Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Sezione principale

Rossi fà la cosa giusta. E se ne dispiace

La Giunta Provinciale ha bloccato il progetto di espansione delle aree sciabili alla zona Serodoli-val Nambino (vedi Val Nambino: un gioiello da tutelare su QT del settembre 2013) dentro il Parco Adamello-Brenta. Lo stop è dovuto a motivazioni urbanistiche, ad ostacoli normativi, che la società impiantista ha deprecato, e che il Presidente Rossi ha così motivato: “È un no pragmatico, non ideologico. Non riguarderà necessariamente anche il futuro”. Insomma, avremmo voluto dirvi di sì, ma le norme previste dagli stolti miei predecessori non me lo consentono.

Chiariamoci, qui siamo in un caso molto diverso da Folgaria. La Funivie Madonna di Campiglio spa è una società florida, e non dubitiamo che il progettato impianto sarebbe risultato proficuo. Ma solo per lei. Invece sarebbe risultato un disastro per l’ambiente, per il Parco, per il turismo estivo, che sarebbe stato deprivato delle escursioni in un’area di grande bellezza e suggestione.

Speriamo che Rossi, una volta che ha dovuto combinarne una di giuste, non riesca a fare marcia indietro.

Parole chiave:

Articoli attinenti

In altri numeri:
5 laghi - Val Nambino: un gioiello da tutelare
ing. Paolo Mayr
Nuove piste nel Parco?
Francesco Borzaga

Commenti (1)

ahi ahi... gli accenti...

" fa "" scritto con l'accento... Nel titolo ... Non si puo' proprio vedere...
Scrivi un commento

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Gli utenti registrati non devono inserire il codice e possono modificare il proprio commento dopo averlo inserito.

Riporta il codice di 5 lettere minuscole scritto nell'immagine. Puoi generare un nuovo codice cliccando qui .

Attenzione: Questotrentino si riserva la facoltà di cancellare commenti inopportuni.