Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Il decalogo della criminalità organizzata

Che cos'è la criminalità organizzata? Come sia importante darne una definizione omogenea, raccogliere i dati con uguale sistema, realizzare politiche comuni.

Francesca Romana Pandolfi

Che cos’è la criminalità organizzata? Come può essere definita in ambito europeo? Ci sono diverse definizioni che tentano di dare una lettura del fenomeno. La definizione più dettagliata è quella del Consiglio di Europa che comprende 11 criteri di definizione. Di questi i primi quattro sono obbligatori: 1. coinvolgimento di più di due persone; 2. per un periodo di tempo prolungato o indefinito; 3. sospettate di partecipazione a crimini gravi; 4. aventi lo scopo di ricavare profitto e/o potere.

A questi se ne aggiungono due tra sei facoltativi che sono: 5. ruoli specifici per ciascun membro del gruppo; 6. uso di forme di controllo all’interno del gruppo; 7. attività a livello internazionale; 8. uso di violenza o di altre forme intimidatorie; 9. uso di apparati commerciali; 10. partecipazione al riciclaggio di denaro; 11. influenza sulla politica, sui media, sulla pubblica amministrazione, sulle autorità giudiziarie o sull’economia.

Un’altra definizione di criminalità organizzata - più generale - è riportata nella "Convenzione delle Nazioni Unite contro la criminalità organizzata transnazionale" del 2000. Secondo questa definizione un gruppo di criminalità organizzata è quel gruppo di tre o più persone che commette dei crimini gravi nei territori di più stati al fine di ricavarne benefici finanziari e materiali. Come si evince dal confronto, l’Onu privilegia il carattere internazionale delle attività svolte dai gruppi di criminalità organizzata, mentre il Consiglio di Europa, predilige la struttura e l’organizzazione interna del gruppo.

Anche in Europa, tra i paesi membri dell’Unione, manca una definizione comune di criminalità organizzata. Ciò è dovuto soprattutto al fatto che alcuni stati - tra cui Belgio, Germania e Italia - continuano a definirla con criteri prettamente interni e contenuti nei propri codici penali, trascurandone così il carattere transnazionale. Da questa lacuna nascono le difficoltà che ostacolano la realizzazione di politiche comuni nella lotta alla criminalità organizzata e che – di conseguenza – accrescono le opportunità per i gruppi criminali.

Questo è quanto emerge dal progetto EUSTOC, condotto da Transcrime in cooperazione con altri partners europei e finanziato dalla Commissione Europea, nell’ambito del programma AGIS 2003. La ricerca ha analizzato le attuali fonti che producono dati sulla criminalità organizzata, a livello internazionale, regionale e nazionale, individuate in termini di chi raccoglie i dati statistici sulla criminalità organizzata, quali dati vengono raccolti e come vengono acquisiti. L’obiettivo era di far emergere i punti in comune e le divergenze tra i diversi sistemi di raccolta-dati adottati.

Dallo studio si osserva che gli istituti che si occupano della raccolta dei dati sulla criminalità organizzata a livello europeo e internazionale sono: l’ONU; l’Europol, l’HEUNI (Istituto Europeo per la Prevenzione e Controllo della Criminalità) e il Consiglio d’Europa.

Che tipo di dati vengono raccolti? A livello internazionale ed europeo, i dati raccolti sono scarsi e non sono uguali per tutti gli stati membri UE. In Germania, ad esempio, vengono raccolte variabili sia sul reato (ad esempio, nel caso del traffico di droga, il tipo di droga, le rotte, il mezzo di trasporto) che sui gruppi di criminalità organizzata (durata della collaborazione dei gruppi, modus operandi usato per compiere le attività criminali, posizione geografica); in Francia invece le variabili acquisite sono relative soltanto ai reati.

Come vengono acquisiti i dati sulla criminalità organizzata? In genere nei paesi europei i dati vengono raccolti a livello locale/regionale dagli istituti specifici e sono poi inviati all’istituto che ne coordina la raccolta e li gestisce a livello nazionale.

Da quanto analizzato, a livello europeo si evince soprattutto la necessità che i paesi membri adottino una definizione di criminalità organizzata comune e in particolar modo quella espressa dal Consiglio d’Europa, e che assumano un uguale sistema di raccolta-dati basato sul reato, in modo da poter acquisire le stesse informazioni sul medesimo fenomeno e poter realizzare politiche comuni per risolverlo. E’ bene quindi che la consapevolezza della transnazionalità della criminalità organizzata conduca i paesi dell’Unione a ricorrere a comuni strumenti di lotta e risoluzione del problema.

Parole chiave:

Articoli attinenti

In altri numeri:
Criminalità globalizzata
Sara Martocchia

Commenti (1)

Alex

Romania is a mafia state with not working administration governed by organized crime.

Human trafficking in Romania is a state policy and a modern retail which feed corruption and organized crime. Organized crime is constantly looking for legitimate business that could be used as a cover.Behind such companies, actually hiding network specializing in recruitment of girls who end up prostitute.
These companies are used as a mask, to support illegal activities, to wash the money, but also because leaders mobs to be seen as successful entrepreneurs.
Besides these companies, strongly related with them, in the town of Curtea de Arges (Romania) exist more mafia groups(indestructible mafia groups) which with the complicity of local taxi drivers, recruit, transport, and place girls to practice prostitution, girls which later are trafficked external.
According to data held by the Italian authorities in Roma: 85% of prostitutes in Rome are romanian woman. In Milano: eight of ten prostitutes which practice “job” in Milano are romanian woman including Ioana Visan, Berlusconi's hooker from Curtea de Arges (Curtea de Arges, pimps factory from Romania, manager: local corrupt police ) arrived in Italy by prostitution networks from Curtea de Arges
Cars of the pimps from Curtea de Arges who recruit girls from prostitution and customers for them: B-14-WXH (prostitute-pimp who was married with Caroli Pici, said Loti, a member of a criminal gang George Nan by world involved in human trafficking, kidnappings, usury and murders, thefts from apartments, and car thefts, and that on the June 20, 2004 abducted and kidnapped Anna Maria Valdata, the italian wife of a tycoon for which demanded a ransom of 1 million euros http://www.independent.co.uk/news/world/europe/nightmare-of-kidnapping-returns-to-italy-as-millionaires-wife-is-held-733071.html http://ziare.zaraf.ro/articol8544/RAPITORUL-MILIARDAREI-INFRACTOR-INTERNATIONAL.htm http://archivio.panorama.it/home/articolo/idA020001025842 ) and B-34-TND (pimp - one of the mob leaders from Curtea de Arges)
About the pimp Caroli Pici, nick Loti and local corrupt police:
http://www.ziarulprofit.ro/archives/6159
http://www.ziarulprofit.ro/archives/10990

...in Denmark, Romania is the country with the most prostitutes and according to Europol, Eurojust, The Times, CNN, the first exporter of prostitution in Europe is Romania.
Police mafia-underworld
Mafia groups in Romania are "monitored" for nearly 20 years. Police chiefs the long investigations, sent in prison some between pawns of sacrifice indicate by the underworld, in this way mafia groups unfolding-and in continuation criminal activity.
Everything, seasoned with a few masked which, below the cameras, will break the door, will seize the swords and guns ball, clubs and other trifles from those established as victims.

German Bundestag: "Corruption in Romania is a worrying problem. It's not a sporadic apparition is a systematic phenomenon.”.
El Pais about Romania: corrupt and without money.
La Croix: Romania, the most corrupt country in Europe.
Tel Aviv: Corruption in Romania is a national disease.
The Times: Romania is the first exporter of prostitution.
Transparency International: In Romania, the atmosphere is filled with corruption
Jan Marinus Wiersma: Romania still needs another 25 years to eradicate corruption
Geert Wilders: Romania and Bulgaria should be excluded from the EU due to high corruption and irregularities which make them unsuitable as members of the EU.
Scrivi un commento

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Gli utenti registrati non devono inserire il codice e possono modificare il proprio commento dopo averlo inserito.

Riporta il codice di 5 lettere minuscole scritto nell'immagine. Puoi generare un nuovo codice cliccando qui .

Attenzione: Questotrentino si riserva la facoltà di cancellare commenti inopportuni.