Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Sezione principale

“Ted” e la teoria del sognatore

A fine novembre, si terrà il “Ted” al Teatro sociale di Trento. “Ted” è una conferenza-spettacolo in cui i relatori sviluppano un tema all’ordine del giorno mettendosi in gioco sul palcoscenico. Chiunque può candidarsi sottoponendo ai selezionatori una bozza di contenuti. Se passi ti conquisti 10 minuti di gloria sulla ribalta locale. Inoltre sei videoripreso e sparato nel web, così diventi pure una star globale. Il tema di quest’anno è “Il coraggio di osare”. La tautologia richiama arditezze retoriche da réclame anni 70, tipo l’amaro amarevole. La chiara intenzione è celebrare il classico volere è potere, oggi attualizzato in be foolish! Positivismo in misticanza new-age. Ma non sempre incitare qualcuno a osare equivale a fargli del bene, come spiego nella mia seguente teoria del sognatore.

L’umanità si divide in 3 categorie: i capaci, i fatalisti e i sognatori. Il capace è in genere consapevole delle sue facoltà e osa indipendentemente dalle esortazioni. Il fatalista non si complica la vita, tanto gli basta galleggiare. E il sognatore? Qui sta il problema: spingere un sognatore a osare è invitarlo a nozze, proiettandolo verso un firmamento di mete spesso irraggiungibili e di fatto mandandolo a ingrossare la schiera di illusi e frustrati della nostra epoca. I capaci osano se calcolano di avere buone probabilità di successo, altrimenti se ne stanno buoni in attesa di circostanze più favorevoli. I sognatori no, ci provano comunque. Ma il risveglio può essere brutale. Il successo lo ottieni solo se sei attrezzato. Ovvero se possiedi gli strumenti per captare e soddisfare le esigenze di qualcuno che ti ripagherà economicamente, affettivamente, culturalmente, politicamente... Senza attrezzatura puoi osare quanto ti pare ma andrai invariabilmente a sbattere. Chi scrive è un esperto.

Quando ho letto la notizia che il “Ted” aveva lanciato questo tema ho pensato: e perché no? visto che proprio il “Ted” magnifica l’importanza di osare, potrei osare candidarmi per illustrare la mia teoria. Mi preoccupava però il paradosso che si sarebbe generato qualora fossi stato selezionato. Infatti in questo caso avrei ottenuto un successo, nonostante io appartenga alla categoria dei sognatori non-attrezzati. Come avrei potuto sostenere la validità della mia tesi se la mia stessa presenza lì la contraddiceva? Preoccupazione poi rivelatasi superflua: “Il Comitato di Valutazione, dopo attenta selezione, non ha accolto...”. Teoria confermata.

Parole chiave:

Articoli attinenti

In altri numeri:
Orologio tedesco, meridiana italica
Agenzia babbonatale

Commenti (8)

??? Ted

Facciamo così, state tutti nel vostro brodo. Evidentemente avete ragione voi, tutti hanno sempre ragione! Anche io ho ragione! Quindi? Che si fa? Chi siete voi? E chi è e cosa è ted? Mettiamo questo sulla bilancia!!!
Grazie! Ma noi siamo nulla rispetto a ted!
Avete tutti ragione bravi complimenti saluti Arrivederci grazie e auguri

franz vs ted: 4-0 deodato

lectio magistralis.

@ ted franz

Io sono stato gentile.
Però devo rilevare che non è molto corretto intervenire in un forum per fare pubblicità a un sito, nè particolarmente elegante bollare come "perdita di tempo" il forum che sta ospitando la tua opinione.
Faccio notare altresì che il mio articolo non conteneva alcun attacco alla (vostra?) manifestazione, semmai autoironizzava sullo status di perdente dell'autore e sulla sua ovvia incompatibilità con una "kermesse di vincenti". Forse non è stato colto l'aspetto ludico della questione, colpa mia.
In cambio da parte (vostra?) ho ricevuto un poco simpatico apprezzamento sul mio stile letterario. Ci sta pure... ma mi domando: avete scritto qui per argomentare qualcosa o perchè vi bruciava di non essere stati incensati come magari ritenete di meritare?
Ricambio gli auguri, anche se non mi è chiaro se chi li riceve sia un battitore libero o piuttosto il portavoce di un'organizzazione.
Francesco Pisanu

caro franz ted

un link? non è solo un link! è un canale web con argomenti di alto livello.
forse sarebbe meglio seguire le discussioni su ted, anzichè perdere tempo qui.
auguri

@ w ted franz

Potrei essere d'accordo, ma tu spiegati meglio. Tu, che ti chiami W Ted (e non Nome e Cognome), non cavartela con un link. Esci dal guscio, argomenta con parole tue...
Ci conto.
Ciao.

ci credo w ted

caro mio se non sei stato selezionato un motivo evidentemente c'è! basta leggere i tuoi articoli!
per chi non conosce ted fatevi un giretto qui:
http://www.ted.com/
come vedete si tratta di una cosa seria!
consiglio: fatti un bel viaggio in tutti e con tutti i sensi
saluti

@teopoldo franz

Ah ah. Quanto a ironia mi superi alla grande.
Sono contento che tu abbia integrato il tema con questa affilata analisi. Anche perchè hai toccato argomenti da cui io mi sono tenuto fuori. Se avessi calcato più la mano mi sarei esposto all'ovvia critica della "volpe che finge disprezzare l'uva perchè non gli riesce di prenderla". Doppiamente grazie quindi per il contributo.

teopoldo defranchis

Molto ironico e centrato il tuo articolo. Non mi stupisce che non ti abbiano selezionato. So chi fa parte del comitato organizzatore e se non fai parte dell'élite cittadina di Trento, possibilmente afferente alla casta impiegatizia provinciale e para-tale (controllate PAT, centri di ricerca, Università), te lo scordi di prendere parte a questa pagliacciata, che si spaccia per open e innovativa, ma che è finanziata attraverso fondi pubblici con giri che nemmeno Totò e Peppino avrebbero inventato...
Quindi al tuo posto sarei fiero di non aver partecipato.
PS: quei pochi esterni al giro che hanno preso parte alla sceneggiata o sono stati presi per errore o scientemente, per mascherare il nulla che gli altri, gli amici, avevano da dire...
Scrivi un commento

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Gli utenti registrati non devono inserire il codice e possono modificare il proprio commento dopo averlo inserito.

Riporta il codice di 5 lettere minuscole scritto nell'immagine. Puoi generare un nuovo codice cliccando qui .

Attenzione: Questotrentino si riserva la facoltà di cancellare commenti inopportuni.