Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Sezione principale

Dopo la truffa la beffa

Luca Rizzoli

Scrivo questa lettera per rendere noto a tutti un disservizio che fa capo a Poste Italiane e di cui sono vittima, come purtroppo tanti cittadini colpevoli solo di essersi affidati a questo servizio impegnando i loro soldi, certi che una grande azienda come Poste Italiane fosse sinonimo di buon servizio e garanzia contro truffatori e speculatori. Ahimè, così non è!

Chiunque potrà rendersene conto consultando il servizio Internet dove una sequela infinita di reclami per prelievi fraudolenti su Postepay sono rimasti inevasi e tutti questi incolpevoli cittadini si sono visti sbeffeggiati, e prosciugati dei loro soldi. Non c’è Polizia postale, non alcuna garanzia, si è esposti a qualunque operazione truffaldina e di questo nessuno risponde. Pur avendo a disposizione dati inconfutabili sugli autori dei prelievi fraudolenti, questa grande azienda se ne frega, e questo mi lascia assai perplesso anche sul fatto che sia possibile concedere legalmente un servizio così importante e reclamizzato quale il Postepay che attira migliaia di clienti i quali ne usufruiscono, come succede a me anche per pagamenti di biglietti aerei e tante altre operazioni, senza che il titolare di questo servizio sia obbligato a fornire garanzie per gli utenti. Sono stato fregato, ed ho i tabulati che attestano tutti i prelievi fraudolenti, ma a fronte di un furto di 1.268 euro, Poste Italiane mi ha rimborsato euro 38 (rimborso per estinzione carta Postepay).

Ora mi rivolgerò al concordato bancario e anche ad un avvocato ed auspico - come fatto presente da tanti che hanno subito questa fregatura - l’avvio di una class-action per addivenire al giusto risarcimento. È una vergogna che in questa nostra Italia una grande azienda nazionale possa impunemente comportarsi in questo modo verso i propri clienti, ed auspico un risveglio delle autorità competenti perché questo disservizio che porta tanti soldi nelle tasche di truffatori impuniti possa avere una positiva conclusione.

Commenti (0)

Nessun commento....

Scrivi un commento

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Gli utenti registrati non devono inserire il codice e possono modificare il proprio commento dopo averlo inserito.

Riporta il codice di 5 lettere minuscole scritto nell'immagine. Puoi generare un nuovo codice cliccando qui .

Attenzione: Questotrentino si riserva la facoltà di cancellare commenti inopportuni.