Menù
Home
QT
Questotrentino
Mensile di informazione e approfondimento
Utente
Cerca

Sezione principale

www.questotrentino.it: un successo inaspettato

A un mese dal lancio della versione on line di QT.

E’ passato un mese dal lancio di www.questotrentino.it. Come sta andando? Siamo molto soddisfatti. Diamo subito le prime cifre: mentre stiamo scrivendo, 12.700 utenti si sono già collegati con il nostro sito, visionando un numero doppio di pagine, oltre 25.000. In un mese il QT di carta non raggiunge questi risultati. (vedi le statistiche della società Shinystat)

Anche se, come vedremo, non è tutto oro quello che luccica, possiamo dire che l’iniziativa, lungamente pensata e su cui si è molto lavorato, ha avuto un esordio ottimo, anche perché molto ampi sono i margini di miglioramento e i settori di espansione.

E in ogni caso il risultato positivo non è per niente scontato. Basta fare dei raffronti. La società e-audit (vedi ), che cura oltre alle nostre statistiche anche quelle di altri 8.000 siti italiani, redige una classifica di quelli più visitati (o meglio, dei 2.300 che accettano di entrarvi): bene, QT ogni giorno viaggia tra il 110° e il 160° posto, battagliando con il sito ufficiale della squadra di calcio della Fiorentina, con quello di Manuela Arcuri e con "Viaggi last minute". Nel settore media QT è addirittura al secondo posto, e stabilmente, dietro l’inarrivabile portale della Tv satellitare; e d’accordo, è evidente che i grandi giornali non sono in lizza - perché registrati presso altre società o perché non interessati a porsi in graduatoria - ma è altrettanto evidente che gli altri piccoli media li abbiamo dietro, non davanti.

Chi sono i visitatori e cosa cercano? Non è semplice rispondere a queste domande; però, con alcune approssimazioni, ci si può arrivare. Innanzitutto sono italiani (irrisoria, l’1-2%, l’incidenza degli accessi da paesi esteri, e tra questi i primi sono i limitrofi, Svizzera, Austria, Germania).

Andamento degli accessi a questotrentino.it nell'arco delle 24 ore (fonte: società di rilevazione shinystat).

Usano Internet soprattutto nell’orario di lavoro: le ore di massimo accesso vanno dalle 10 alle 19, c’è una caduta all’ora di pranzo - le 13 - e a quella di cena - le 20 - per poi riprendere per due ore nel dopo cena, e via via decrescere dalle 23 in poi. Probabilmente ci sono due fenomeni: in parte QT viene usato come strumento di informazione sul lavoro; in parte su Internet ci si svaga in ufficio. Anche l’andamento settimanale conferma: sabato e domenica si ha una contrazione degli accessi; il minimo lo abbiamo registrato il giorno di Pasqua.

Per indagare sul nostro visitatore è utilissimo vedere come accede al sito. Bene, uno su tre vi accede direttamente, cioè digitando questotrentino.it o richiamandolo dalla memoria del suo Pc: quindi si tratta di visitatori intenzionali, di cui una parte ha trovato interessante il sito, e lo ha inserito tra quelli da utilizzare con una certa frequenza.

Poi c’è la grande flotta di coloro che a QT arrivano casualmente, navigando nell’immenso oceano della rete. Li portano a noi i cosiddetti "motori di ricerca". I quali sono - per chi non avesse dimestichezza con Internet - dei potentissimi strumenti che dicono al navigatore dove può trovare un certo argomento (si chiamano "Virgilio" perché vogliono essere una guida, o "Arianna" perché ti aiutano nel labirinto, ecc). Basta digitare una o più parole (dette "chiavi") e il motore elencherà, all’interno dell’oceano Internet, i siti che contengono quelle parole: ad esempio, digitando "Comune di Trento" apparirà una lista di siti che nominano il Comune di Trento, a iniziare dal sito ufficiale.

Ora, dal momento che Questotrentino.it contiene già ora più di 1.300 pagine con altrettanti articoli, è evidente come questa mole di parole finisca con l’attirare, attraverso i motori di ricerca, tutta una serie di navigatori. Che magari poi con gli articoli di QT hanno poco a che spartire.

Di qui il discorso iniziale: non è tutto oro quello che luccica. Ad esempio, la chiave di ricerca più gettonata è www.napster.com: che è sì l’indirizzo del celebre sito che fa(ceva) sentire musica gratis; ma è anche il titolo di un nostro articolo su tale sito, che incolpevolmente dirotta su di sé navigatori altrimenti intenzionati. Così pure, se su Virgilio digitate Gandhi, al quarto posto trovate un articolo "Gandhi, chi era costui?"; immaginate di accedere a una breve e succosa biografia del Mahatma, e invece no, vi troverete un servizio del nostro Luca Petermaier sugli sconsolanti livelli culturali dei nostri cosiddetti obiettori di coscienza.

Ma le fregature somme le prendono i pruriginosi. Quelli che, cercando "calendari atlete nude" si ritrovano non le suddette ragazze (peraltro poco) discinte, ma un’irridente corsivo di Tòs. O ancora peggio, chi digitando "culi" si aspetta callipigie rotondità, e si imbatte negli articoli sui culi di pietra, con il faccione del presidente dell’Unione Commercio Gianni Bort.

Però poi ci sono le ricerche che vanno a buon fine: quelle con parole chiave come "Forza Nuova" (la formazione di estrema destra) "insetti" (servizio sulla scomparsa dei piccoli animali) "orso bruno" "arredo urbano" "Padre Pio" "baby gang" "25 Aprile" "Haider" e via via, uno sterminato elenco che occupa un centinaio di schermate, con agli ultimi posti (un solo accesso) chiavi complesse come "sviluppo cooperative in Trentino", "afflusso turistico e qualità ambientale", "secolarizzazione e chiesa ortodossa".

Interessante anche l’analisi degli afflussi alle varie aree in cui è suddiviso il sito. Alcune delle quali ben poco hanno a che fare con il QT cartaceo, bensì sono caratteristiche della versione on-line, e soprattutto sfruttano le potenzialità fornite dall’interattività.

Fra di esse il successo più clamoroso è quello del Forum (vedi Noi popolo del forum). Ogni giorno la pagina del Forum è ai primissimi posti nella nostra graduatoria interna delle pagine più visitate. Però c’è da fare una grande distinzione: abbiamo attivato tre argomenti di discussione: due su aspetti della realtà trentina ("Il caso don Farina" e quindi il clero trentino; l’esperienza di "Costruire Comunità" e quindi la politica locale), uno sulla realtà sudtirolese ("La separazione etnica"). Bene, mentre gli argomenti trentini sono stati praticamente snobbati (solo 5-6 interventi ciascuno), incredibilmente il forum sudtirolese è esploso, con ben 130 interventi, di particolare vivacità e interesse (vedi articolo nella pagina a fronte). Evidentemente siamo riusciti a proporre nei modi giusti un utile strumento ad una realtà che ha fame di dibattito e di confronto. A questo punto dovremo ovviamente ripensare anche il discorso per gli argomenti trentini, tentando altre strade.

Lusinghieri i successi delle altre aree. Buono l’accesso a "Monitor" (il calendario degli spettacoli) con ricerche sugli autori, esecutori, titoli di film, che vengono da tutta Italia. Buono anche l’utilizzo dell’archivio, con la sua catalogazione degli articoli per argomenti. Immeritato il successo della sezione link (una selezione dei siti trentini, e più in generale di quelli nazionali che si occupano di politica e cultura, introdotti da brevi righe di presentazione critica): un progetto che riteniamo utile, ma che non è ancora decollato (solo 28 i siti recensiti, una miseria); e che tuttavia - sulla fiducia evidentemente - viene già molto visitato.

Insomma, siamo soddisfatti. Pensiamo di aver sviluppato uno strumento ancora imperfetto, ma che già ora viene riconosciuto utile dai numerini dei contatori, che continuano a girare segnando ogni minuto nuovi accessi.

Questi primi successi stimolano tutta la squadra che ci sta lavorando a andare avanti con nuovi sviluppi. Di cui vi terremo informati.