Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Sezione principale

No alla vivisezione

www.unacremona.it

Abbiamo appreso della richiesta di autorizzazione presentata dal prof. Cesare Galli alla Regione Lombardia per un progetto che prevede la creazione di un maiale geneticamente modificato e la sua clonazione. Il motivo addotto è la ricerca di cure per le malattie neuro-degenerative.

Si tratta di patologie molto gravi, per le quali è giusto indagare sulle cause e cercare cure e soluzioni; purtroppo, però, la vivisezione e l’uso dei cosiddetti “modelli animali” non può essere la strada giusta da perseguire. Si tratta di un metodo cruento, crudele, anti-etico perché prevede l’uso di animali, esseri viventi senzienti, ma anche inutile, non predittivo e non valido dal punto di vista scientifico, come sempre più è affermato dagli esperti anche a livello mondiale.

Quello che chiediamo come associazione animalista, ma attenta anche alla salute umana, è che la vivisezione venga abbandonata e abolita, a favore dei metodi sostitutivi che non prevedono l’uso di animali, ma solo di cellule e tessuti umani.

Sul nostro sito (www.unacremona.it) è possibile trovare e firmare l’appello del Comitato Scientifico Equivita che chiede alla Regione di non autorizzare questo progetto né altri analoghi in futuro.

Commenti (0)

Nessun commento....

Scrivi un commento

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Gli utenti registrati non devono inserire il codice e possono modificare il proprio commento dopo averlo inserito.

Riporta il codice di 5 lettere minuscole scritto nell'immagine. Puoi generare un nuovo codice cliccando qui .

Attenzione: Questotrentino si riserva la facoltà di cancellare commenti inopportuni.