Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Fedez e i suoi ologrammi

Da dove proviene quella sorta di plusvalore che riguarda pochi eletti e che nobilita alla rilevanza epocale qualsiasi loro azione?

In questo pazzo mondo esiste pure Fedez. Non so bene quale sia il suo mestiere. Mi risulta noto presso i giovani e perciò potrebbe essere un rapper, un ballerino, o un campione di wrestling... Basterebbe qualche secondo di ricerca su internet per venire a capo della questione, ma non è questo il punto. Il punto è che io, pur ignorando i suoi talenti professionali, di lui conosco un sacco di cose. Senza volerlo vengo quotidianamente aggiornato sulle sue faccende esistenziali semplicemente scorrendo i titoli dei principali siti di informazione: non solo Libero, ma financo il Corriere e Repubblica si preoccupano di documentarmi puntualmente le sue intime gesta. Così apprendo che si è appena sposato con una blogger, tale Ferragni (bella gnocca, tanto per gratificare il mio cuore sessista). Che vivono in un attico che vale un pozzo di quattrini. Che hanno un bimbo, che hanno inteso privare dei sacri benefici del Battesimo. Che un giorno lo hanno esposto troppo al sole, con brivido dei seguaci in rete, mettendo a rischio la sua pelle di infante... Insomma cose così, di una certa importanza, degne senz’altro degli highlights dedicati dalle testate nazionali.

Mi sono sempre chiesto da dove provenga quella sorta di plusvalore che riguarda pochi eletti e che nobilita alla rilevanza epocale qualsiasi loro azione, inclusa quella di sedersi sulla tavola del cesso. Fino a poco tempo fa era una prerogativa dei regnanti e delle grandi star. Oggi, grazie al web, le maglie si sono allargate così ci passano pure il Fedez e la sua ganza. Nella varia umanità c’è una moltitudine che trova soddisfazione nell’immaginarsi nei panni dell’eroe o dell’eroina, assaporando il gusto della notorietà, della ricchezza, del lusso... Ma oggi questa immedesimazione dura il fugace suono di un click. Si naviga a vista cercando appagamento nel distribuire qua e là i micro-consensi veicolati da post e like. Piccoli sfizi virtuali, a volte distratti o annoiati. Inezie individuali che a vagonate si convogliano in bolle collettive e come milioni di mattoncini edificano mode e miti, con formidabile giro d’affari. Cattedrali della new-economy. Se provi a toccarle il braccio affonda nel vuoto. Perché sono fatte appunto di inezie, cioè di aria. Ologrammi.

Parole chiave:

Articoli attinenti

In altri numeri:
Euro-Web
Zoologia

Commenti (0)

Nessun commento.

Scrivi un commento

L'indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Gli utenti registrati non devono inserire altre verifiche e possono modificare il proprio commento dopo averlo inserito.

Riporta il codice di 5 lettere minuscole scritto nell'immagine. Puoi generare un nuovo codice cliccando qui .

Attenzione: Questotrentino si riserva la facoltà di cancellare commenti inopportuni.