Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Sezione principale

LaVis, la lieta novella

“Una buona notizia” titola giulivo il “Discorso del Presidente n° 6”. Il Presidente che si esprime a discorsi numerati non è quello della Corea del Nord e nemmeno di Cuba, bensì della Cantina LaVis, il buon Matteo Paolazzi catapultato da semplice dipendente allo scranno presidenziale dall’uomo forte, fortissimo, l’Amministratore Delegato Marco Zanoni, che ama circondarsi di uomini di paglia. E la “buona notizia”? Già nel titolo (dell’ineffabile Discorso n° 6) Paolazzi mette le mani avanti “una buona notizia (anche se qualcuno cerca di dipingerla diversamente)”. E in effetti la lieta novella consiste, secondo Paolazzi, nel patteggiamento con il Tribunale della cifra di 25.000 euro per non aver inserito nelle carte sociali la mitica fideiussione con cui la Cantina si strozzava da sola regalando un bel po’ di milioni a Isa, la rapace finanziaria del vescovo.

A dire il vero a commettere il fattaccio erano stati i precedenti amministratori (sui quali peraltro né Paolazzi né Zanoni hanno ancora pensato a rivalersi) però responsabile è la Cantina. Da qui è incomprensibile il gaudio di Paolazzi: non solo perché sono 25.000 euro che se ne vanno, ma perché con il patteggiamento si certifica che la Cantina ha presentato bilanci fasulli. Nel momento in cui, versando in difficoltà, vagheggia mitici leaseback dalla Provincia, il riconoscimento giudiziario di aver presentato conti taroccati - unito peraltro ai reiterati, pesantissimi rilievi dei revisori - è piombo alle speranze di avere i finanziamenti provinciali. Non a caso gli assessori hanno - in campagna elettorale - prontamente risposto: “La Pat farà la sua parte - aggiungendo - non appena i conti saranno a posto”.

Il fatto è che la navigazione zanoniana della LaVis in un mare di ambiguità, non porta a niente. Non ha denunciato gli amministratori precedenti, non si è rivalso su di loro, ha anzi accettato senza colpo ferire 6 milioni di misteriose perdite dalla strampalata società americana, con cui poi ha rinnovato i contratti, ha proseguito a pompare l’immagine di Cantina virtuosa dall’ottimo vino trentino Doc, buttandosi contemporaneamente sulla commercializzazione a prezzi stracciati di vino da battaglia proveniente da tutta Italia. Insomma, ha preso in mano un’azienda in difficoltà, ma si è ben guardato dal recuperare il patrimonio dilapidato; e nemmeno si è messo a ricostruirne l’immagine, né dal punto di vista della serietà contabile, né di quella industriale. Anzi.

Zanoni, e Paolazzi, e purtroppo diversi contadini hanno un’altra strategia: compiacere la politica, e sperare nei suoi favori. Ma in tempi di crisi, e con procedimenti giudiziari sfavorevoli, anche questa si rivela una chimera.

Non solo. La mancanza di rigore, di serietà che è piombo ai piedi anche nei rapporti con i privati. Come si sa, sono tre anni ormai che Zanoni presenta un “piano di dismissioni”, vendita cioè di assets (terreni, capannoni, aziende) ritenuti non fondamentali. Ha venduto solo alla Provincia, che generosamente ha comperato tutto quello che ha potuto. Poi il “piano di dismissioni” si è arenato. I privati, a iniziare dalla stessa Isa, non si fanno avanti, anche se, più che di dismissioni, ormai si parla di svendite. Perché?

Il motivo è presto detto: aleggia lo spettro delle revocatorie. Se un’azienda fallisce, tutti i beni che ha venduto nei due anni precedenti, non sono più del compratore, vengono “revocati”, entrano nel patrimonio del fallimento, e il compratore si accomoda nella schiera dei creditori. In buona sostanza rischia di aver speso soldi per rimanere senza niente in mano.

Qui sta il punto. Zanoni alla LaVis non è il Bondi della Parmalat. Il vuoto spinto della sua strategia industriale, poggiante solo sulla speranza di improbabili aiuti provinciali, spaventa i privati. Nessuno è disposto a scommettere sulla LaVis. Le dismissioni restano nel libro dei sogni.

Non si conduce un’azienda sperando solo in Dellai. E meno che meno nei suoi eredi.

Parole chiave:

Articoli attinenti

In altri numeri:
LaVis, perdite e minacce
LaVis: Pacher e Olivi in campo?
LaVis, il Tribunale, la PAT
La LaVis, i consulenti, il giornalista

Commenti (4)

Neues Jahr Darlehen Angebot ELISHA SMITH

Sei stato rifiutato da banche o istituti di credito finanziari? Sei in
debito? Avete bisogno di un prestito veloce per il business?
Poi qui è una possibilità; mia azienda offre prestiti personali e di business per
individui, il nostro tasso di interesse è fissato al tasso di interesse del 2% annuo, in
che un mutuatario può restituire in un determinato periodo di tempo. Se interessati,
contattaci subito a elisha_financehouse@admin.in.th
Ecco le Information richiesto:
Nome e cognome
Prestito Importo necessario Euro, sterline o dollari:
Scopo del prestito: .................
Durata del prestito: ................
Nazione: .........................
Telefono: .......................
Attraverso i nostri programmi di prestito non garantito e garantiti, siamo in grado di fornire qualsiasi tipo di finanziamento che un'azienda può avere bisogno.
Progettiamo il nostro programma per soddisfare le vostre esigenze, non la nostra. Nella maggior parte dei casi, vi accorgerete che le abbiamo opzioni
che non sono offerti dalle banche.
Per discutere ulteriormente la situazione, non esitate a contattarci per l'applicazione
Presidente / Direttore (Elisha casa finanziaria)
E-mail privato: elisha_financehouse@admin.in.th
Elisha Financial House (ELSFH Eliseo Financial House)
Copyright 2013 ELSFH Eliseo House Financial Tutti i diritti riservati

bisogno di colpo di mano finanziario rapidamente manuel

buongiorno
Siete un dirigente aziendale, un padre di famiglia, una madre di famiglia o meglio una persona avente bisogno di colpo di mano finanziario rapidamente tenuto conto della vostra situazione finanziere visto che tutte le banche e istituti finanziari vi mettono; o siete alla ricerca di un credito (consumo, rinnovamento, settore immobiliare, affare ecc.) Per ciò se siete seri non stimolare di contattarcelo per smalto: moraismanuel14@yahoo.fr

Offriamo prestiti a basso tasso Applichiamo ora best

Abbiamo prestiti al pubblico. (Prestito personale) e cooperare organismi al 3% di interesse per annul.This per aiutarvi a seguire i vostri obblighi finanziari, soprattutto con la crisi finanziaria al mondo. Si può prendere in prestito tra 1000-50000000 (Sterlina Euro o Dollari) Per ulteriori informazioni vi preghiamo di contattarci via email. (Trustfunds@outlook.com) per la trasformazione del prestito compila il form qui sotto
Il tuo nome completo:
Il tuo paese:
Importo necessario:
durata:
Sesso:
Età:
occupazione:
Numero di telefono:

Lieta novella viva i briganti

Non c'è che dire, si vede che in cantina LaVis sono abituati ad imbrogliare non solo i vecchi amministratori.... ma anche i nuovi.
veramente una bella e lusinghiera notizia... con il patteggiamento hanno detto che i conti dei bilanci non erano a posto e... visto le revisioni negative... non lo sono anche oggi.
a p p l a u s i
Scrivi un commento

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Gli utenti registrati non devono inserire il codice e possono modificare il proprio commento dopo averlo inserito.

Riporta il codice di 5 lettere minuscole scritto nell'immagine. Puoi generare un nuovo codice cliccando qui .

Attenzione: Questotrentino si riserva la facoltà di cancellare commenti inopportuni.