Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Sezione principale

LaVis: un altro commissario?

Eravamo stati facili profeti nel prevedere come le convulsioni di un colosso in agonia come la Cantina LaVis, per di più gestita con rude spregiudicatezza, avrebbero contagiato l’economia circostante.

La cosa è emersa in un’assemblea della Cantina della zona di Cembra. A dare fuoco alle polveri sono stati alcuni soci viticoltori, al contempo melicoltori della Cooperativa 5 Comuni. Come avevamo riferito nei numeri scorsi, l’ineffabile amministratore delegato di LaVis, Marco Zanoni, aveva confezionato un bel trucchetto: ai melicoltori della 5 Comuni, alcuni anni fa confluiti nella LaVis e poi, vista la mala parata, tornati indipendenti, aveva appioppato un’ipoteca di 6,8 milioni sul loro magazzino (più, apprendiamo, un altro 1,1 milione di ulteriore garanzia). I melicoltori, sicuramente grulli e troppo ansiosi di lasciare la barcaccia della LaVis, avevano ingenuamente sottoscritto tutto.

A dire il vero, il sistema cooperativo prevede qualche rete di protezione: nell’atto di scissione era scritto a chiare lettere che le parti avrebbero chiesto dalla Revisione cooperativa una certificazione dei saldi di scissione. Solo che Zanoni, prevedendo che i revisori avrebbero scoperto l’inghippo, si è ben guardato dal chiedere la certificazione, e la 5 Comuni, presieduta allora da una creatura dello stesso Zanoni, fece altrettanto.

Ora i melicoltori hanno rimosso lo sventurato presidente, ma ormai il danno è fatto, e sono nelle peste: il loro magazzino non è a norma, necessita di urgente ristrutturazione, ma con l’ipoteca addosso (contratta, ripetiamolo, dalla Cantina, per i debiti suoi) non sono in grado di sostenere alcun investimento, né le banche si fidano a rilasciare ulteriori prestiti.

Ma all’inganno si è aggiunta la beffa: LaVis vanta nei confronti di 5 Comuni un credito di 1,5 milioni, e Zanoni non si è fatto scrupolo di avviare un’ingiunzione giudiziaria per il recupero del credito. Il che ha ovviamente scatenato l’ira dei melicoltori; così, quando a Verla c’è stata un’assemblea della Cantina, i soci che sono contemporaneamente viticoltori e melicoltori hanno dato vita a un’accesissima contestazione di Zanoni (che si è ben guardato dall’aprire bocca) e del presidente Paolazzi, ricoperto di contumelie. Insomma, la tensione ormai è ai livelli di guardia.

Anche perché LaVis ha raschiato il fondo del barile, Zanoni ricorre a tutti gli espedienti per rimandare pagamenti che dovrebbero essere indifferibili. A marzo deve pagare un acconto sull’uva conferita nel 2013; e deve inoltre procedere alla restituzione dell’autofinanziamento dei soci.

Qui si è inventato una gabola burocratica: una richiesta di restituzione che il socio dovrebbe presentare per riavere i propri soldi. Già questa è grossa, ma il nostro ha completato il giochino imponendo un limite temporale alle richieste di restituzione, e spedendo con congruo ritardo le lettere che avvisavano dell’inghippo. E così chi non ha inviato la richiesta in tempo non ha ricevuto i soldi prestati; come peraltro tutti gli ex-soci.

La situazione non poteva non arrivare all’attenzione e della Federazione e della Giunta Provinciale. Fed Coop e l’ineffabile presidente Schelfi si sono resi conto di come nessuna soluzione sia possibile finché Zanoni rimane a capo della Cantina. E la politica traccheggia: un giorno un assessore promette soldi, il giorno dopo un altro pone condizioni, in sostanza si lascia passare il tempo: i 20 milioni richiesti sarebbero un’enormità per un’azienda comunque dissestata e gravata da pesantissime irregolarità. Intanto, al contrario, sfumano anche i 13 milioni che Zanoni ha messo a bilancio per la vendita del terreno di Casa Girelli: doveva acquistarlo proprio la Provincia per erigervi uno studentato universitario di cui invero non si sente l’urgenza; in tempi di spending review l’opera è stata di fatto già cassata e i 13 milioni sono solo virtuali.

All’ordine del giorno è quindi la chiusura della Cantina.

Di fatto l’esperienza della LaVis ormai non ha più senso: doveva essere il “terzo polo” della vitienologia trentina, dopo Cavit e Mezzacorona. Ma è tutto da discutere se - a fianco dei tanti privati, piccoli, piccolissimi e medi - sia il caso di avere due grossi “poli” cooperativi per una produzione tutto sommato limitata. Due è quindi da discutere, tre ha poco senso. Sostenere poi con la flebo dei milioni pubblici il “terzo polo” ormai fantomatico, sarebbe demenziale.

Per questo la soluzione più logica sarebbe un ridimensionamento brutale di LaVis, con l’eliminazione della promozione e vendita in proprio, e la riduzione a Cantina sociale che fa un buon vino e ne affida a Cavit la commercializzazione. Soluzione ovvia, ma tutt’altro che indolore, giacché comporterebbe una drastica riduzione del personale e un futuro foschissimo per la controllata Casa Girelli. Cavit, che non ha alcuna intenzione di gestirsi queste grane, risponde di no.

Probabilmente per gestire questa opzione occorrerebbe una nuova direzione della Cantina, allontanando Zanoni, e facendo arrivare un nuovo commissario. Sarebbe una sconfessione plateale dell’operato di Dellai, spesosi senza risparmio per sostenere Zanoni, ma tant’è: all’emergere delle magagne del dellaismo si inizia ad essere abituati.

Però ricommissariare non è semplice, soprattutto se la volontà politica non è ferma. È in arrivo, entro il 2014, una ulteriore revisione cooperativa, quella biennale. Se questa registrasse ulteriori irregolarità, potrebbe fornire il destro per il nuovo commissariamento. Purché si arrivi in tempo, e ci sia ancora qualcosa da salvare.

Parole chiave:

Articoli attinenti

In altri numeri:
A chi serve la Cantina in agonia?
Soldi alla Cantina?
10 milioni targati Rossi

Commenti (175)

per 174 vispa teresa

l'abuso di sostanze stupefacenti sembra essere una piaga anche alla LA VIS ...... LA DROGA FA MALE !

53gg Nostradamus

Oramai il confine fra le bugie e la realtà e'scomparso.La bugia,mi diceva l'altro giorno un carissimo amico,e'sempre stata parte integrante della vita della cantina e anche oggi va tutto bene,non ci sono problemi,l'estero e'in crescita,dell'Italia non parliamo perché le cose vanno in maniera fantastica,il debito bancario e'in fortissima riduzione grazie alle dismissioni e stanno arrivando 25 milioncini di euro da Coperfidi!In più Zanoni sta vincendo tutte le cause aperte in circolazione e si riapre il problema FWI .S T R E P I T O S I !!!!!!!'

crediti ! operaio

a leggere bene i bilanci di CASA Girelli si vede che dal 2008 hanno fatto di tutto (violando quanto previsto dal codice civile) pur di non far capire come stava e stà andando la società FWI.. nel 2013 le hanno anche cambiato il nome .. ora si chiama ETHICA WINES e sempre nel 2013 hanno svalutato (=leggi altri SOLDI VOSTRI PERSI) altri 578.400 euro di crediti...
non saprete mai, quanto vi è costata la società FWI...
però cari soci potreste ricordare al dott. COZZIO che firma le revisioni che i dati delle società controllate vanno indicati tutti in bilancio anche il risultato d'esercizio ! possibile che COZZIO non se ne sia mai accorto ? perchè non fate una bella azione di responsabilità anche contro di lui ?
L'INTOCCABILE !!!

58gg Nostradamus

Continua il conto alla rovescia......!!!!

per super enalotto so tutto io

Le cause penali sono veloci mentre quelle civili meno. Tranquillo che QT vincera' anche in sede civile. Sicuro come e' sicuro che i tre sono stati condannati. E i soci pagheranno.

x gli indovini superenalotto

Per tutti gli indovini mostador, nostradamus e altri che scrivono su questo sito dicendo di sapere il futuro: mi date i prossimo numeri dell'estrazione sueperenalotto grazie ? Penso che è vero che la seconda causa sta andando male a questotrentino e stavolta vincerà lavis. Se andava bene come la prima ( vinta da questotrentino in un batterdocchio) sarebbe già finita . Il fatto che è ancora in corso mi fa pensare a un altro risultato stavolta.

lICENZIAMENTI Mostador bomba

Io scrivo poco, ma dico sempre la verita come quando ho detto l'anno scorso che Oreste Claus era stato licenziato.
Altri licenziamenti illustri stanno per verificarsi ma questa volta non faccio i nomi. .

Pazzesco! Nostradamus

Secondo me stai delirando o più semplicemente non sai come stanno le cose ma fra un po' capirai soprattutto quanto siano sbagliate le tue ultime parole,spero in buona fede.

Vincerà Socio

Zanoni Vincerà la causa contro QT (erano 2 cause una civile e una penale) vincerà a breve quella contro i 5 COMUNI mentre gli ex-soci dovranno accettare una sconfitta per quanto riguarda le proprie istanze .. questo non perché è giusto o ingiusto ma semplicemente perché il mondo va così.
Non si deve valutare l'operato di un uomo e di un cda a seconda se vince o non in tribunale ma per la correttezza e l'onestà degli atti.

cause La-Vis @ n° 164

Ma la causa QT La-vis non era già stata a suo tempo vinta dal giornale di Ettore Paris ? O è ancora in corso ?
Le altre cause ( con 5 Comuni, con ex-soci , con ex-dipendenti eccecc ) come sono finite Vinte? Perse? In corso ? Abortite?

Precisazioni Nostradamus

Io non ho mai detto che a luglio cambierà tutto,ho semplicemente detto che il pifferaio magico aggiungerà un'altra perla alla collana di successi imprenditoriali....! Per quanto riguarda Giacomoni se non sbaglio Lavis e'stata sbattuta fuori perché lo stesso Roberto,appreso il prezzo di cessione del vino da Cavit a Gallo,l'ha comunicato a Fausto Peratoner che ha inviato un' offerta più bassa aggiudicandosi una fornitura.

però intanto le leggono NO STRA DA MUS

E ride bene chi ride ultimo. Intanto il Cda a forza di ridere ha perso tutte le cause in tribunale e fra un po' perderà anche quella contro QT. Quella con cui Zanoni pensava di fare due soldi.......

x il vero Nostradamus Fatti non chiacchere

162 ha ragione quello che scrive e se ne guarda bene di dire dove sono finiti i soldi (perchè non lo sa).
Ma tu che invece sembri documentato come mai asserisci che il mese di luglio cambieranno totalmente le cose .
Guarda che poi se non succede niente ci fai una figura di
m.........Comunque parlando con il cda la situazione dicono che è tranquilla e non c è niente che li preoccupano e si mettono a ridere quando scrivi le tue ciarlatanate.

Ma non capite Cose dovute

Chiedere i soldi alla triade, è stato un atto dovuto ma non preoccupatevi non succedera nulla.
é stato fatto semplicemente perchè la pat mandi i soldi alla cantina,una specie di raccomandata.
Dei soldi spariti in america purtroppo non si saprà mai niente perchè ci sono coinvolte personalita troppo importanti.

presidente Vittorio Brugnara per 160

Hai nominato il presidente a tempore Vittorio Brugnara , potresti chiedere a lui che idea si era fatto del reparto bilanci della La-Vis. Per quello che ha visto in 2 mesi gli sono venuti più capelli bianchi che in 40 anni di banca ... e si dice anche che in questi 2 mesi c'era qualcuno ( chi aveva fatto i bilanci creativi forse ? ) che stava veramente tremando, perchè il Vittorio Brugnara i bilanci li sapeva leggere eccome, e stava capendo i meccanismi del grande inganno ... Poi la politica ha pensato bene di spedire a casa lui invece dei birbanti, visto che stava per andare a toccare molti nervi scoperti . E la cantina fu commissariata , amen. Non c'è spazio per gli onesti a questo mondo.

Socio x Socio

Sto tipo... prima dice che i danni fatti da Brugnara, che aveva sospeso le vendite alla FWI, erano enormi; poi svaluta i crediti dicendo che non si sono ravvisati profili di responsabilità e che quei crediti erano inesistenti erano un investimento marketing. Poi quando la PAT lo richiede tira fuori di nuovo la questione e fa un'azione di responsabilità verso le persone che ha tenuto con se 2 anni per avere i soldi pubblici.
La gente dovrebbe farsi un opinione delle azioni di una persona, senza criticare o giudicare ma almeno farsi alcune domande...

per vispa teresa fate pena

Infatti quando è scoppiato il bubbone , correva voce che nelle stanze segrete della Federazione la persona che dici tu era stata indicata tra le teste che dovevano saltare a Lavis , perchè è logico, faceva i bilanci con il Cesare , sapeva benissimo tutti i trucchetti e gli artifizi contabili che venivano usati per fare ''quadrare'' ( per modo di dire ) i conti che altrimenti non sarebbero quadrati . Si può tranquillamente dire che erano pappa e ciccia , chiedi ai dipendenti o ai soci della cantina se non è vero...Poi è arrivato Zanoni e questo non solo si è salvato , ma è diventato dirigente, è entrato nel CDA di Girelli, insomma lui è il braccio destro del veronese e Paolazzi il braccio sinistro , così tutti i segreti scabrosi restano in casa . Si sa che la soluzione migliore per fare stare zitto qualcuno è ricoprirlo di incarichi importanti e ben pagati... Chissà che però un giorno non arrivi un giudice con le palle che decida di farli cantare tutti, questi qui che sanno come sono andate veramente le cose nei fattacci di Lavis...

x 157 indovinello

E' il pressanotto ?

APRITE GLI OCCHI -siete Soci?fate il vostro dovere azione responsabilit

” l’idea che mi sono fatto io analizzando la situazione è che la FWI è stata utilizzata per scaricare gli sconti fatti sul mercato americano dal gruppo. Mi spiego: il gruppo LaVis vendeva sul mercato americano sia direttamente sia per il tramite della FWI. Probabilmente la vendita diretta è stata fatta a prezzi pieni senza sconti che sono stati caricati invece sulle vendite fatta attraverso FWI.
Zanoni fa un esempio ….La conseguenza è stata che il risultato economico del gruppo era più alto del reale ed è stato di fatto diminuito can la svalutazione dei crediti da me operata al momento del commissariamento. Crediti che a questo punto mi sento di definire INESISTENTI."
......... ma siete sicuri quanto immagina l'ex-commissario corrisponda al vero , cioè:
- i crediti verso FINE WINE INT. siano solo sulla carta e non veri ?
- possibile non abbia guardato i conti e non abbia chiesto ai responsabili ?
- possibile avendo la PROPRIETA'( come commissario) di CASA GIRELLI e della FWI svaluta i crediti e REGALA 6 milioni a FWI e poi regala FWI a qualcun altro in modo spariscano tutti i documenti.
- Se guardate i bilanci dal 2005 al 2013 nessuno riporta i BILANCI della FWI . ne GIACOMONI, ne ANDERMACHER, ne PERATONER, ne ZANONI, ne PAOLAZZI, tutti portano scuse avallate dal REVISORE e dai COLLEGI SINDACALI della LaVis , di Ethica, di CaGi.
- Ogni società doveva riportare i dati del Bilancio della FWI quale società proprietaria dell'altra. manca il nome del presidente di ETHICA aggiungetelo voi.

per 155 vispa teresa

concordo su Leonardelli, che in LAVIS era vice di Cesare e NON poteva non sapere quello che accadeva ... comunque a lui saltare sul carro dei vincitori ha prodotto utili .. visto che è stato promosso consigliere di CAsa Girelli . Ma chissà .... un giorno potrebbe essere chiamato a rispondere anche lui.. magari perchè non poteva non sapere che la cantina spende troppo poco per depurare i reflui della produzione ... almeno su questo non potrà dire "MI NO GHERO" perchè le fatture passano tutte sulla sua scrivania e quanto si dovrebbe spendere per depurare A NORMA DI LEGGE lo trovi con una semplice ricerca in internet ...

dimenticavo... fate pena

Dimenticavo...anche l'attuale presidente e l'attuale responsabile amministrativo ( nonchè all'epoca vice del Cesare.... ) erano grandi sponsor della triade... non perdevano occasione per elogiarli...chiedete pure in giro...e adesso non perdono occasione per rinnegarli e celebrare il nuovo che avanza pur di ritagliarsi delle posizioni di potere... Ah la gratitudine è proprio rara, chiedete in giro ...

tutti ingrati fate pena

Bravi bravi, tutti a prendervela con gli ex amministratori adesso. Soci e dipendenti, tutti quanti fate a gara a sputtanare . Peccato che quando avevano il potere non perdevate occasione di tirali per la giacca , e cercare farveli amici, e guadagnare la loro stima, e che bravo il Roberto, e che bravo il Fausto, e che bravo il Cesare . Qualunque decisione che prendevano era la migliore, e vi preoccupavate di fare da megafono alle loro imprese per una mera operazione di leccata di culo finalizzata a migliorare la vostra posizione. Poi quando tutto è crollato , siete stati presi dal panico : anni di adulazione buttati nel cesso , e avete dovuto ricominciare tutto daccapo, li avete rinnegati, siete andati in giro a dire che hanno rovinato la cantina , quando prima ne parlavate come se fossero degli dei in terra . Facendo nel contempo le fusa ai nuovi amministratori per cercare di entrare nelle loro grazie .... E che bravo tizio e che bravo caio .... e quando anche questi verranno destituiti direte che non capivano niente , e che hanno rovinato per la seconda volta la cantina , e che si sapeva che sarebbe finita così.... e che erano degli incapaci .... Senza dignità , la mattina invece di guardare la vostra faccia allo specchio guardatevi la punta dei piedi per non morire di vergogna !

Non dimentichiamo come stavano le cose

Il Roberto avrà anche sbagliato, certo, ma sono sicuro che tante cose sbagliate che succedevano li dentro non le sapeva nemmeno lui.......sia chiaro, non è una scusante,forse il suo errore più grande è stato quello di non avere una persona fidata SERIA al suo fianco nel momento in cui la cantina cresceva, pensava di aver tutto sotto controllo( e qui deve farsi un mea culpa, la mania di grandezza nel superare il gruppo Mezzocorona gli ha fatto perdere il contatto con la realtà delle cose ) e invece lo hanno gabbato alla grande!!!!!!! Resta il rammarico che a finire sempre in prima pagina sia stato sempre lui, e gli altri due, che in realtà il quadro generale della disfatta lo avevano ben presente da tempo(e aggiungo che forse con un pò di umiltà da parte loro, le cose, se prese in tempo non avrebbero portato al disastro che poi è avvenuto)sempre nei trafiletti e nei sottotitoli !! Avevano dei ruoli all'interno della cantina (e delle retribuzioni) ben superiori alla sua,però alla gogna hanno sempre messo lui.......

per 151 VISPA TERESA

Roberto Giacomoni non è il solo coinvolto in questa storia e comunque che non si sia arricchito è peggio perchè se dovrà risarcire .. che farà ? essere dei megalomani incompetenti ... è peggio che essersi arrichiti ! compromettere il futuro altrui è peggio che arricchirsi, quindi piano con le pacche sulle spalle ... e poi che dire di Tonina ? e di Bortolotti , sindaco di casa girelli piazzato li dall'AD di ISA .. forse non si è distratto per caso sui crediti inesigibili .... ma eseguiva gli ordini di via Grazioli ... E Andermarcher ?gestiva lui il magazzino a LAVIS ...e vi siete fumati altri 6 milioni di svalutazione ... una bella pacca sulla spalla anche a lui ? cniudiamo in bellezza con quello del MASO, il rosso .. quello che ha fatto il grande accordo con UWI... anche per quello dovreste chiedere i danni ! pacche sulle spalle ??? comunque l'azione di responsabilità è stata IMPOSTA dalla PAT, e chissà che non finisca a tarallucci e vino in Camera di Commercio ...questo è il Trentino !

L'onore delle armi Klausbully

Conosco bene Roberto Giacomoni. So che in tutti gli anni che ha esercitato la presidenza della cantina di Lavis non si è arricchito personalmente. Conosco l'entusiasmo che metteva nelle cose che intraprendeva. Facile, adesso, prenderlo come capro espiatorio, e anche vile.
Coraggio, Roberto, chi ti ha conosciuto ti è vicino, non arrenderti!

Zanoni ai giudici MEDITATE

La situazione viene spiegata ai finanzieri da Zanoni commissario della LaVis:” l’idea che mi sono fatto io analizzando la situazione è che la FWI è stata utilizzata per scaricare gli sconti fatti sul mercato americano dal gruppo. Mi spiego: il gruppo LaVis vendeva sul mercato americano sia direttamente sia per il tramite della FWI. Probabilmente la vendita diretta è stata fatta a prezzi pieni senza sconti che sono stati caricati invece sulle vendite fatta attraverso FWI.
Zanoni fa un esempio ….La conseguenza è stata che il risultato economico del gruppo era più alto del reale ed è stato di fatto diminuito can la svalutazione dei crediti da me operata al momento del commissariamento. Crediti che a questo punto mi sento di definire INESISTENTI.

FWI operaio

finalmente l'azione di responsabilità per gli amministratori e per il collegio sindacale sulla svalutazione dei crediti di FWI ... era ora !!!
e questo è solo l'inizio ... tremate Sindaci ...perchè la triade vi scaricherà un bel pò di ... responsabiiltà ... GIU' LORO --- GIU' VOI !!!

62gg Vero Nostradamus

Non credo che casa Girelli sia un fallimento totale.L'azienda venne comprata dalla triade Peratoner,Giacomoni,Andermarcher per essere usata come grimaldello verso gli Usa.Tradotto:avendo casa Girelli le entrature nei singoli stati americani si voleva usarle per vendere i vini Lavis.Alla data di oggi la politica non ha ancora deciso cosa fare,anche se e'probabile che spettera' a Cavit occuparsene.Il problema della cooperazione in Trentino fa si che nonostante non tutto siano d'accordo la cantina di Lavis D E B B A essere salvata.A questo punto capite perché sia Cavit a dover sovraintendera'al problema ?Quello che non capisco e'perche'se Maso Franch rimette dei soldi,Villa Cafaggio rimette dei soldi,Poggio Morino rimette dei soldi,Lavis rimette dei soldi,Cesarini Sforza rimette dei soldi,Val di Cembra rimette dei soldi,Durer Weg rimette dei soldi,non viene scritta la parola FINE.Si paghi quello che c'è da pagare,si venda quello che c'è da vendere rimettendoci un pacco di soldi e poi si riparta con UMILTA' per un nuovo cammino facendo tabula rasa di tutto e di tutti.E'piu'semplice dire:"ho sbagliato tutto" per megalomania che continuare ostinatamente a vivere nel lusso di scelte imprenditoriali fallite miseramente.Si scivola sempre più giù e sotto terra si perde completamente l'orientamento.

x 146 lavisano

Hai perfettamente ragione, facile fare i gradassi e poi continuare a piagnucolare !!!!! Se ne stiano con grandi di Spagna veneti e Napoletani a godersi i loro successi imprenditoriali e non rompano i maroni, dove arrivano loro sono solo disgrazie !!!!!Tanto più che adesso che fanno soldi a palate (fregando la gente onesta non pagandogli ciò che gli spetta ) non capisco perchè mollano tutto .

Giù le mani da Cavit ! Giù le mani da Cavit

Da associato in una cantina che fa riferimento a Cavit, sono molto preoccupato da queste voci sempre più ricorrenti che mettono La-Vis sul nostro groppone. Situazioni problematiche ne abbiamo già ( es. Isera ), non vogliamo avere anche la più grave di tutte . Cavit adesso va bene ma non si può abbassare la guardia . I soci di La-Vis si sono votati i signori Zanoni e Paolazzi, adesso continuino con loro. Li hanno votati , li hanno acclamati, li hanno difesi fino alla morte , hanno accettato tutte le loro decisioni . Adesso quindi continuino con loro e giù le mani da Cavit ! Tra l'altro poco tempo fa ho trovato alcuni soci che dicevano che i risultati della nuova gestione sono positivi , che hanno preso un'ottima rata a marzo anche più delle altre cantine , che le cose vanno bene, meglio per loro e quindi continuino così e se ne stiano buoni senza voler spingere per entrare in Cavit. Spiegatemi perchè la mamma ( Cavit ) dovrebbe accogliere il figliol prodigo ( La-Vis ) che se ne torna a casa piangendo , senza più patrimonio e pieno di debiti . E la mamma ( per mezzo delle altre cantine sociali associate ? ) dovrebbe farsi carico di questa enorme palla al piede , debiti compresi? No no no no , giù le mani da Cavit , se volete associatevi a qualche cantina del Veneto visto che vi piace fare affari solo con i veronesi .

x casa girelli Io e le rose

Caro studioso di latino hai sbagliato a scrivere, comunque non è questo il punto.
Girelli ormai come si sa è stata la rovina della cantina purtroppo adesso ci troviamo una zavorra al piede una cantina da dover sistemare a lavis.
Entro giugno 2015 finisce la proroga, io mi domando con quali soldi la sistemiamo?
Anche Nostradamus non sa dare una risposta, fosse per me la venderei al primo offerente o per lo meno venderei i marchi (cavit se la vuole) e poi andrei avanti senza questo management , ritornando la cantina di una volta magari sotto cavit imbottigliando il buon vino e non le schifezze di girelli.

x ignorante blasfemo Studia il latino

Non usare a sproposito le parole di gesù, comunque va scritto ergo sum via vertas et vita.

X TUTTI QUANTI CARLO

SONO TRE ANNI FORSE QUATTRO CHE NON SCRIVO IN QUESTO FORUM, VISTO CHE PERO' OGNI TANTO LO LEGGO PER VALUTARE LE VOSTRE IDEE ED IMPRESSIONI, E MAGARI FARE 2 RISATE ... VORREI RICORDARE A CHI NON LO SAPESSE CHE CHI GESTISCE IL SITO, PUO' LEGGERE L'IP DEL PC DI OGNI UTENTE E QUINDI ETTORE PARIS SA ESATTAMENTE CHI SCRIVE ... FORSE CHE NOSTRADAMUS SIA LUI?

Ego sum via veritas ed vitam Quo vadis domine

La verità sulla cantina non si saprà mai fino a quando il ricattato non è anche ricattatore. Caro nostradamus spero che tu abbia ragione e non fossi un ciarlatano come qualcuno che scrive col tuo nome, ci vuol far credere..

63gg Nostradamus

Il tramonto è vicino della cantina caro giurista io non sono un pirla lo sono sempre stato

63gg nostradamus

Il tramonto è vicino della cantina caro giurista io non sono un ciarlatano lo sono sempre stato.

x 131 Nostradamus

La verità scotta e tu ti brucerai.Scommettere si scrive con due emme.Per favore dimostra la falsità,anche parziale,di una delle mie affermazioni.Grazie!

X 131 Nostradamus

Se vuoi scommettere(con 2 m)possiamo farlo ma siccome la verità' scotta ti bruceresti.Scusa,potresti indicarmi anche una sola delle mie affermazioni che giudichi parzialmente falsa?

È vergognoso Sfiduciare Zanoni

La cantina La vis non è più una squadra, ognuno al suo interno pensa al suo. I dipendenti ,padri e madri di famiglia, non reagiscono e non possono lavorare dando il meglio perchè se esci dai limiti ricevi lettere di richiamo dal nuovo ufficio delle risorse umane che coordina il personale come se fossero pedine . Alla terza di lettera di richiamo c'è il licenziamento !!!
I dirigenti si gonfiano le tasche finché possono a danno dei soci che tutto l anno lavorano la terra e permettono l esistenza della cantina .
Senza il lavoro del socio tutte le fasi successive crollano!
Io trovo assurdo che il consiglio di amministrazione, i consiglieri che rappresentano i soci non facciano nulla !
Il presidente Paolazzi é solo una marionetta del signor Zanoni. Tanta panza ma poca sostanza !!!!!!!!!!

x 131 &co lettore

dici che non scrivi cazzate ma invece sei sicuro che nostradamus ( e non come dici scrivi tu nostra damus) lo fa; e subito passi agli insulti: in perfetto stile del tuo caro ad. Sei veramente un socio esemplare !!

x 132 Polizia Postale Giurista

Forse ti devi chiarire le idee, le ''profezie'' per definizione stessa sono un qualcosa di aleatorio e non certo , fare una profezia ( come la chiami tu ) non è certo un reato . Diverso è poi vedere se si verifica o meno, se non si verifica il ''profeta'' di turno fa la figura del pirla sprovveduto ma l'unica cosa che gli si può imputare è di essere un povero ciarlatano, come probabilmente è questo Nostradamus . Se io profetizzo che la nazionale di calcio ai mondiali del Brasile farà un fallimento totale e uno schifo , sarei perseguibile dalla Federazione Italiana Gioco Calcio ? Suvvia , siamo seri valà, sono chiacchiere da bar come se ne sentono a migliaia, se ogni volta dovesse intervenire la legge... Ma con tutti i problemi che avete a Lavis non avete altro da fare che stare ad ascoltare un tizio che non conoscete neanche e vi fa l'oracolo? Forse fareste meglio fare intervenire la magistratura per quello che succede nella vostra cantina e nei vostri bilanci, fare luce sui buchi neri del passato e del presente , che dici ? Se poi diranno che è tutto a posto tanto meglio e tanto di cappello.

PER 133 Ghino di Tacco

E' mai possibile che continuate a parlarvi addosso e non vi ricordate che in assemblea c'erano più di 400 soci che applaudidano alla nomina di Zanoni Paolazzi e tutto il Direttivo.

Basta É una vergogna!

La cantina La vis è dei soci ! I soci sono le fondamenta e non un mercenario come Zanoni che nominato AD ha triplicato il suo stendio mensile - 10.500 € mensili . In provincia hanno fatto festa quando è andato via.
Più volte ha detto che lui è di verona e non teme i soci sotto casa ......

Hai ragione x 131

Spero che la cantina, incarichi la polizia postale per smascherare nostradamus che con le sue false profezie
sta minando la buona volonta di chi sta cercando con abnegazione di risolvere i problemi della cantina stessa.

X 129 idiota Socio

Io non rivelerò l' identita ma non scrivo cazzate come nostra damus (profezie false) ci scomettiamo che il 17 luglio non succedera nulla.

Milioni ... come se piovessero Bacco

Non ci metterei la mano sul fuoco... conoscendo la metodologia con cui vengono allocati i soldi pubblici...ma certo che se dovessero dare altri 20 o 30 milioni di euro alla Cantina Lavis sarebbe veramente uno scandalo!
Dopo 4 anni in cui si è visto di tutto da commissari divenuti AD, e dal loro codazzo di pseudo manager strapagati (a proposito ... l'ex direttore di Isera, braccio destro dell'AD, è ancora il direttore di produzione a Lavis ??) si è messi peggio di prima ?
Ma la politica dov'è!!! Non mi si venga a dire che non ci sono soldi per gli asili, le scuole, e gli ospedali e assistenza agli anziani.... La PAT continua a comprare capannoni tramite lease back... ed alla fine avremo un sacco di macerie e nessun lavoratore impiegato!!!
Veramente una vergogna....

X 126 lettore attento lettore

sei così attento che non riesci a capire che c'è qualcuno che scrive con nomi simili e chiedi a qualcuno di rivelare la sua identità senza farlo tu per primo....viva l'ipocrisia

nostradamus e nostra-damus operaio della vigna

non so chi sia e mi piacerebbe capire cosa sia questo conto alla rovescia, ma vorrei dire a soci e simpatizzanti di leggere bene le firme dei commenti.... chi parla di errori e sembra rimangiarsi quanto detto si firma in maniera diversa: nostra-damus e non nostradamus....

Falso Nostradamus Nostradamus

Il 125 non e' Nostradamus e scrive cose non vere.Vediamo di fare il punto della situazione:1) il sistema cooperativo trentino non può saltare,tantomeno rischiare un effetto domino per cui Lavis verrà prevedibilmente salvata;2)come fare arrivare altri soldi a Lavis non e' deciso perché probabilmente nessuno vuole assumersene la responsabilità ma si parla di una cifra fra i 20 e i 30 milioni di euro;3)il pifferaio magico va salvato come la cantina per i soliti motivi di vicendevoli ricatti per cui si sta cercando dove sistemarlo,calcolando che il costo del personaggio non si discosta molto per quello che so dai 300 mila euro all'anno;4)il management dovrebbe essere alleggerito per cui Ercolino e il suo fedele suddito Muscella rischiano la poltrona;5)nonostante non tutti siano d'accordo la Cavit sovraintendera'ai lavori come parte in causa;6)Casa Girelli rimane un punto interrogativo e non e' escluso che la stessa Cavit possa occuparsene;7)meno 65

Ne abbiamo abbastanza x nostradamus

Io sono un lettore attento, ma ne ho abbastanza.
Scrivi meno 65 gg e poi dici che rimane tutto come prima.
Non prendere in giro noi soci, altrimenti se scopro chi sei ti butto davvero nel burrone. Rivela la tua identita se hai le palle cosi magari ti crediamo.
Scrivi un commento

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Gli utenti registrati non devono inserire il codice e possono modificare il proprio commento dopo averlo inserito.

Riporta il codice di 5 lettere minuscole scritto nell'immagine. Puoi generare un nuovo codice cliccando qui .

Attenzione: Questotrentino si riserva la facoltà di cancellare commenti inopportuni.