Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Sezione principale

Raphael Gualazzi

Batman all’Auditorium

Raphael Gualazzi

Ebbene sì! L’ho visto, ho visto Batman! Ed era seduto davanti ad un pianoforte, lunedì sera, all’Auditorium S.Chiara. Sono certo che era lui, l’unico supereroe senza superpoteri; perché osservando Raphael Gualazzi capisci subito che non gli servono grandi trucchi per colpire; gli basta sorridere e soprattutto suonare per dominare il palco. La sua è una musica eclettica, non certo innovativa, che però il più delle volte ti soprende anche solo per un dettaglio e che, soprattutto, ti fa battere il piede! Dote rara al giorno d’oggi, quando la musica sembra solo e sempre di più un pretesto per lucrare sui mali del mondo, tra pezzi “alternativi” e lagne d’amore che farebbero suicidare un becchino ottimista. E così l’Auditorium prende vita sotto i suoi polpastrelli, che volano veloci sulla tastiera; tra ragtime, jazz, funky alla Jamiroquai, rhythm and blues e soul (con tre coriste da pelle d’oca) la gente si muove sulle sedie, batte i piedi e applaude fino a spellarsi le mani. La scaletta alterna con gusto pezzi tirati e momenti di pura atmosfera con addirittura un mambo nel finale (Mambo Soul), azzardato sulla carta ma vincente sul palco. Il Nostro parla poco, anzi il giusto, dato che gli basta uno sguardo e qualche timida parola per esprimere umorismo e carisma. Il concerto termina sulle note di Amarcord (versione Gualazzi) e Thank you, un brano di ringraziamento finale che induce il pubblico ad una (meritata) standing ovation. Poi tutto finisce e la normalità si riaccende con le luci di sala; ma tra il fiume umano che risale le gradinate verso l’uscita vedo dei bambini che guardano ancora verso il palco, ed io so perché: hanno capito che Batman esiste, ed era lì con loro.

Parole chiave:

Commenti (0)

Nessun commento....

Scrivi un commento

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Gli utenti registrati non devono inserire il codice e possono modificare il proprio commento dopo averlo inserito.

Riporta il codice di 5 lettere minuscole scritto nell'immagine. Puoi generare un nuovo codice cliccando qui .

Attenzione: Questotrentino si riserva la facoltà di cancellare commenti inopportuni.