Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Sezione principale

Mi hanno ammazzato Katty

Sabato 12 marzo, nel tardo pomeriggio, mio fratello ha portato la nostra cagnolina Katty a fare una delle sue passeggiate sul lungolago nel tratto da Peschiera a Castelnuovo, nelle immediate vicinanze di Gardaland. Dopo un’oretta Katty ha iniziato a star male, presentando i primi sintomi da avvelenamento: vomitava un liquido nero, tremava come una foglia ed aveva dei fortissimi spasmi muscolari. Di sabato pomeriggio purtroppo il nostro veterinario in città era chiuso, così l’abbiamo portata in una clinica per le emergenze a Lazise, aperta ore 24 su 24. Il veterinario di turno ha fatto l’impossibile per salvarla e fino all’ultimo ho sperato che superasse la notte, invece è spirata lasciandomi nella disperazione.

Il veleno da lei ingerito non è di quello utilizzato per uccidere i topi, che provoca emorragie interne, ma è più simile a quello tipo “lumachina” che provoca appunto questi fortissimi spasmi muscolari, lo stesso che più volte ha ucciso negli ultimi tempi altri cagnolini nella zona del basso lago. Da quello che ho saputo, è lo stesso veleno che viene sparso in giro da delinquenti senza scrupoli, che intendono così liberarsi delle nutrie che infestano il basso lago. Questo veleno viene messo anche a filo d’acqua lungo le rive nella sabbia e quindi rappresenta un pericolo anche per i bambini che giocano al lago.

Non riesco a descrivere il dolore che provo, perchè Katty faceva letteralmente parte della famiglia, ed era una cagnolina giocherellona, affettuosa, benvoluta da tutti.

Purtroppo tanti proprietari si rassegnano con tristezza alla perdita del loro amatissimo 4 zampe, anche perché l’iter per la denuncia alle autorità competenti richiede tanto tempo, pazienza, soldi e il coraggio di far tagliare a pezzi il proprio animale per poter procedere all’autopsia; io no, non intendo stare zitta, non voglio che questa gente continui a fare del male a dei poveri innocenti.

Ieri ho fatto ufficiale denuncia contro ignoti alla polizia locale e per poterlo fare ho dovuto farle fare l’autopsia e tutti gli accertamenti tossicologici sul veleno che ha ingerito presso il centro specializzato di Verona a Borgo Roma, altrimenti non avrebbero preso in considerazione la mia segnalazione.

Io vorrei che venisse data a questa notizia la massima divulgazione, per scongiurare altre morti per avvelenamento di altri cagnolini a passeggio, e vi ringrazio per tutto quello che potrete fare per sensibilizzare le persone in merito.

Lettera firmata

Commenti (0)

Nessun commento....

Scrivi un commento

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Gli utenti registrati non devono inserire il codice e possono modificare il proprio commento dopo averlo inserito.

Riporta il codice di 5 lettere minuscole scritto nell'immagine. Puoi generare un nuovo codice cliccando qui .

Attenzione: Questotrentino si riserva la facoltà di cancellare commenti inopportuni.