Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Sezione principale

10 milioni targati Rossi

Anche per Mediobanca la Cantina LaVis è decotta, ma Ugo Rossi, contro tutto e tutti, ha pronta una flebo. Inutile per LaVis, costosa per la Pat, devastante per l’etica economica.

È di questi giorni la pubblicazione, da parte dell’Ufficio studi di Mediobanca, dell’Indagine sul settore vinicolo, che prende in considerazione le 111 principali società italiane del settore, e compara i dati delle prime 25: tra esse, terza per fatturato è Mezzacorona con 163 milioni, sesta Cavit con 153, quattordicesima LaVis con 85. I dati più significativi sono riassunti in una tabella (vedi alla pagina successiva), che riporta gli Indicatori economico-patrimoniali e di efficienza basati sui bilanci 2012. Per ulteriore chiarezza, la tabella segnala in verde, per ogni parametro, le tre migliori cantine, e in rosso le tre peggiori. Orbene, mentre Cavit evidenzia una solidità di fondo riuscendo anche a raggiungere il verde in due parametri (debiti rispetto ai mezzi propri e rispetto al fatturato); Mezzacorona è in rosso (penultimo posto) nel rapporto debiti\fatturato, riscattato però dall’elevato rapporto investimenti\fatturato e dalla normalità di tutti gli altri parametri; LaVis invece si trova sempre in rosso profondo, è all’ultimo o penultimo o terzultimo posto praticamente in tutti i parametri. Insomma, secondo Mediobanca è un’azienda decotta. Né più né meno di quanto ha rilevato, leggendo gli stessi bilanci, la nostrana revisione cooperativa, attirandosi gli strali dell’impudente Marco Zanoni, amministratore delegato della Cantina.

Ma non è tutto. I rilievi di Mediobanca infatti sono tratti dalle cifre dei bilanci della LaVis, cioè dalle cifre di Zanoni, sulla congruità delle quali il revisore dott. Enrico Cozzio ha avanzato serie ed argomentate obiezioni. Che proprio in questi giorni hanno mostrato di essere pienamente centrate.

Zanoni infatti è riuscito a vendere uno degli asset, a suo tempo acquistati a carissimo prezzo dai precedenti, sciagurati amministratori: la società (e relativa tenuta toscana) Basilica Cafaggio. Solo che la società, acquistata a suo tempo per 7,3 milioni, iscritta a bilancio per 6,8 milioni, è stata venduta a 4,8 milioni. Il che vuol dire da una parte una perdita nel patrimonio di altri due milioni, dall’altra che Cozzio aveva ragione: il pur orrido bilancio di Zanoni, stroncato da Mediobanca, è in realtà imbellettato attraverso l’iscrizione di valori non giustificati.

E chi è il compratore? Qualche imprenditore vinicolo? No, a comperare è Isa, la nota finanziaria della Curia trentina. La quale, grazie alle splendide regalie della precedente amministrazione Giacomoni-Peratoner-Andermarcher, da noi a suo tempo ampiamente denunciate (“Un ritorno al Medioevo: soldi dai contadini al vescovo” titolavamo nell’aprile 2011) vanta dalla LaVis crediti residui per oltre dieci milioni. Che, pur essendo farina del diavolo, la finanziaria vescovile certamente aliena da tentazioni francescane, vuole recuperare, e che invece vede svanire nelle nebbie dei bilanci lavisani sempre più affannati: di qui, per limitare i danni, l’acquisto di Basilica Cafaggio, con il relativo importo - 4,8 milioni - scalato dai debiti della Cantina.

E che se ne fa Isa della tenuta? Per intanto niente, così la riaffitta per cinque anni alla stessa LaVis, a un canone di 121.250 euro annuali. C’è da sperare che la Cantina sappia gestire Cafaggio in attivo (finora vi ha solo riversato soldi), a differenza di quanto sta facendo con Maso Franch, altra follia della gestione Peratoner, munificamente acquistato (8,97 milioni) dalla Provincia di Dellai, e riaffittato a LaVis per 227.000 euro, che lo ha subaffittato per 127.000, con una perdita secca annuale di centomila euro. Della serie: qui è tutto sbagliato, ogni pezza è peggio del buco.

Vedi la tabella in Pdf

Zanoni va avanti imperterrito

Che Lavis sia all’ultima spiaggia, lo dicono altri indizi. La Cantina infatti, pur quattordicesima in Italia, è stata scacciata con ignominia dal Consorzio Vini del Trentino perché non paga le quote sociali. Come un barbone molesto. Non solo: ha anche un arretrato pazzesco con la Federazione delle Cooperative, ben 300.000 euro di quote non pagate.

Altre partite vengono poi al pettine. Da alcuni anni, ad ogni bilancio, Zanoni illustra come imminente lo spostamento di Casa Girelli da Trento Sud a LaVis, e la vendita del terreno al Consorzio Lavoro Ambiente (CLA), che vi costruirebbe uno studentato. Il CLA, come caparra, aveva versato 3 milioni, da restituire entro il maggio 2014, vale a dire ora, se non si fossero verificate le condizioni per realizzare lo studentato: e siccome l’ennesimo studentato, altra megalomania dellaiana, non si farà, i 3 milioni vanno restituiti.

Zanoni intanto va avanti imperterrito. Fa altri danni. Ha convinto fornitori e soci ad effettuare prestiti nella veste di soci sovventori, promettendo rendimenti oltre il 4%. Solo che il socio sovventore entra nel capitale di rischio, quindi, con il patrimonio della Cantina ormai azzerato, ha perso i soldi. Ancora non lo sa, ed è contento perché Zanoni gli ha pagato il 4% di interessi. Ma questo è uno strappo alle regole, non si può remunerare il capitale di rischio con il bilancio in perdita. Le irregolarità si susseguono, la regola è il disprezzo delle regole.

10 milioni. un pannicello caldo

È in questa situazione che si inserisce la Giunta Provinciale. L’assessore all’Agricoltura Michele Dallapiccola, nelle varie assemblee, evidenzia una perdurante incompetenza a livelli ormai imbarazzanti; in compenso dimostra di aver appreso la lezione del politicante doroteo, e si dà da fare per tranquillizzare i soci, assicurando che “la Giunta farà la sua parte”. Sta però attento a dire e non dire, tranquillizza ponendo però condizioni difficilmente raggiungibili (lo studentato in viale Verona).

Chi ci va giù invece deciso è il presidente Ugo Rossi. In varie riunioni ha posto, a muso duro, l’obiettivo: dieci milioni a LaVis. Cercando di passare sopra tutte le obiezioni, di merito, di metodo, di senso economico, di etica e politica industriale. In giunta provinciale ancora non ha posto il tema, forse temendo sacrosante opposizioni, e così finora si è mosso per vie traverse. La questione è arrivata a Cooperfidi, dove si è subito dichiarato a favore il presidente Renzo Cescato (contemporaneamente presidente di CLA, un conflitto d’interessi mostruoso: il presidente dell’ente erogatore dei soldi che è anche presidente di una realtà beneficiaria - ricordiamo che LaVis deve 3 milioni a CLA - questi sono i guasti nella cooperazione trentina ristrettasi a un gruppo di mammasantissima), ma il resto del Consiglio è molto freddo. Può essere allora investito Trentino Sviluppo, o magari Patrimonio del Trentino: molteplici sono le vie per far arrivare i soldi, magari furtivamente, ma la sostanza è uguale: si vuol fare pagare a Pantalone il dissesto lavisano.

E allora diciamolo: è uno scandalo.

Dieci milioni a LaVis sarebbero, come conferma Mediobanca, un pannicello caldo. Servirebbero a Zanoni solo per tirare avanti un altro anno, con i lauti stipendi suoi e della corte che si è tirato dietro. Non risolverebbero i grossi problemi di un’azienda ormai decotta. Ma al contempo dieci milioni, pochi per LaVis, sono tanti per il sistema trentino: all’assessorato all’Industria ma anche alla Federazione cooperative potrebbero facilmente stilare un elenco di piccole aziende che con molto, molto meno si tirerebbero fuori da guai che sono solo contingenti: 10 milioni sono 100 interventi da 100.000 euro.

E non si tiri fuori, per favore, la favola dell’aiuto alle famiglie contadine. I contadini che conferiscono alla LaVis possono benissimo passare ad altre realtà, Mezzacorona e Cavit nel settore cooperativo, e molteplici altre, da Endrizzi a Ferrari, in quello privato. Anzi, ci guadagnerebbero: tutte queste aziende in questi ultimi anni hanno pagato l’uva molto di più di LaVis, che ha saputo solo chiedere sacrifici ai soci. Certo, i soci dovrebbero rinunciare ad avere la “loro” cantina. Ma ormai non è più loro, il patrimonio non c’è, ci sono solo debiti, ogni anno la Cantina crea nuove perdite. E, diciamolo francamente, i contadini lavisani non si sono dimostrati in grado di gestire la propria azienda: prima si sono fatti infinocchiare da Peratoner, poi da Zanoni, dei manager sono stati solo succubi. I campi li sanno lavorare bene, è meglio che si limitino a quello.

L’aiuto di Rossi, che vive a LaVis, non ha quindi alcuna seria motivazione economica; è solo la ricerca di consenso clientelare.

È anche peggio. È uno strappo istituzionale. LaVis è stata condannata per aver nascosto dati alla vigilanza cooperativa provinciale: come può saltare in testa di premiare questi comportamenti? E non è finita, perché innumerevoli sono le successive segnalazioni di irregolarità: come si può far finta di niente? E cosa dice in proposito l’ultima revisione? Rossi si è preso cura di leggerla?

O quello che gli interessa è proprio il messaggio negativo: chi è con me sarà comunque, aiutato? Si rende conto del segnale che dà?

In questa indifferenza verso le regole e l’etica industriale, viste non come i binari sui quali viaggia in sicurezza un’economia sana, ma come fastidiosi limiti al proprio potere, Ugo Rossi ci ricorda Dellai: non il primo, bensì l’ultimo Dellai, quello ormai incarognito nel potere. E siamo solo ai primi mesi del nuovo presidente. Saprà tornare indietro?

E gli alleati, hanno niente da dire?

Parole chiave:

Articoli attinenti

In altri numeri:
Soldi alla Cantina?
LaVis: un altro commissario?
A metà del guado
Quei 10 milioni buttati
I frutti avvelenati di 10 milioni buttati
La Vis, la fine si avvicina
La Vis: l’accanimento terapeutico

Commenti (213)

Domani Si mangia

Allora, tutti pronti a spellarsi le mani ad applaudire all'assemblea di domani ?Oltre ai bocconcini della Ristovatellapesca vi faranno fare una bella indigestione di panzane, e come digestivo grafici di profitti che dovranno mettere un maxischermo tanto vanno verso l'alto !!!!!!Poi si sà, le pecorrelle quando sono sazie non hanno più la forza di dire nemmeno bhhheeeeeeeee, e i lupachiotti non dovranno rispondere a domande "scomode" !!!!! Che bella la cooperazione fatta da dei pecoroni e da dei lupacchioni !

Caparra cla/girelli Zio Billy

Qualcuno per cortesia sa dirmi a quanto ammonta la caparra versata da cla per l'area Girelli e che voci di corridoio vorrebbero veder restituita ? Grazie molte

x 210 Niente domande

All'assemblea si va per mangiare tartine, bere un bicchiere di vino ed applaudire gli amministratori per l'ottimo lavoro svolto . Non per metterli in difficoltà con domande imbarazzanti .

per Ettore Paris ci informi

Ci può far sapere di come è andara a finire la sentenza che in questi giorni vedeva lavis contro 5 comuni da voci sembra che lavis abbia perso anche questa causa........ anzi chiedete in assemblea visto che va sempre tutto bene e c'è tutta questa sincerità

bisogna capirli... ... e perdonarli

Quelli come il signor lucignolo lucignolo bisogna capirli e perdonarli , non riescono proprio a farsi una ragione che ci siano cantine che lavorano in modo professionale e guadagnano facendo bene le vendite , mentre loro lasciamo perdere ... Poi sono anche molto invidiosi e provano a seminare zizzagna , inventandosi cose che non esistono . Il giorno che sui giornali leggeremo che Concilio non ha i bilanci a posto , non paga questo , non paga quello ,viene spulso per morosità da Trentino Vini , viene denunciato da quest'altro ecc ecc crederemo al signor lucignolo. Che però deve stare allegro e sereno e prepararsi a battere le mani come si fa sempre alle assemblee , domani vi diranno che va tutto bene e andrà sempre meglio e quindi preparatevi a manifestare la vostra gioia ed il vostro consenso , come fate sempre . Intanto ieri sul Corriere del Trentino si leggeva che nessun ente terzo si vuole prendere la responsabilità di garantire la sostenibilità e l'utilità del prestito pubblico , non si trova nessuno che dia questo benedetto parere tecnico positivo , chissà come mai...

x Nostradamus Brutto tempo

Grazie per la precisazione Nostradamus, visto che Lucignolo o non capisce o fa finta di non capire oppure peggiora di pari passo ai conti del mostro mangiasoldi lavisano .
Qualcun altro che vuol fare un pò di giro d'aria ?Dai che ha piovuto anche stasera !!!!!!!

Precisazioni Nostradamus

Concilio e Rinaldi si sono incontrati per la prima volta nella seconda parte del 2013 e la distribuzione e'iniziata nel gennaio 2014.L'AD di Cantina di Trento dottor Albertini e il direttore commerciale Gianni Manega continuano a gestire la Grande Distribuzione mentre Rinaldi gestisce il dettaglio e i grossisti con 140 rappresentanti.In più Concilio continua la vendita diretta sul Trentino Alto Adige con le nuove etichette che rappresentano gli animali della montagna.Grosso lavoro anche sulle Selezioni da parte degli enologi della Cantina con la consulenza di Franco Bernabei.Mi risulta che ad oggi il rapporto prosegua benissimo così come le vendite.Solo per precisare......!!!

X lucignolo brutto tempo

Stai andando alla grande, quindi ti prego di continuare !!!! Tornando alle tue perplessità, mi dispiace RI-DIRTELO ma sei proprio grullo, pensi veramente che la Rinaldi oltre alla cantina campione d'Italia non potesse avere altri rapporti commerciali con altre aziende-cantine-distributori ??????? Cioè pensi che la Rinaldi pendesse dalla La-vis come alcuni li nella mangiatoia pendono dall'A.D. ????Tornado a Mezzocorona e Cavit, pensi davvero che oltre al loro organico interno non abbiano dei rapporti commerciali con terzi ???? Vista la previsione di domani(acqua purtroppo) aspetto con ansia altra aria.

fratellanza trentina (x continua ti prego) Lucignolo

...io sarò anche grullo ( o meglio un bischero )...ma penso che la mente annebbiata dai fumi del Mori Vecio l'abbia tu.
Non mi sembra che Concilio avesse nessun rapporto commerciale con la Rinaldi lo scorso anno, anche perchè qurest'ultima avendo ancora in distribuzione Lavis non penso vendesse anche Concilio. Poi non si sa mai....!!!! Ed anche se fosse, quali sarebbero questi FRUTTUOSI rapporti. Se si possono sapere. Dato che lo hai scritto li saprai anche.
Mi permetto, se un'azienda ha un'organico così valido ( hai usato questa parola ) per la vendita sul territorio, per quale motivo dovrebbe smantellarlo e dare in distribuzione i prodotti. Mi sembra assurdo. Vado a pagare una distrubizione per vendere quando io ( Concilio ) ho un organico cosi valido. Non mi quadra. Tu che sai tutto, e le persone che gestivano cosi bene il commerciale della Concilio che fine hanno fatto?
Se poi Lavis non ha più bisogno di distributori, non lo so. Probabilmente si, vedendo la scelta fatta. E poi mi sembra che anche Mezzacorona e Cavit non abbiano bisogno di distributori.......rinunciando scioccamente a FRUTTUOSI.
Spero di aver dato sufficiente aria all'uva.

x Lucignolo continua ti prego

Caro Lucignolo sei proprio un grullo.......Per fare un pò di ordine nella tua mente,annebbiata non dai fumi dell'alcol, ma dai fumi della La-vis, ti dirò che la Concilio è dallo scorso anno che ha rapporti commerciali FRUTTUOSI con la Rinaldi, e che non è che un'azienda, anche se ha un suo organico valido per la vendita, chiude le porte al mondo distributivo.
Certo, voi della La-vis ai rapporti pacifici e onesti NON siete più abituati, ormai il vostro habitat sono le aule dei tribunali e gli avvocati forensi, di rappresentanti e distributori non ne avete più bisogno.
Il rovescio della medaglia è che tutti noi in questo piovoso e con l'uva che marcisce, abbiamo bisogno di aria, e tu, con la tua bocca, ne fai tanta, quindi ti prego di continuare.

Fratellanza Trentina Lucignolo

....e che ne penate della Concilio? Mentre Lavis e Cesarini ( bene o male una parte del mondo vitivinicolo Trentino ) sono in "guerra" con un Distributore di Bologna , una certa Rinaldi, la tanto brava Concilio ha pensato bene di approfittarne ed entrare nella medesima.
C'era proprio bisogno di andare fino a Bologna per riuscire a vendere del vino? La Cantina Concilio non aveva una sua propria rete vendita? A tal punto mi viene da pensare che il management delle vendite fosse alquanto scarso se ha dovuto trovare l'ex di Lavis. E non mi sembra che qualcuno di questi se ne sia andato. Chi c'era prima c'è' ancora adesso. Complimenti alla Direzione Generale per le scelte.

a chi serve la profezia se non si ha il coraggio delle proprie azioni

l'azione di responsabilità si PRESCRIVE in 5 anni.
cosa si aspetta ad iniziarla nei confronti di examministratori, exsindaci, exrevisori, excommissario e exvicecommissario ???
insomma tutti ex che la faranno franca ad eccezione di tre soggetti ???
dove sono le azioni civili e penali ???
quando uno vanta un credito e/o si sente truffato attiva tutte le azioni legali, dal decreto ingiuntivo, all'arbitrato, alla denuncia penale, alla richiesta di fallimento.
diversamente è tutto un..........bla.bla.bla. bla.bla blaterare o un beh. beh beh. beh . beh belare

Meno 3 ! Nostradamus

Solo 3 gg all'avverarsi della prifezia!

Non hai capito! Nostradamus

Pochi capiranno ma tutti sapranno di cosa si parla......!!!

LO SAPEVO ! SCETTICO

Lo sapevo, sono mesi che parli di questa data dicendo che tutti avrebbero dovuto riconoscere che fai le profezie giuste e adesso che sta per scadere dici che solo pochissimi capiranno ! Hai lanciato il sasso e adesso inizi a tirare indietro la mano, spiegaci come faremo a capire che non hai raccontato frottole... occhio che ti giochi la credibilità profeta, sta arrivando la resa dei conti...e non dire che il 17 inizia un altro conto alla rovescia e si capirà tra un anno che succede, non ci faresti una gran figura...

A chi sarà noto ? Nostradamus

Sarà noto a pochissime persone non necessariamente politiche!

x nostradamus curioso

ma sto inizio della fine sarà noto ai più o lo sapranno solo i politici e amministratori vari ???

La maledizione del 17 Nostradamus

Ci sono due-tre persone che usano lo pseudonimo Nostradamus e sinceramente non so perché lo fanno.Tutto inizierà il 17 e credo che questo sarà veramente l'inizio della fine per il pifferaio.

non si capisce non si capisce

Allora vuol dire che ci sono più persone che scrivono tutto e il contrario di tutto usando lo stesso pseudonimo... Vai a rileggerti con attenzione i post passati e poi mi dici...

5 ? vispa teresa

5 giorni contando oggi ?

si capisce nostradamus

Ma veramente non capite o fate i bulli?

non si capisce non si capisce

Mi dispiace ma non si riesce proprio a capire cosa intendi . A volte dici che il pifferaio farà una iniziativa imprenditoriale che lo arricchirà.... a volte dici che andrà in rovina... a volte che è appoggiato dalla politica...a volte che la politica lo lascerò andare alla deriva...mah vedremo tra una settimana se racconti balle o verità...

Meno 5 !!!! Nostradamus

Mancano solo 5 gg all'inizio della fine !

soldi onda

Alla lavis se arrivano i soldi prima o poi (più prima che poi )Finiranno anche quelli le banche saranno sorde al richiamo della lavis(hanno un buco di 116 milioni) e allora tutti(sanguisughe e leccaculi) avranno tutto il tempo di starsene in campagna a meditare. Perché i soldi finiscono.......la Girelli non esisterà più gli operai mandati a casa e la lavis spolpata dai suoi GRANDI.......AMMINISTRATORI THE END

I cinesi guadagnano Cinese

I cinesi lavorano molto e fanno guadagni. Nel gruppo Lavis non so se si lavora molto ma e' sicuro che di guadagni neanche l'ombra, solo perdite su perdite, scaricate poi dagli amministratori sui contribuenti, grazie alla complicita' di politici compiacenti. Bella soddisfazione arrivare alla sera e pensare che "grazie" ad una giornata di "lavoro" si e' solo allargata la voragine debitoria. Ma vi raccontano la storiella del fatturato e voi ci credete ancora , sveglia sveglia...

ei bulli Nostradamus

È finita. The end. Game over. A casa.

X 183 ahia ahia

La banda Bassotti (l'avvoltoio, sancho panza,il muto quattro occhi-due stanghette, pulcinella con il suo dùdù, leonardo da la-vis )vi stà prendendo tutti per il culo e voi, mi dispiace dirlo, non fate niente per impedirlo ! Capisco tutto, ma farsi abbottonare cosi', la vicenda Pomini non vi ha insegnato proprio niente ? Lo capite che siete solo delle pedine che vengono sfruttate ed illuse per fare andare avanti il Titanic lavisano, per fare fatturato in perdita, e voi siete l'orchestrina che suona l'ultimo atto di questa misera commedia ?

x dipendente Girelli operaio della vigna

caro dipendente Girelli,
si sa che state lavorando come i matti e si sa anche in che condizioni.... stabile fatiscente, macchinari ormai obsoleti che vengono continuamente aggiustati... Come dici tu sono 4 anni che si dice che Girelli chiude ma ciò non è avvenuto, ma solo perchè fate fatturato e fate lavorare anche le linee a Lavis....
Dici che si lavora forte ma ti chiedi mai fino a quando ??? Fino ad ora avete fatto numeri con le attrezzature "ereditate" dai Girelli e quindi senza nessun investimento serio di nessun tipo... ma se non ci sono i soldi per restare quanto meno efficienti come pensi che ce ne siano per cambiare qualcosa o addirittura trasferirvi ?
E poi dici "Il nostro direttore ha detto che...." ma ti ricordi da chi è stato assunto e cosa faceva prima di esserlo ? Perchè mai lui o Zanoni dovrebbero dirvi la verità ? Nessun imprenditore che vuole ricavare dai dipendenti il massimo lo fa. Purtroppo quelle che tu chiami voci fino ad ora sono solo state confermate (querele perse, debiti in rialzo, caso Pomini, contributi, caso 5 comuni, autofinanziamento, depuratore) mentre di tutte le promesse e progetti vari fatti dal "pifferaio" nessuno sa ancora nulla. Non so come finirà ma anche nel remoto caso di uno spostamento (peraltro osteggiato a più riprese dalla giunta Rossi) sicuramente chi pagherà di più sarete voi dipendenti Girelli ...

Meno 7 ! Nostradamus

Proprio così , tanto e' che stanno vendendo a prezzi più bassi del 20 per cento rispetto a due anni fa.Intanto manca una settimana all'avverarsi della mia profezia così poi taceranno quelli che dubitavano del grande Nostradamus!!!!!!!!

@181 cinesi Fatturato

Quello che conta e' solo fare fatturato per provare a ricevere crediti dalle banche e soldi dalla politica. In questo modo la vacca da mungere forse non la chiudono e chi magnamagna continua a magnare. Poco interessa a loro che ad aumento del fatturato corrispondano solo aumenti delle perdite e nuovi debiti ( come indicato nei bilanci dal capitale circolante enormemente negativo). Alle perdite ci pensa poi Ugo Rossi che le fa pagare ai trentini creduloni in modo che la magnadora possa continuare.

NON CHIUDE ! Operaio Girelli

Anch'io sono preoccupato dalle voci che si sentono in giro... ma penso che siano solo voci. Sono almeno 4 anni che dicono che Girelli chiude (molte persone hanno scelto 4 anni fa di andarsene) ma ciò non è avvenuto, anzi. Qui è vero che si lavora forte in quanto abbiamo dei contratti con grossi clienti ed è normale che prima del periodo di chiusura tali clienti incrementino le richieste...
Io dico: "ben venga questo lavoro ... con la penuria che c'è in giro".
Detto ciò sono convinto anche che nemmeno Lavis verrà chiusa. Il direttore ci ha detto che lo spostamento di Casa Girelli avverrà nei prossimi anni. Questo mi preoccupa di più in quanto, rientra nella normalità, che in questi casi si ridimensioni il personale.
Sono anni che sento gridare che noi si dovrebbe chiudere...forse sono stati fatti degli sbagli in passato ma qui c'è gente che lavora e che crede di poter andare avanti.

Conto alla rovescia Nostradamus

Meno otto !

lavorare come cinesi operaio lavis

Allora sta cantina chiude oppure no? Alla Girelli stanno lavorando peggio dei cinesi mi hanno detto che gli amministratori sono impazziti fanno fare una marea di straordinari.Non sanno più come fare per aumentare il numero delle bottiglie VERGOGNIATEVI SIETE SOLO DEI FALLITI e la fine che farà la lavis FALLIMENTO!!!!!!!!!!!!!

Conto alla rovescia Nostradamus

Meno 9 pifferaio !

Conto alla rovescia Nostradamus

M e n o 1 0 !!!

Ma Va la... Solite cose

sono le solite cose ... i sindacati gridano al lupo al lupo.. un po' tardi... forse Zanoni gli ha detto che è meglio che si facciano sentire così la PAT "preoccupata dal rischio occupazionale" darà alla cantina non 10 ma 20 milioni...
tutto qua.
I giochi si fanno in alto e i sindacati contano come il 2 di picche.... almeno in Trentino.
In Trentino stiamo ancora troppo bene ... nessuno che si è mosso per i vitalizi... eravamo in pochissimi a protestare per una legge truffa. Rossi non doveva promettere se poi non riesce a mantenere le cose..

PER 176 vispa teresa

Zancanella, il sindacalista della CISL era uno di quelli che andava a bracetto con Giacomoni (e non è solo una metafora) quindi direi che si sveglia un pò tardi... comunque concordo .. se i sindacati si fanno sentire, allora bisogna preoccuparsi !

TROPPI MISTERI Sindacati

L'unica certezza e' che i sindacati sono in allarme rosso e hanno scritto una lettera ai politici , come riportato dall'Adige di ieri, e' tutto ok , va tutto bene ma intanto i sindacati sentono puzza di bruciato...

Manca poco ! Nostradamus

Mancano solo 11 piccoli giorni poi inizierà il tuo piccolo,ultimo,calvario.Annegherai nella spocchia,nella presunzione e nella megalomania e questa volta la politica e la curia non ti salveranno e ti lasceranno andare come corpo alla deriva.Quando un figlio ti chiederà : "Papa' come guadagni i soldi ? "Come gli risponderai ?

Genio 172 Rubare è reato

Forse ti sei dimenticato che rubare è reato , ok che nella vostra supercantina ormai le leggi non si rispettano più ma non preoccuparti che i nodi vengono al pettine. Fossero anche solo due spiccioli o soli 100 euro se non sono vostri li dovete dare indietro. Piuttosto di lasciarli a gente come voi che li usa solo per mangiare e bere a uffa poi ci penso io a buttarli nel cesso e tirare l'acqua come si vede nell'ultima copertina di Questotrentino . Ti ripeto, ci penso io, e non fare tanto il professore sulle liquidazioni delle uve, lo ha detto anche il vostro AD che per pagare le uve ai soci vi serviranno i soldi della PAT, altrimenti anche quest'anno liquidereste forse 60 euro, vergognati e prima di parlare informati . Nelle altre cantine le uve vengono pagate con il lavoro , da voi che non sapete lavorare si usa il bancomat PAT, troppo bello per essere vero, infatti tra poco tutto questo finirà non preoccuparti.

x 172 smascherato tu

Lo smascherato sei tu , sei sicuramente un fallito che deve pregare con tutte le forze che Lavis non chiuda sennò tu nella vita sarai perso e non avrai più niente da fare, condannato a fare il barbone, senza più nessun culetto da leccare , nessuno che ti darà un lavoro perchè sarai marchiato dal nome della vergogna che ti porti dietro ''Lavis''. Ricordati che chi se ne è andato in altre cantine lo ha fatto anche per non mantenere la gente come te e Zanoni e i Paolazzi e gli Ercolino e tutti gli altri che fate tanto i fighi e fate la bella vita con i soldi degli altri, bravi complimenti ricordati che avete però la vergogna di portarvi dietro un marchio infame , che tu sia socio o dipendende cambia niente tanto ormai hanno imparato tutti a conoscervi , sia in Trentino che fuori ( purtroppo per voi ) .

Smascherati Realisation

Eccoli smascherati.....sono tutti ex soci che sono finiti nella cantina che pensavano ricca e invece sono qui a piangere per pochi euro che la Lavis ha giustamente trattenuto a dei traditori che sono scappati appena la cooperativa di cui facevano parte e alle cui assemblee hanno partecipato e votato anche loro si è' trovata in difficoltà.E poi parlano di cooperazione? Schettino in confronto e' un signore.

?? ???

Ma i dati sono "CONFORTANTI" o "SCONFORTANTI" perché se sono "confortanti" qualche cosa non torna.

se sapete leggere provate a leggere


E' SCRITTO A CHIARE LETTERE .... "LaVis ha fallito negli obiettivi con conseguenze disastrose per gli associati e per le partecipate."

soldi buttati operaio

Io forse di finanza non ci capisco niente ma se io sono proprietario o socio di una azienda perché vendo per poi pagare l' affitto la lavis quanti affitti paga? I soldi finiscono se i soci non lo sanno ah dimentica o mamma provincia .Che schifo!!!!A dimentica o le banche sanguisughe pagate o si mangeranno i vostri terreni.Poveri soci (contadini)

... secondo ISA ... va tutto bene

Se Franceschini dice che i dati sono confortanti significa che va tutto bene , punto . Non può mica dire male di La-Vis ( affittuario di Basilica Cafaggio , della quale ISA è proprietaria ) ... Per chi non lo ricorda tra La-Vis e ISA c'è un patto di sangue, soldi, debiti , affari in società, interessi economici in comune... . Tutta roba molto terrena ( soldi ) e molto poco spirituale , i preti non sono insensibili al fascino del denaro, ancorchè sporco ... Ed è prassi consolidata che La-Vis parli bene di ISA e viceversa....

??? non ho capito

i dati di Franceschini sono confortanti o no ???

amministratori disastrosi dal commissariamento poveri soci

Questo quanto riportato da Vita Trentina sull'assemblea di ISA .
"Dati confortanti, a detta di Franceschi, arrivano dalla Cantina La Vis, al centro di una crisi gestionale che fa ancora discutere e che vede coinvolta anche Isa in quella che è la sua strategia nell'assunzione di partecipazioni
tendenzialmente di minoranza in aziende con potenzialità di sviluppo.
LaVis ha fallito negli obiettivi con conseguenze disastrose per gli associati e per le partecipate."
questo è quanto pensano le finanziarie trentine ex socie di LaVis ... immaginatevi le banche.

per 160 soldi bruciati

I 10 milioni sono bruciati se si pensa che ? ultimo bilancio chiude con 6 milioni di perdita e la girelli svalutata di 4 ( dati riportati dai quotidiani) se non é vero che zanoni faccia denunce e querele e ?unica cosa che sa fare. Pre il codice ip metti il tuo o tutti i soci della lavis si identifichino o avete paura che chi legge vi rida in faccia....... falliti dovete stare solo zitti e chiedere scusa a tutti i Trentini che non vedranno 10 milioni di euro .

x 160 paga i debiti

Invece di fare il moralizzatore pagate i debiti agli ex soci poi vedrai che nessuno vi caghera' piu'. Vi piacerebbe che nessuno parlasse della Lavis e che la gente credesse solo alla vostra versione ( "va tutto bene"). Purtroppo per voi grazie a QT e ultimamente anche grazie agli altri quotidiani tutti i trentini hanno capito che razza di azienda siete. Migliaia e migliaia di trentini hanno appreso delle vostre vergogne. Forse faresti meglio a startene zitto. O a Lavis non vi piace la democrazia e il libero pensiero e avete metodi fascisti, anche con la stampa e con chi esprime le proprie opinioni? Paga i debiti che e' meglio!
Scrivi un commento

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Gli utenti registrati non devono inserire il codice e possono modificare il proprio commento dopo averlo inserito.

Riporta il codice di 5 lettere minuscole scritto nell'immagine. Puoi generare un nuovo codice cliccando qui .

Attenzione: Questotrentino si riserva la facoltà di cancellare commenti inopportuni.