Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Sezione principale

Scontro di civiltà in trattoria

- Allora facciamo due stinchi al forno con la polenta. E da bere?

- Un mezzo di rosso. E una bella caraffa d’acqua.

- Come scusi?

- Sì, una caraffa d’acqua della spina quella del sindaco..., ah ah”.

Tu pensi che il tutto si chiuda lì, dopo la tua brillante battuta di spirito. E invece il dialogo col cameriere può prendere una piega creativa... Nel senso che ogni locale adotta una sua politica dell’erogazione dell’acqua e quindi reagisce attingendo da una vasta gamma di risposte, a volte anche sorprendenti e innovative. Ecco un catalogo aggiornato.

Reazione 1 o dello stupore. L’addetto assume l’espressione di chi si trova di fronte a una richiesta lunare. Bofonchia qualcosa e poi dice che deve chiedere al capo. E tu intanto stai lì come in attesa della diagnosi sul tuo stato di salute mentale.

Reazione 2 o della fermezza. “L’acqua la serviamo solo in bottiglia”. Punto.

Reazione 3 o del muro di gomma. Annuisce e poi ti porta quello che vuole lui.

Reazione 4 o della fantasia. Giustificazioni che scandagliano i fondali dell’immaginazione: “Purtroppo siamo sprovvisti di caraffe o altri contenitori idonei”, oppure: “Ci sono problemi con l’acquedotto”, o ancora: “Dal rubinetto esce solo acqua calda” e così via...

Reazione 5 o della legalità. “Disposizioni igienico-sanitarie ci vietano...

Reazione 6 o della didattica. Te la servono bella tiepida, così impari.

Reazione 7 (senza nome). Ti portano ciò che chiedi senza problemi.

Mi permetto di suggerire caldamente al lettore, qualora dovesse trovarsi in situazioni affini, di restare nel locale solo nel caso della reazione numero 7. Diversamente di alzarsi, scusarsi per il disturbo e prendere la porta.

Non si tratta di essere fanatici naturisti o taccagni. Si tratta che sei un cliente che sta facendo una richiesta tra le più semplici, normali e civili del repertorio umano. E anche se il cliente non ha sempre ragione, tuttavia ha il diritto sacrosanto di non venir preso per il culo da chi è lì apposta per servirlo e poi fargli pagare il conto.

Se invece vi piace l’acqua minerale...