Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Sezione principale

“Luci e ombre del legno”

Un concorso e una mostra

Il Simposio “Luci e ombre del legno” è un concorso di scultura che si svolge ogni estate, dal 2002, nei quattro comuni del Tesino. La giuria, presieduta da Renzo Francescotti, seleziona ogni volta 24 artisti, i quali vengono invitati a risiedere per una settimana sull’altipiano; ognuno viene fornito di un tronco di pino cembro e realizza un’opera.

La mostra di palazzo Roccabruna di Trento (fino al 17 febbraio, che viaggerà poi in altre cinque sedi dell’alta Italia) è dedicata ai tre vincitori dell’edizione 2015: il gardenese Vinzenz Senoner, il piemontese Dino Damiani e il vicentino di Piove del Grappa Toni Venzo, ai quali si aggiunge il valdostano Angelo Bettoni con un premio speciale).

Accanto a loro, è stato “convocato” un maestro della scultura regionale (come accade da quando è stata ideata la mostra itinerante): quest’anno è la volta di Othmar Winkler.

Bisogna dire che l’inquieta, irregolare e perturbante visione di questo nostro grande scultore - qui si tratta dei volti intagliati di personaggi omerici e mitici, oltre a quello del Cristo - si muove in una direzione diversa, per non dire opposta a quella dei tre scultori di oggi (ciascuno presente con 5 opere), i quali non cercano accenti drammatici, ma sono in una certa misura tra loro accomunati - pur nelle diversità di linguaggio - dal tema delle fonti della vita: le maternità trasognate, estatiche di Senoner, figurazione essenziale, in una materia impreziosita (talvolta fin troppo) dal trattamento pittorico; la composizione, marcatamente simbolica, di Damiani sul legame dei viventi con l’energia della terra; le figure femminili di Toni Venzo, investite e quasi sul punto di essere assorbite dal flusso della natura.

Parole chiave:

Commenti (0)

Nessun commento....

Scrivi un commento

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Gli utenti registrati non devono inserire il codice e possono modificare il proprio commento dopo averlo inserito.

Riporta il codice di 5 lettere minuscole scritto nell'immagine. Puoi generare un nuovo codice cliccando qui .

Attenzione: Questotrentino si riserva la facoltà di cancellare commenti inopportuni.