Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Sezione principale

Segreti di Fatima: una critica “da destra”

Associazione Madonna di Fatima

Il Centro di Fatima che ha sede in Canada, in collaborazione con la sede italiana "Associazione Madonna di Fatima", con sede in Roma, attraverso un commento rilasciato da padre Paul Kramer, un sacerdote cattolico appartenente al Centro, ha definito "un camuffamento" l’interpretazione vaticana del Terzo Segreto.

"La visione descritta nel testo riguarda una scena in cui il Papa è colpito a morte da un gruppo di soldati; la stessa sorte tocca poi a vescovi, sacerdoti, e così via, che vengono fucilati uno per uno dopo aver attraversato una città semidistrutta. Tutto questo non ha evidentemente nulla a che fare con Papa Giovanni Paolo II, che non è stato colpito a morte da Ali Agca", ha affermato padre Kramer. "Inoltre - prosegue p. Kramer - lo stesso opuscolo ufficiale del Vaticano contenente il testo della visione di Suor Lucia smentisce la tesi, sostenuta nel commento del card. Ratzinger, secondo cui il segreto riguarderebbe unicamente avvenimenti del XX secolo, culminati nell’attentato del 1981".

Padre Kramer si riferisce ad una lettera inviata da suor Lucia al Papa il 12 maggio 1982, pubblicata nell’opuscolo ufficiale sul segreto. La lettera, scritta un anno meno un giorno dopo l’attentato, afferma a proposito: "E se non abbiamo ancora visto il totale compimento della parte finale della profezia, ci stiamo avvicinando a grandi passi a quel momento, se non abbandoneremo in tempo il sentiero del peccato".

Padre Kramer ha osservato che "se suor Lucia ha detto al Papa, un anno dopo l’attentato alla sua vita, che la profezia non si era ancora compiuta, e che ci stiamo avvicinando a grandi passi al suo compimento a causa della diffusione del peccato nel mondo, come può il Vaticano ragionevolmente affermare che la visione del segreto descrive l’attentato compiuto un anno prima? Suor Lucia non mette in rapporto le due cose nella lettera inviata al Papa, in cui non si menziona affatto l’attentato... In poche parole, stiamo assistendo ad un tentativo di camuffare la verità del terzo segreto".

"L’interpretazione del Vaticano lascia molti dubbi anche su un altro punto importante - ha aggiunto p. Kramer - Nell’opuscolo del Vaticano si osserva che il passo delle memorie di suor Lucia, in cui sono contenute le parole della Madonna relative alle prime due parti del segreto, termina con la frase cruciale ‘In Fatima il dogma della Fede sarà preservato per sempre, ecc.". Poiché la frase è lasciata in sospeso, era lecito supporre che il pensiero sarebbe stato completato nel testo dalla terza e ultima parte del segreto, facendo seguito all’ ‘ecc’."

Padre Kramer ha osservato che, contrariamente a ogni previsione, il testo del terzo segreto non contiene altre parole della Madonna di Fatima. "È difficile credere che il discorso della Madonna di Fatima si concludesse con un ambiguo ‘ecc.’. Che fine hanno fatto le restanti parole?"

Kramer ha osservato inoltre che il comunicato con cui il Vaticano annunciava nel 1960 la decisione di annullare la pubblicazione del Segreto, prevista per quell’anno, faceva esplicito riferimento all’opportunità di non rivelare "le parole della Madonna" contenute nel testo dello stesso segreto. "Ma il testo del terzo segreto diffuso non contiene nessun’altra parola pronunciata dalla Madonna. Questo non può che lasciare perplessi."

Padre Kramer ha aggiunto che il commento del Vaticano non accenna in nessun modo alla conversione della Russia, auspicata nelle prime due parti del segreto. "La conversione della Russia è identificata dalla Madonna di Fatima con il trionfo stesso del Suo Cuore Immacolato, e rappresenta il punto focale dell’intero messaggio. È’ quindi sorprendente che il commento di Ratzinger sul trionfo del Cuore Immacolato, inserito nell’opuscolo vaticano, non faccia riferimento alla conversione della Russia alla fede cattolica. Sembra che il Vaticano abbia voluto cancellare la conversione della Russia dal Messaggio di Fatima e sia intenzionato a non fare mai più accenno a tale questione. Nel frattempo, in Russia si registra un numero sempre più alto di aborti, il governo è controllato da "ex comunisti" atei e da agenti del KGB riciclati e la società russa sta cadendo a pezzi".

Kramer ha messo in rapporto la pubblicazione del segreto con una conferenza stampa tenutasi in Vaticano, nel corso della quale il Segretario di Stato, il card. Angelo Sodano, e Mikhail Gorbaciov hanno presentato alla stampa il libro di memorie dell’ex Segretario di Stato Casaroli, intitolato "Il martirio della pazienza: 1963-1989". Nelle sue memorie, Casaroli difende la sua Ostpolitik, basata sul silenzio e sulla rinuncia a confrontarsi con i regimi comunisti che perseguitavano i cattolici.

Secondo p. Kramer "il Vaticano cerca di farci credere che la supposta caduta del comunismo sia stata una conseguenza della sua Ostpolitik e che questo evento puramente politico debba essere considerato come il Trionfo del Cuore Immacolato di Maria, che ci condurrà in un nuovo mondo selvaggio di fratellanza, rappresentato da gente come Gorbaciov. Ma la Fondazione Gorbaciov promuove tra l’altro la riduzione della popolazione mondiale per mezzo della contraccezione e dell’aborto. È’ deplorevole che un simile rappresentante della globalizzazione abortista e del pensiero unico sia stato ricevuto come ospite d’onore in Vaticano ad appena un giorno di distanza dalla supposta pubblicazione del terzo segreto. Si tratta di un grossolano insulto alla Beata Vergine".

Kramer ha osservato che durante la conferenza stampa Gorbaciov/Sodano non sono state ammesse domande da parte dei giornalisti presenti. "Quando mai si è sentito parlare di una conferenza stampa in cui ai giornalisti è proibito di fare domande? È chiaro che l’ufficio stampa del Vaticano ha voluto impedire che qualcuno dei presenti potesse distruggere l’illusione che la supposta caduta del comunismo coincida con la realizzazione del Messaggio di Fatima e che individui come Gorbaciov rappresentino il promettente futuro del genere umano".

Il Centro di Fatima diffonderà entro breve tempo un documento più completo sul terzo segreto - ha detto padre Nicholas Gruner, guida spirituale del Centro. "Il Cardinale Ratzinger ha affermato che la Chiesa non intende imporre una particolare interpretazione del Terzo Segreto, ma che egli si era limitato ad offrire il suo commento. Si tratta, in effetti, di una prudente smentita, dato che l’interpretazione offerta dal Vaticano solleva molti più dubbi di quanti ne risolva."

Associazione Madonna di Fatima