Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Sezione principale

Cime Tempestose, settembre 2014

Malasanità

“La Lega Nord interroga la Provincia di Trento per sapere se all’interno delle stanze dell’ospedale Santa Chiara di Trento siano stati effettivamente affissi dei crocefissi. Il dispositivo, firmato dal segretario Maurizio Fugatti e dal consigliere Claudio Civettini, prende spunto dal susseguirsi di segnalazioni sull’assenza del simbolo della religione cattolica nelle stanze del nosocomio”.

(L’Adige, 31 luglio)

Una roba mai vista

“Parliamoci chiaro: Berlusconi è stato il protagonista della più straordinaria alfabetizzazione politica nella storia del Paese. Una roba mai vista”

(Michaela Biancofiore, il Fatto Quotidiano, 13 agosto)

Dibattito interno

“Nei prossimi mesi servirà compattezza, chi rompe le palle fuori dalla Lega a calci in culo”.

(Matteo Salvini, La Repubblica, 25 agosto)

Buonanotte

“E vennero le notti di San Lorenzo, questa e la prossima, notti di stelle cadenti e desideri ardenti... e riprendono abitudini antiche: buonanotte”.

(Tweet di Roberto Formigoni, 9 agosto)

A ognuno il suo

“Da oggi nei miei uffici istituzionali oltre al crocifisso ci sarà la foto di Vladimir Putin”.

(Tweet di Gianluca Buonanno, eurodeputato della Lega, 9 luglio)

Gay: allineati e coperti!

“Credo ormai sia palese che la storiella della professoressa lesbica discriminata sia stato un escamotage per far sì che la povera vittima venga assunta da qualcuno... La nostra civiltà sta decadendo e la tutela di persone potenzialmente vittime di discriminazione sta divenendo privilegio e quindi punitiva per il resto della società. La sinistra militante sta coniando nuovi slogan assurdi. Fossi in loro lancerei la campagna ‘Cerchi lavoro? Dichiarati gay’. Provo vergogna per questo genere di atteggiamenti e profondo rispetto per tutti gli omosessuali che conducono una vita rispettosa e lontana dai riflettori”.

(Alessandro Bertoldi, consigliere nazionale di Forza Italia, 22 luglio)

Kazzenger

“Calderoli uccide un serpente: ‘È la macumba di papà Kyenge. Non sono mai stato superstizioso ma dopo la macumba che mi ha fatto il papà della Kyenge mi è capitato di tutto e di più’”.

(La Repubblica, 20 agosto)

“L’ex ministro leghista lancia un appello al padre della Kyenge: ‘Forse è il caso di mandare un messaggio distensivo a papà Kyenge per chiedergli la revoca del rituale che mi fece’. Clement Kikoko Kyenge replica: ‘Se quando lui ha chiesto scusa a Cecile era sincero, può stare tranquillo. Se invece quelle scuse sono state frutto di calcolo e convenienza, gli antenati potrebbero innervosirsi”.

(La Repubblica, 26 agosto)

“Il quarto segreto di Fatima esiste: Antonio Socci ha la prova”

(Libero, 22 agosto)

“Sono stato a Medjugorie, ma non solo. Quando posso lavoro per una delle veggenti di Medjugorie, Marjia Pavlovic. Lei vede la Madonna tutti i giorni. Più di una volta mi è capitatodi assistere all’apparizione e ogni volta è un grandissimo privilegio”.

(Pippo Franco, www.papaboys.org, 20 agosto)

Follie d’estate

“I ladri gli rubano le ceneri della moglie”

(L’Adige, 16 luglio)

“Fa pipì in strada, picchia un uomo e poi si qualifica: ‘Studio legge’”.

(L’Adige, 19 luglio)

“Austria, è giallo politico: sparite 400 statue di gnomi con il pugno chiuso. I socialisti: rapite dai conservatori”.

(La Repubblica, 26 agosto)

“Costume noneso-ladino. L’indossatrice è Caterina Dominici. Per lei blusa bianca con pizzo, lunga gonna verde-blu, corpetto e grembiule rosso fuoco; per lui giacca blu e calzoni scuri, abbinati a scarpe con fibbia appariscente. È il costume anaune presentato ieri a Romeno, nell’ambito della prima Festa ladina nonesa”.

(L’Adige,31 agosto)

Commenti (0)

Nessun commento....

Scrivi un commento

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Gli utenti registrati non devono inserire il codice e possono modificare il proprio commento dopo averlo inserito.

Riporta il codice di 5 lettere minuscole scritto nell'immagine. Puoi generare un nuovo codice cliccando qui .

Attenzione: Questotrentino si riserva la facoltà di cancellare commenti inopportuni.