Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Sezione principale

Venere in pelliccia

Ma il cinema dov’è?

Venere in pelliccia

In una sera piovosa un regista teatrale sta allestendo un adattamento della “Venere in pelliccia”, romanzo dell’erotismo ottocentesco di Leopold von Sacher- Masoch. Dopo la chiusura della prima sessione di casting, si presenta un’avvenente donna di mezza età, dall’aspetto vistoso e dai modi che non sembrerebbero compatibili col ruolo della sofisticata nobile Wanda von Dunaje. Irritato dalla delusione delle altre aspiranti fin lì presentatesi, dal ritardo dell’ultima arrivata e dal suo evidente essere fuori ruolo, l’arrogante regista è ritroso a concedere una chance alla donna. Lei però lo irretisce con un’astuta loquacità e l’ambigua presenza. La cosa si acuisce quando la donna, appena comincia a recitare, si trasforma, dimostrandosi perfetta per la parte. Il regista, progressivamente rapito dalla presenza e dalla performance della misteriosa attrice, è sempre più avviluppato in spire seduttrici, tra piacere e sottomissione, che via via ne annullano la spavalderia, per evidenziarne fragilità e piccolezza. La donna arriva al dominio e umiliazione della sua vittima.

Un bel giochino: il libro di Sacher-Masoch, alla base del testo teatrale di David Ives, è ripreso cinematograficamente da Polanski. Due personaggi nel libro, due attori su un palco, unico ambiente e scenografia del film. Testo conturbante, per quanto conosciuto, attori bravissimi, messa in scena impeccabile, anche se non proprio agilissima.

Dopo “Carnage” Polanski replica con classe il filmare un adattamento teatrale: ambienti, attori, testo, movimenti, tutto perfetto. Ma il cinema dov’è?

P. S. E io l’ho visto nella piovosa sera della giornata dedicata alle donne contro il femminicidio. Me la sono voluta, appunto.

Parole chiave:

Commenti (0)

Nessun commento....

Scrivi un commento

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Gli utenti registrati non devono inserire il codice e possono modificare il proprio commento dopo averlo inserito.

Riporta il codice di 5 lettere minuscole scritto nell'immagine. Puoi generare un nuovo codice cliccando qui .

Attenzione: Questotrentino si riserva la facoltà di cancellare commenti inopportuni.