Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Sezione principale

Cime Tempestose, maggio 2014

A corto di notizie

“Spintoni e parolacce fuori da scuola, fermato uno studente di terza media”.

(L’Adige, 2 aprile)

Parole chiare

“Io spero che dal congresso emerga il ruolo di una Upt che deve essere architrave di una visione che sia capace ancora di rappresentare l’anomalia trentina che ci fa essere - per fortuna - diversi da certe derive che ci sono state e ci sono in parte ancora nel resto del Paese, un’anomalia che dà un cuore politico a un’autonomia che non può essere solo amministrazione”.

(Lorenzo Dellai, L’Adige, 4 aprile)

Politica estera

“In Corea la situazione è tranquilla. Non sparano razzi, è tutta propaganda. Kim Jong-un è stato eletto col 100 per cento, ci vorrebbe anche in Italia. Magari Berlusconi avesse il cento per cento. In Corea quando vado sono servito e riverito, ci sono alberghi bellissimi e nessuno mi rompe le scatole. Lì non esiste la delinquenza. Non esiste accattonaggio, non esistono quelli che rubano. Non esistono i barboni per strada. Uno dei funzionari del governo mi ha detto che se perdi un portafoglio con cento euro, te lo riportano in albergo con 150 euro. Neppure i cani ci stanno”.

(Antonio Razzi, 27 marzo)

“Putin è un uomo che ha seminato una buona dose di democrazia in Russia. Le Pussy Riot in galera? Con tutti gli spazi che ci sono, con tanti night, tante cose, dovevano proprio spogliarsi in chiesa? Due anni di carcere vanno bene”

(Al Bano, La7, 28 marzo)

Spes ultima dea

“Gli esponenti più generosi e lungimiranti delle masse popolari devono arruolarsi nel Partito Comunista, costituire ovunque nella clandestinità Comitati di Partito e partecipare alla scuola di comunismo che il Partito promuove”.

(Comunicato del Nuovo Partito Comunista, 16 aprile)

Quasi peggio dei gay...

“Gli animalisti sono molto più pericolosi dei separatisti veneti. Fanno attentati, bruciano furgoni, danneggiano negozi...”.

(Carlo Giovanardi, Radio24, 7 aprile)

Repetita juvant?

“Guardi che a me, le tette di un uomo, non è che facciano particolare impressione... non mi coinvolgono!”

(Carlo Giovanardi, Canale 5, 14 aprile)

Mitologie

“Renzi lo chiamo Mosè e lui è realmente come Mosè quando dice a Dio: ‘Non mi separare dal mio popolo’”.

(Graziano del Rio, Avvenire, 10 aprile)

“Berlusconi è un simbolo come Aung San Suu Kyi, che era bloccata a casa sua ed è diventata un simbolo mondiale”.

(Renato Brunetta, 10 aprile)

Sarà meglio...

“Ho twittato un po’ meno in questi giorni, ma ci sono. Ora al lavoro a #palazzochigi”.

(Tweet di Matteo Renzi, 3 aprile)

Buon lavoro, Francesco!

“Bologna. Sacerdote investe 17enne e scappa. Sostituiva un prete accusato di pedofilia”.

(Repubblica.it, 16aprile)

I morsi della crisi

“Crolla il reddito di Silvio Berlusconi: l’imponibile del leader di Forza Italia è passato dai 35,4 milioni di euro del 2011 a 4,5”.

(Repubblica.it, 14 aprile)

Vintage

“Paolo Cirino Pomicino si sposa in Campidoglio, Gianni De Michelis testimone”.

(Huffington Post, 13 aprile)

Pittori o imbianchini?

Morte annunciata e realisticamente inevitabile per il suggestivo murales sulla facciata dell’ex Centro Sociale Bruno. Non si può chiedere di sborsare milioni per staccarlo, quasi si trattasse di un affresco pompeiano. Resta comunque curioso il concetto di arte espresso dall’assessore Gilmozzi: “L’artista che lo ha realizzato non è morto, e visto il suo talento potremo chiedergli di realizzare un’altra opera in un’altra sede”.

Fino al prossimo sgombero.

Chissenefrega

“Lo so, lo so, stasera l’ora è presta e la notte molto giovane. Ma al sonno non sempre si comanda, ergo accettate ora l’augurio di buonanotte!”

(Tweet di Roberto Formigoni, 3 aprile)

“Un giorno a primavera... che presto si mutò in fresca serata. La pioggia picchiettava disturbando i suoi pensieri.. L’ora era giunta: buonanotte”.

(Tweet di Roberto Formigoni, 7 aprile)

“Pergine. La certezza che sia stata una lumaca non c’è, ma alcune tracce portano all’invertebrato quale responsabile del guasto che ha colpito il semaforo nel centro di Pergine tra via Regensburger e viale degli Alpini”.

(ladige.it, 10 aprile)

“ -Io sono Popolo per il Popolo, non definitemi politico, chiedetemi piuttosto cosa posso fare per Voi e per il Nostro Paese-. Riassume così il proprio entusiasmo ed impegno Walter Ferrazza, candidato alle prossime Europee nella circoscrizione del Nord Est nelle Liste di Forza Italia”.

(Comunicato stampa di Walter Ferrazza, 17 aprile)

“Un avviso pubblicato all’albo del Comune di Pinzolo rende noto che presso il Servizio Polizia locale sono depositati 11 mazzi di chiavi di casa, 7 mazzi di chiavi di auto, 3 paia di occhiali da vista, 3 card magnetiche, 1 cellulare Sony e 1 cappellino”.

(ladige.it. 17 aprile)

“Ogni volta che esce un manifesto con una mia foto decente tutti a dire che è ritoccata... È ufficiale: il mondo mi considera una cozza”.

(Tweet di Giorgia Meloni, 8 aprile)

Commenti (0)

Nessun commento....

Scrivi un commento

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Gli utenti registrati non devono inserire il codice e possono modificare il proprio commento dopo averlo inserito.

Riporta il codice di 5 lettere minuscole scritto nell'immagine. Puoi generare un nuovo codice cliccando qui .

Attenzione: Questotrentino si riserva la facoltà di cancellare commenti inopportuni.