Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Sezione principale

Il QT che vorrei

Luisa Romeri

Cari Paris e Cattani, mi rivolgo a voi due che considero i veterani di QT per porvi un quesito. Da abbonata veterana mi sento autorizzata ad esprimere il mio parere sul giornale che seguo da una trentina d’anni. La cadenza mensile ha tolto sprint al giornale. Anche se va detto che alcuni servizi sono belli e interessanti. A mio parere dovrebbe cambiare linea, passando da un atteggiamento critico e spesso negativo a una linea propositiva, di raccolta di opinioni di cittadini, di lettori con la partecipazione di persone vive e appassionate. Su quali temi? Su quali sogni? Su quali proposte?

C’è da scegliere nell’attualità fin che si vuole, nel campo politico non mancano gli argomenti, così nelle cose pubbliche, scuole, ecc.Servizi brevi, diversificati, pur con qualche rubrica fissa.

A me viene in mente quanto ha significato per me Costruire Comunità, nella mia formazione, nella speranza di cose nuove, nell’entusiasmo che ho profuso in ciò che ho realizzato personalmente, nell’occasione che ho avuto di creare legami di amicizia con persone che mi erano sconosciute e con le quali dialogo ancora.

C’è un grande bisogno di riferimenti chiari e positivi, soprattutto credibili. Eppure Costruire Comunità si è squagliata dopo un lavoro iniziale di grande spessore. Anche su questo si potrebbe indagare. Perché non ripartire da qui? Perché non sentire il parere di altri veterani ?

Penso al viso scuro di Paris e alle perplessità di Cattani, ma sono contenta avervi fatto sapere il mio pensiero.

Un cordiale saluto

* * *

Cara Luisa, apprezziamo la tua lettera e la fiducia che, nonostante qualche flessione nello sprint, riponi in noi. Però a quello che ci chiedi siamo in grado di rispondere solo in parte. Passare a “una linea propositiva” coinvolgendo cittadini, lettori, persone vive e appassionate, è un po’ quello che proprio ora stiamo cercando di fare a Folgaria, fornendo uno spazio a chi, dopo il disastro delle passate scelte regressive, vuole disegnare e proporre un nuovo modello di sviluppo per quella comunità. L’abbiamo anche fornito ai contadini della LaVis e in generale ai viticoltori trentini; se vedi il nostro blog noterai la passione, anche eccessiva (sicuramente eccessiva) con cui si discute e ci si accapiglia attorno a quei temi.

Detto questo, sappiamo che bisognerebbe fare di più. Ma il di più riguarda un soggetto politico, come appunto Costruire Comunità aveva provato ad essere. Ma quello, sinceramente, QT non può farlo: non abbiamo le forze e nemmeno - per quanto ci riguarda, dopo troppe disillusioni - la volontà. Seguiremo comunque con interesse ogni germoglio di nuova discussione politica.

Commenti (0)

Nessun commento....

Scrivi un commento

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Gli utenti registrati non devono inserire il codice e possono modificare il proprio commento dopo averlo inserito.

Riporta il codice di 5 lettere minuscole scritto nell'immagine. Puoi generare un nuovo codice cliccando qui .

Attenzione: Questotrentino si riserva la facoltà di cancellare commenti inopportuni.