Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Sezione principale

La laurea difficile

Qualche dato sulla presenza di studenti disabili nelle facoltà di Trento: nell’anno accademico 1999-2000 erano 51, quasi il doppio rispetto al ’94. In percentuale rappresentano lo 0,33% degli studenti iscritti, un dato in linea con la media nazionale (0,35). La facoltà preferita è Sociologia con 13 iscritti, seguita da Giurisprudenza con 12. Ultimo posto per Scienze con 3 iscritti, tutti maschi. Le facoltà preferite sono per ovvi motivi quelle in cui la frequenza è meno determinante rispetto al profitto: per un disabile motorio è più semplice prepararsi ad un esame a casa.

Osservando i risultati scolastici, si nota come su 55 studenti iscritti dal ’93 al 2000, solo dieci (meno del 20% dunque) si siano laureati, un risultato decisamente inferiore a quello degli altri studenti, mentre il tempo necessario per completare il corso di studi è nella media. I laureati al giugno 2000 sono stati dieci: tre in economia e giurisprudenza, due in lettere, uno ciascuno per sociologia e lingue. Nessun laureato in ingegneria e fisica, facoltà che richiedono assidue presenze in aula e frequenza di laboratori.

Parole chiave:

Articoli attinenti

Nello stesso numero:
Quando studiare è doppiamente faticoso

Commenti (0)

Nessun commento....

Scrivi un commento

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Gli utenti registrati non devono inserire il codice e possono modificare il proprio commento dopo averlo inserito.

Riporta il codice di 5 lettere minuscole scritto nell'immagine. Puoi generare un nuovo codice cliccando qui .

Attenzione: Questotrentino si riserva la facoltà di cancellare commenti inopportuni.