Si sta dando contro a Lavis dal 2010 solo qualche mese prima era portata ad esempio. Ora, può darsi che prima non fosse tutto oro, ma nemmeno che adesso sia tutto me..da!
Non ci credo che sta andando tutto così male... non ci credo che siano stati commessi i fatti che si scrivono qui. Se le cose vanno avanti significa che si sta andando nella direzione giusta e che gli organi competenti hanno deciso che la strada intrapresa è quella giusta. Altrimenti non ci sarebbe sostegno della PAT.
In tanti mi dicono che non può andare avanti a lungo. Ma sono anni che me lo dicono e sono anni che andiamo avanti...
Ditemi signori a chi dovrei credere? io sto ai fatti. Lavis sta andando avanti e sta pagando i soci quanto promesso!

balle doppie balle

Sono stato un socio della La-vis e mai, e ribadisco mai ci hanno mai parlato del depuratore.

x verità bingo

Vi state rialzando talmente bene che già si sente parlare di dismissioni di Cesarini Sforza........Come si suol dire in buon Trentino" Fin che ghe nè, viva Noè", ma voi mi sembra che continuate a vendere ma i debiti non calano.Venduta Cesarini basta,cacca fino alla testa......

X VERITA'&Co rilancio

si sta rialzando ? vada a parlare con qualche dipendente ONESTO del gruppo su come vanno realmente le cose, cosa si imbottiglia, quanta uva è arrivata, la condizione di macchinari e strutture, le paghe di certi dirigenti o pseudo tali e le porcate che fanno.... se ingiustamente arrivano gli aiuti sarà solo una boccata d'ossigeno per tenere buone le banche, non di certo per migliorare la situazione e magari concretizzare il farneticante progetto di trasferimento della Girelli.
Inoltre si faccia un giro nei discount e vedrà quali etichette trentine ci trova !!! Per quanto riguarda il Trentino è la sua cara Lavis che la fà da padrona con vini " buoni"a prezzi stracciati. Ci vada così poi vediamo....

che palle..... che palle .....

che si sappia, il depuratore è in progettazione da anni come da anni erano stati stanziati contributi... sbaglio ?...... vedere i documenti.... non credo basteranno a coprire i costi ma sicuramente è un aiuto.
Questo vuol dire che fin ora si è derogato alla normativa vigente, più o meno correttamente.
importante a mio parere che la lavis realizzi il depuratore anche con totale copertura del costo da contributi provinciali, ne guadagnerà l'ambiente e la vostra salute.
nessuno vuole male alla lavis, naturalmente non fa piacere sapere che ci sono soggetti che truffano altri soggetti, i truffatori devono pagare.
comunque chi rosica in tutto questo marasma della lavis sono i soci che perdono credibilità e guadagni visto le remunerazioni dal 2010 ad oggi e viste le previsioni future, considerate le continue perdite di redditività.
i raccontapalle sono solo raccontapalle non sanno cosa dire.

finalmente Verità

qualcuno che dice le cose come stanno! Lavis si sta rialzando !!
E se arrivano i promessi aiuti della PAT non vedo problemi. Il depuratore è in fase di progettazione e sarà realizzato in tempi rapidi come è stato spiegato ai soci nelle varie assemblee di zona.
Mi spiace tanto....per chi ci vuole male ....

x287 Carobole a colazion

Quando non si sa più cosa scrivere ...ecco che rispunta la storia del depuratore. Non si preoccupi, la La Vis non commette nessun reato e smaltisce i reflui come da normativa, non ci crede ??? Invece di scrivere cazzate , faccia come ho fatto io, chieda agli amministratori d'accompagnarla a visitare l'azienda ed il trattamento dell'acqua di risulta, vedrai che poi si metterà il cuore in pace. Tutto questo però lo può fare se è socio o almeno socio sovventore, se non lo è si limiti a controllare i reflui della sua Mezza, che sicuramente non ha e non potrà controllare perché li i soci non li fanno nemmeno scendere dal trattore !!!!! Ha veramente rotto i coglioni, la La Vis, dal 2012, ha ripreso a correre e presto ne vedrà i risultati, se poi questi daranno fastidio alla sua nuova cantina.....allora risichi...ma rosichi in silenzio perché per sparar cazzate e scappare di cantina in cantina probabilmente è un maestro , ma per il resto è patetico . petulante, pesante e scorretto. Le consiglio di mangiare carobole a colazione e " en bel cigot " prima di andare a letto...così riuscirà meglio a trattenete le sue " cagate" . Con affetto un ammiratore della la Vis

x i sognatori x chi imbroglia

In effetti il soggetto si firma "verità" ha torto marcio.
a partire dai conti della LaVis .. sin ora non c'è nè uno che dica qual'è la situazione reale, si veda l'ltimo bilancio approvato, bocciato alla grande dai REVISORI.
Se notate le operazioni si fanno sui giornali e poi si registrano nel bilancio successivo (di solito le registrano a luglio) in modo passino nel dimenticatoio e si raccontino storie ai soci dei conti in ordine per poi vedere i bilanci in perdita e non approvati dai revisori.
la tanto decantata attività di vendita ai discount... bene se c'è margine anche minimo di 1 centesimo a bottiglia + già qualcosa .... scoprirete invece che non c'è margine sta vendendo in perdita. farà girare i soldini però in perdita, stanno aspettando i contributi provinciali ... attualmente non ci sono nemmeno i soldi dei finanziamenti dei soci .
Provate a chiedere se hanno i soldi per rimborsare PROMOCOOP .....ne vedremo delle belle ....non riescono nemmeno a pagare piccoli fornitori .....
La giustizia stà facendo il suo "lento" corso ... a arriverà a un dunque anche, come immagino, la rimozione di chi non ha fatto il proprio dovere.
Sogna caro "verità" puoi solo sognare ad occhi aperti, la Lavis pagherà i suoi debiti con gli ex-soci e con la Giustizia. Tra le altre cose risulta abbia già ammesso le proprie responsabilità.

123 ... ma che c'è Verità

noto con stupore che ci sono ancora commenti volti ad insultare Lavis, i suoi soci e i suoi dipendenti. Sinceramente non capisco tutto questo astio. Non capisco a cosa sia imputabile. Lavis ha avuto aiuti e vero...ma li hanno avuti in tanti. Ci saranno state cose fatte in modo non corretto ma sfido a fare una qualsiasi verifica in altre cantine o aziende e trovare tutto a posto.
Ora che si sono sistemati i conti procedendo con il piano di dimissioni e che si sta salvando il lavoro di un sacco di gente ...si continua a darci contro.
MA che volete. Se avete fatto denuncia e non è stata accolta significa che non ci sono reati da contestare! C'è poco altro da discutere.
X 123 e per i soci che leggono il blog posso dire che Lavis è salva e che sta sicuramente meglio dal punto di vista finanziario rispetto al 2010. E visto che si continua ad andare avanti e ad avere riscontri positivi dal mercato il futuro fa ben sperare. Inoltre che c'è di male a fare vino per i grandi discount. Mezzacorona è tenuta in piedi dai discount... e Cavit lo stesso...
Ancora una volta qual è il problema ... l'importante è che i soldi entrino!

per 285 123

SIETE SALVI ? gli unici soldi che arrivano sicuri sono quelli delle grandi catene di distribuzione e hard discount forniti da CASA GIRELLI, i cugini di serie B che sanno lavorare molto meglio di voi e grazie ai quali funzionano per molte ore all'anno anche le vostre linee.
QUINDI nemmeno i soldi a pioggia della PAT vi salveranno, e poi se i tre verranno condannati... voglio vedere quanti soldi la cantina dovrà tirare fuori per i risarcimenti a favore di chi, a differenza di voi, ha AVUTO IL CORAGGIO , di alzare la testa !
del resto al vertice della FED COOP trentina c'è tale SCHELFI che vi ha fottuto nel 2005 quando sapeva della fidejussione ... e non ha detto nulla... il vostro leader indiscusso ... perchè come dice CROZA (... ma forse non lo conoscete) quando imita il PADRINO "la famiglia è la famiglia" ...

per 285 123

lei scrive LAVORIAMO PER TERRITORIO ... ma quando vi si chiede perchè non avete il DEPURATORE, la risposta più approfondita che si sente dire è "CI HANNO DETTO CHE VA BENE COSI' " ... e a voi va bene !
anche i tre rinviati a giudizio vi avevano detto che i conti andavano bene ... e gli avete creduto, fino a che vi hanno pagato il vino "troppo" rispetto al valore di mercato. Forse vi hanno pagato troppo il vino perchè a differenza delle altre cantine, che hanno costi di depurazione NON INDIFFERENTI e che rispettano "nei fatti" il TERRITORIO voi avete sempre scarico i REFLUI in modo scorretto e poco costoso. Chiedete a Michele Leonardelli che vi faccia vedere la fatture relative ai costi di depurazione .. e capirete da soli che troppi LIQUIDI se ne vanno a NOSTRE SPESE e alle spese del TERRITORIO.
E QUANDO USCIRA' LA VERITA' nessuno dei vertici se la caverà davanti alla legge e voi e la vostra ignoranza e collusione con il potere non avrete scuse di fronte al resto d'Italia !

X284 abcd

Farabutto sei tè e la banda di LESTOFANTI che ti comanda.Se sei IDIOTA e non sai contare fino a 3 prima di scrivere STRONZATE non è colpa di nessuno,ma se i soci RIMASTI sono come tè ........AUGURI, ne avete PROPRIO BISOGNO.

x Farabutti Verità

lascia stare non vale la pena... c'è un sacco di gente che sta rosicando perché ci aveva già visti falliti! Poi, siccome falliti non siamo, hanno iniziato a svenderci a CAvit! Ma siccome siamo in grado di andare avanti con le nostre forze allora diamo fastidio. Si attacca la PAT perché ci sta aiutando, dimenticando che il pubblico è intervenuto un sacco di volte in operazioni che poi non sono rimaste sul territorio. Noi che siamo radicati e che lavoriamo per il territorio ci attaccano.
Lavis non si deve salvare...perché è GIA' SALVA!!! che lo sappiano quelli che ci attaccano! E' questo che vi dà fastidio vero???!!!
Poveretti!
Scrivi un commento

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Gli utenti registrati non devono inserire il codice e possono modificare il proprio commento dopo averlo inserito.

Riporta il codice di 5 lettere minuscole scritto nell'immagine. Puoi generare un nuovo codice cliccando qui .

Attenzione: Questotrentino si riserva la facoltà di cancellare commenti inopportuni.